mercoledì 28 ottobre 2015

Smoss Air Touch Mineral Blush

Pro: buona texture, pigmentazione e durata.
Contro: è una marca abbastanza sconosciuta ed introvabile. 
Prezzo: meno di 4€.
Dove: io l'ho comprato in un negozio a Rouen, in Francia. 

Oggi sono in casa, con la pioggia, due denti del giudizio che premono ed un blush da recensire su cui non ho praticamente informazioni! :D partiamo bene, vero? 
Se debbo essere sincera mi ero totalmente scordata di recensire questo blush, ed è un peccato perché è molto grazioso. L'ho acquistato più di un anno fa in Francia, in un negozio che vendeva stock di molte marche -L'Oréal, Maybelline, forse qualcosa anche Wet'n'Wild- e di cui mi sono naturalmente dimenticata il nome. E' un concept interessante, perché così i prezzi calano vertiginosamente e si possono fare ottimi acquisti!
Tipo questo. C'ho messo un paio di minuti solo a capire il nome -mai sentito, ça va sans dire-: Smos2? Smos? E' Smoss, ma scritto in modo un po' confusionario. Non trovo un sito per questa marca ma tra le blogger francesi sembrano essere apprezzati i pennelli.
Io sono stata naturalmente attratta dal colore, anzi dai colori: sono due, corallo-mattone. Il più scuro ha qualche minuscolo brillantino, praticamente invisibile, e davvero molto "raro". Mi sento di dire che sono senza brillantini! E' il #77 Sunkiss, e ha un bel finish satinato. Se esistesse un sito, sarei curiosa di vedere gli altri colori :D il colore mi ricorda vagamente il CORALista di Benefit, a voi no? 
La texture mi piace molto. Non è affatto polverosa come ci si potrebbe aspettare da un blush a basso budget. E' cremosa, si stende bene. Ed è sorprendentemente pigmentata! Io all'inizio non me lo aspettavo, ho calcato troppo la mano e sono finita tipo clown. 
Non ho ancora provato i singoli colori separatamente: preferisco mischiarli. Mi piace molto l'effetto che da sulle guance però: una volta capito che ne basta davvero poco, si fonde bene con le guanciotte, è parecchio naturale!

Quello che mi ha piacevolmente sorpresa di più però è la durata. E' davvero ottima. Messo al mattino dura tranquillamente fino a sera, sbiadendo solo un po'.
Il mio consiglio sarebbe ovviamente di acquistarlo... ma dove? Non riesco neanche a trovare un negozio online, niente di niente. Ed è davvero un peccato perché sarei anche curiosa di provare altro.
Ultima cosa: ma è davvero "minerale" come riporta la confezione? Il Biodizionario mi da un rosso (Dimethicone) in terza posizione... quindi no!
Voglia di provare altro di questa marca rimane uguale! Voi avete qualche cosmetico così? Marca strana, pessima reperibilità ma ottime performance? :)

lunedì 19 ottobre 2015

Wet'n'Wild Color Icon Eyeshadow Trio in #Walking on Eggshells

Pro: colori graziosi, con una buona texture e pigmentazione, durata discreta e prezzo competitivo. 
Contro: il colore più scuro non è molto pigmentato.
Prezzo: circa 5€.
Dove: OVS.
Ho dei vaghissimi ricordi Wt’n’Wild, roba dei tempi del liceo: in particolare un terrificante lucidalabbra liquidissimo, con brillantini così grossi che li sentivo “fisicamente” sulle labbra. Brrr. Poi è sparita dagli scaffali italiani ed è ritornata una decina di anni dopo, e questo nuovo incontro è stato decisamente più positivo. 
Ho letto in rete di queste palette trio e quando le ho viste non ho avuto dubbi sul colore da scegliere! Packaging essenziale e semplicissimo, comprensivo di due (inutili) pennellini. Non so mai cosa farmene: li ho provati una volta, e sono davvero troppo corti, sono difficilmente utilizzabili. 
All’inizio, senza neanche aprire la confezione, mi ero fatta l’idea che gli ombretti fossero molto polverosi: vedo che avevano “sporcato” i pennellini, e dato che il sigillo era ancora intatto… invece no, non sono polverosi, affatto. Anzi, hanno tutti una texture liscia, pigmentata -a parte per uno, che andremo a vedere- e tengono parecchio.

