mercoledì 30 novembre 2016

Kiko Gossamer Emotion Creamy Lipstick (#112 Borgogna)

Pro: il colore, la texture, il packaging... tutto. Un Signor Rossetto!
Contro: nessuno, davvero.
Prezzo: circa 9€.
Dove: monomarca Kiko oppure online qui.

Perdonatemi la breve assenza, ma in questi giorni sono stata messa k.o. da una brutta influenza, che mi ha costretta a letto. Oltre a questo sono stata molto impegnata a guardare il revival delle Gilmore Girls (impegnoni, eh). Non mi è molto piaciuto, ma mi fermo qua, perché altrimenti potrei andare avanti a parlarne per ore.
Invece vi voglio parlare di questo rossetto. Quanto è bello quando vedi un rossetto, ti piace, lo provi, ti piace ancora di più, ed ogni volta che lo provi ti viene riconfermato questo piccolo amore? Ecco, con questo Gossamer Emotion è così. Il colore è stupendo, per me: mi ha anche piacevolmente stupita che un rosso con una nota di rosa acceso mi doni! Ed è molto ma molto più portabile di quanto sembri: presente tutte le mie foto instagram recenti? Ecco, in nove foto su dieci ce l'ho, anche di giorno :) è anche molto pigmentato: con una sola passata si ottiene un colore pieno. 
Il finish è semi-opaco, mi piace moltissimo. Diciamo che se volete avvicinarvi ai rossetti opachi ma avete paura, questo è il finish che potrebbe aiutarvi.
Sulle labbra è cremoso e vellutato. Non sto parlando di una ricetta o di un dolce, ma non saprei come altrimenti dire: si stende benissimo, non secca neanche dopo ore e quindi non sottolinea eventuali labbra screpolate, non si insinua fastiosamente nelle pieghette, non esce dai bordi... e tutto questo durando oltre sei ore. 
Mi sta anche piacendo il fare le foto dopo aver usato per un po' il prodotto: non saranno ultrafighe ma sono più... oneste? Diciamo che c'è un motivo se lo stick sembra corto: è perchè lo sto usando ogni giorno!
amo questi dettagli :)

Ho scelto di parlare alla fine del packaging, perchè è sì bellissimo e lussuoso, ma avevo paura che distraesse troppo da quelle che alla fine sono le cose fondamentali, ossia colore, pigmentazione, comfort e durata. Beh, direi che le foto parlano da sole: l'apertura a scatto è carina -oltre che decisamente antistress per quelle come me!-, il metallo grigio e oro mi piace, il logo Kiko impresso ancora di più.  
Colore passe-partout, packging che più figo non si può, prezzo abbordabilissimo (9€ per un rossetto di gran lusso): alle porte di dicembre ho trovato il mio rossetto invernale! Il vostro qual è? :D 

mercoledì 23 novembre 2016

Kiko Intensive Foot Socks

Pro: piacevoli, rilassanti e con un buonissimo profumo.
Contro: idratano pochissimo, purtroppo. 
Prezzo: 5€
Dove: monomarca Kiko o online qui
In ogni storia d'amore arriva sempre la prima piccola delusione, vero? La mia love story con Kiko stava andando bene, benissimo, tra rossetti rossi (il mio amore di ottobre. In questi giorni ve ne parlo!) e matite nere che riesco, forse per la prima volta in vita mia, ad usare con piacere. E poi... una delusione. Non cocente... diciamo una debacle piccolina, ma che peccato!
Sapete già di cosa parlo, vero? Di quegli Intensive Foot Socks, che promettono piedi morbidi ed idratati in 10-15 minuti. Ovviamente ero curiosissima!

Le foto sono state fatte in notturna, diciamo, perché in notturna li ho testati e non si può aprire il pacchetto se non ha immediata intenzione di usarli (si seccherebbero e sarebbe un peccato): dopo una giornata più o meno intensa mi sono messa sul letto beata con un anime, la tisana e questi calzini ai piedi. Il poterli usare a letto è una cosa molto furba: temevo sporcassero o ungessero, diciamo, invece sono protetti da uno strato di plastica morbida. Il mio piumone è salvo! 
Sono ben fatti: hanno un adesivo da chiudere attorno al collo del piede, quindi non si è immobilizzate nel punto dove si è deciso di stare durante il "trattamento", si può camminare -con un po' di calma e attenzione- tranquillamente... per quanto il bello di questi trattamenti è proprio il non fare un beato nulla per qualche minuto, no? :) 
i calzini arrotolati appena tolti dalla busta
srotolati ma ancora attaccati
Quindi li ho staccati l'uno dall'altro, ho infilato i piedi e ho chiuso l'elastico. La sensazione era gradevole. Il liquido di cui erano impregnati i calzini all'interno era fresco e i 15 minuti sono volati -con certe maschere viso di cemento 15 minuti sono una tortura, per dire.
 Ferma, immobile, intronata a letto con un anime e la tisana alla liquirizia, che sia mai che io riesca a dimagrire.
Ho settato il timer del telefono su 15 minuti e ho subito barato perché li ho tenuti un po' di più... ho lasciato finire l'anime, ovviamente... e ho "spacchetato" il tutto. 
Allora, partiamo dal profumo: fantastico. Buonissimo. Davvero gradevolissimo e non invadente. 
Ligia alle istruzioni ho massaggiato il rimanente liquido. 
E quindi iniziano le piccole delusioni: tanto per precauzione me ne sono stata ferma altri 15 minuti, per far sì che il liquido si assorbisse bene col massaggio e si asciugasse. Il punto è che non è stato molto assorbito, ha piuttosto formato una patina ma senza penetrare nella pelle. 
Poi l'idratazione è stata... media? Scarsa? Più scarsa che media, purtroppo. Insomma, rispetto al "prima" non c'è stato nessun cambiamento, se non un buonissimo profumo nell'aria -è già qualcosa, comunque-. 
staccati!
Una cosa sempre importante è che non mi hanno dato nessun problema alla pelle, neanche nei giorni dopo: nessuna irritazione, rossore o prurito.
Insomma non sono molto colpita, diciamo. E' una bella coccola per sè stesse a fine serata, sono rilassanti, piacevoli e con un buon profumo... ma l'effetto, devo dire, non c'è stato, almeno su di me. Su di voi? Vi è andata meglio? :D a me non resta che sperare nei guanti... lì, avendo le mani messe male per via del ricamo, ho davvero bisogno di una bella "botta" di idratazione! 
datemi della pazza ma per me, così, è una serata perfetta :')

venerdì 18 novembre 2016

Mr. Wonderful settimanale 2017: scopriamola assieme!

No, non metterò "mi piace" alla pagina di Mr. Wonderful. No, non voglio vedere quali sono i punti vendita a Bologna. Ah, da Mondadori in via d'Azeglio? Davvero? Beh, entro a dare un'occhiata, tanto sono di strada, sì...

martedì 15 novembre 2016

Maybelline Color Tattoo Creamy Mattes in "Crème de Rose 91"

Pro: credo, dico credo, diventerà il mio ombretto preferito.
Contro: dubito sia distribuito nei negozi italiani.
Prezzo: circa 9€.
Dove: io l'ho comprato su Amazon a questo indirizzo.
 Di quanto sia misera la distribuzione italiana di certi cosmetici abbiamo tutte ampiamente parlato. In particolare i Color Tattoo mi fanno leggermente imbufalire: da noi le solite quattro/cinque colorazioni (pink gold, taupe, un qualche verde brillantinato, un qualche blu brillantinato, forse un grigio?), nel resto del mondo addirittura edizioni limitate matte (Creamy Mattes), con nomi promettenti quali Creme de Nude e Creme de Rose 91, quello che ho scelto io.  

mercoledì 9 novembre 2016

Volumizing Lip Booster, Catrice

Pro: io amo questo colore! Inoltre sì, volumizza, e costa pure poco!
Contro: se messo male tende a... colare.
Prezzo: circa 5€
Dove: OVS, Coin. 
 Ve li ricordate i primi anni '00? Quella musica oggettivamente orrenda, gli ombretti effetto "frost", la matita labbra troppo scura? Una cosa degli anni '00 mi manca: i lucidalabbra per avere labbra più carnose. Mi ricordo benissimo una pubblicità Maybelline per un rossetto liquido effetto diamante, credo fosse il Watershine o qualcosa del genere. 
Questo lucidalabbra Catrice è degno successore, sebbene più moderno e molto, molto meno pacchiano, di alcuni cosmetici anni '00. 
Io l'ho comprato principalmente per il colore. E' un nude bellissimo. Su di me lo adoro, davvero. Non ha neanche un brillantino, ha solo un bell'effetto lucido, lievemente lattigginoso. Coerentemente col discorso "anni '00", il nome è orrendo: 04, Nuts About Mary. Vabbè.

Il profumo è mentolato,  a me piace molto. La texture è lievemente troppo liquida: se messo appena un millimetro fuori dal contorno delle labbra rischia di... colare. Giuro. Non è una bella cosa, ma stando attenti nell'applicare il prodotto non capita. Una cosa invece molto apprezzabile della texture è il non essere appiccicosa -e qua ci discostiamo dalla roba anni '00. 
L'applicatore è senza infamia e senza lode, normalissimo. 
Ma alla fine, fa le labbra più ciccione? Sì, a me pare proprio di si! Magari è solo la suggestione data da quel leggero pizzicore (immagino, anche per via dell'odore, che sia pieno di mentolo) comunque assolutamente non fastidioso. Dopo poco dall'applicazione sembra quasi di avere le labbra "ghiacciate" e allo specchio mi sono sembrate decisamente più voluminose. Ovviamente questa sensazione, che a me non da nessun fastidio, per alcune potrebbe essere spiacevole, ma comunque rimane per poco tempo, massimo mezz'ora.
Il lucidalabbra invece ha una buona resistenza, diciamo tre/quattro ore.
Sul versante idratazione sono soddisfatta, ma non colpita: io amo i prodotti idratanti per le labbra, questo non le secca e quando svanisce non ti sembra di avere carta vetrata sulle labbra, ma non le idrata neppure.
Lo ricomprerò? Sì, perché lo sto usando davvero molto, perché il colore mi fa impazzire... e perché le labbra un po' più piene sono uno dei miei sogni! 

sabato 5 novembre 2016

Color Correct Concealer Palette, Kiko

Pro: una praticissima palette di correttori adatti ad ogni carnagione. Per quattro correttori + un illuminante il prezzo è ottimo, poi.
Contro: l'illuminante passeggia un po' per il viso, ma nulla di tragico.
Prezzo: 13,95€
Dove: monomarca Kiko o online qui.


Perdonatemi la foto assolutamente poco glam, ma ha un motivo, e vi dico subito quale: testimonia che il prodotto del giorno (ma anche del mese, per me) lo sto usando davvero. Davvero davvero, ed anche un bel po'. Per quelli che dicono che molte blogger recensiscono i prodotti mandati senza quasi aprirli... ehm, NO. Io questa palette la sto usando, ed amando.

Confezione a chiusura magnetica, carina, semplice e con uno specchio bello grande, cosa che serve sempre. Contiene quattro correttori ed un illuminante. I correttori sono adatti ad ogni tipo di carnagione da chiara a mediamente olivastra, e sono per ogni esigenza: quello verde è per discromie, couperose e rossori (tipo il mio naso verso sera. Io, astemia, verso sera ho un naso tipo Babbo Natale. Non è normale, 'sta cosa); quello lilla è per incarnati spenti e giallastri (è quello che uso meno... per ora); quello beige è per occhiaie su carnagioni chiare e piccole imperfezioni e quello beige caldo, il mio grande amore, è per occhiaie su carnagioni olivastre.
Avete presente quando qualche mese fa la gente era impazzita per i tutorial su come un rossetto rosso dal finish semi-matte poteva neutralizzare le occhiaie sulle carnagioni olivastre? Probabilmente lo avete anche provato... e quasi certamente non ha funzionato. Perché hai voglia a sfumare un rossetto rosso sotto gli occhi: è molto più facile e rapido con un correttore apposito. Tipo questo beige caldo, di cui sto letteralmente abusando in queste folli folli serate di giochi da tavolo (ciao Pandemic Legacy, ciao <3). E' fantastico. E' totalmente e assolutamente adatto al mio incarnato e alle mie occhiaie. Quasi non lo devo sfumare, per quanto si adatta bene. Il fatto che non sia troppo pesante o coprente è un altro punto a suo favore.
Il beige più chiaro lo uso su eventuali inperfezioni e come base per ombretto, spesso. Quello verde, come dicevo, sul mio naso quasi-invernale da Mastro Ciliegia. Quello lilla per ora praticamente non l'ho toccato.
L'illuminante è l'unica cosa che non mi ha pienamente soddisfatta: come i correttori è in crema e si sfuma bene, però ha i brillantini un po' grossi, e a fine serata avevo il viso un po' troppo brillantinato... diciamo che tende ad espandersi, ecco, soprattutto se usato sugli zigomi. Usato sull'arco di Cupido e sugli occhi (arcata sopraccigliare e angolo interno) invece non mi ha dato problemi.

La texture di tutti i correttori, ed anche dell'illuminante, è piacevole e particolare: "a vista", inizialmente, mi sembravano in polvere. Invece è una crema... che però sembra diventare polvere sul viso!
La dicitura "resistente all'acqua" è veritiera: gli swatch che ho fatto sulla mano se ne sono andati via solo con sapone e struccante. La durata sul viso è più che soddisfacente: sotto il fondotinta durano tutto il giorno, senza insinuarsi in eventuali rughette. La texture in crema fa sì che non siano correttori "secchi", una cosa che odio, di quelli che evidenziano le zone secche. Insomma sono correttori molto confortevoli da usare.
Né i correttori né l'illuminante mi hanno dato problemi di reazioni o brufolini, quindi continuerò assolutamente ad usare questa palette. E perché non dovrei? Ha una confezione bella e pratica, i correttori sono validi, il prezzo è ottimo... è davvero un must-have nella mia trousse! Voi la conoscevate già? :)
Back to top