Il mio preferito dei tre -che ve lo dico a fare? :D- è Eyelid. Potrei mettermi Eyelid su tutta la palpebra, arcata sopracciliare, angolo interno, poi mascara e basta, sono a posto. Ma allora il mio “lavoro” qua sarebbe finito! Però sì, è quello che preferisco dei tre, decisamente. E’ il più pigmentato, shimmer, con un bel colore che volendo si potrebbe anche convertire in illuminante per gli zigomi. 
Una cosa interessante di questo ombretto è che mi ricorda molti ombretti di UD (soprattutto questi questi), sia come finish (quasi metallizzato) che come pigmentazione, resa e durata… ma senza ritrovarsi le guance piene di brillantini come spesso accade con gli UD!
Browbone mi lascia abbastanza indifferente. Per me è troppo chiaro e freddo, ma è indubbiamente un buon ombretto. Illumina benissimo arcata sopracciliare ed angolo interno, ma spesso faccio fare il suo lavoro ad Eyelid. E' mediamente pigmentato: meno di Eyelid, più di Crease.
Crease all’inizio non mi piaceva. Vedevo -e vedo tutt’ora- una leggera nota di verde che non mi piace del tutto, e mi sembrava poco pigmentato. In effetti è il meno pigmentato dei tre, ma con un po’ di pazienza si riesce a “costruire” bene facendolo diventare più intenso. Però diciamo che no, difficilmente con questa palette si va più in là di un trucco occhi da giorno :D E’ quello più brillantinato. I brillantini sono però molto fini, quasi invisibili. Danno un effetto shimmer quasi "bagnato" che a me piace molto.
Tutti gli ombretti hanno una buonissima durata, direi circa otto ore senza base. Browbone è quello dei tre che dura meno. 
Browbone, Crease, Eyelid

Al di là delle piccole mancanze (un colore meno scrivente degli altri) questa è una ottima palette, che come rapporto qualità/prezzo è in grado di rivaleggiare con palette di marchi più prestigiosi e costosi *coff off Laura Mercier coff coff* 

P.S.: sul nome della palette, Walking on Eggshells, non ho detto niente perché… perché come mi hanno insegnato da bambina, se non hai niente di carino da dire… eccetera eccetera :D 

giovedì 15 ottobre 2015

Make It Happen with Maybelline!

MAYBELLINE #MAKEITHAPPEN
Maybelline Make It Happen*
100 anni sono davvero,davvero tanti -fidatevi, è una storica che ve lo dice :D per una azienda sopratutto, e soprattutto di questi tempi. Sono stata quindi più che felice di essere coinvolta nei festeggiamenti per il centenario della Maybelline: Maybelline è una azienda che conosco sin da quando sono piccola e le sono molto affezionata. Mi ricordo che uno dei primi trucchi “trafugati” dalla trousse di mia madre era un mascara Maybelline, dalla confezione blu lunga e sottile. Era ottimo, tra l’altro! Se lo trovassi ancora in giro lo comprerei, e non solo per il lato nostalgico. 
Ho quindi potuto testare alcuni prodotti tra i più nuovi: il fondotinta Dream Satin Fluide, gli eyeliner Master Ink e il mascara Ciglia Sensazionali. Sono tutti prodotti “semplici”, basici, quasi necessari (magari potessi fare a meno del fondotinta, magari!), proposti però con formulazioni nuove e moderne.  Di nuovissimo c'è anche lo slogan... o meglio, l'invito: perché "Make It Happen" è più un incitamento, una esortazione... un incoraggiamento a dare il meglio di sé -in fatto di make up, certo, ma anche in tutto il resto!


Il fondotinta Dream Satin Fluide è fedelissimo al suo nome… anzi, no: per me la texture, più che fluida, è simile ad una mousse. E’ davvero confortevole sul viso: l’ho portato interi giorni ed intere serate e, se non mi fossi controllata nello specchietto di quando in quando, mi sarei scordata di averlo addosso. Non tira la pelle, non la secca, non evidenzia le eventuali pellicine. L’effetto è quello di una pelle vellutata, con i pori minimizzati ed il colorito uniforme. Il colore che uso io è il 21 Nude, il secondo più chiaro. Mi regala un’aria molto salutare, e non è troppo scuro per la mia carnagione come pensavo all’inizio; quelli più scuri, invece, hanno fatto la gioia di mia madre, che è più olivastra di me.
Il profumo è, come infatti dice il nome, da sogno: dolce, fresco e fruttato. Questo, unito alla texture mousse, rende davvero piacevole stenderlo sul viso. La coprenza è media e modulabile e soprattutto, cosa per me importantissima, non fa effetto maschera o cerone. Se dovessi indicare un target preciso, direi chiunque abbia una pelle non troppo lucida o grassa, perché è un fondotinta molto idratante: a me piace anche per questo. 

Ho completato il makeup usando gli eyeliner Satin e Matte: si tratta dello stesso eyeliner declinato in finish differenti. Quello matte ha una allure retro ed è perfettamente opaco. Personalmente preferisco il finish Satin, leggermente lucido ma è solo una questione di gusti: finish a parte, sono entrambi ottimi eyeliner, che durano tutto il giorno senza una sbavatura. Per rimuoverli, ho scoperto con piacere, basta semplice acqua calda, e niente occhi da panda dopo!
Hanno un pennellino sottile e affilatissimo, di feltro, per creare linee perfette, da quelle ultra sottili per un look discreto a quelle grosse e più marcate. 



Il tocco finale è stato il mascara Ciglia Sensazionali. Quando penso ai mascara penso automaticamente alla Maybelline. Quando ho comprato il mio primo mascara False Lashes ero ancora al liceo… adesso sto finendo l’università! Direi che mi ci sono sempre trovata bene: e infatti anche questo non mi ha deluso. Il primo pregio che ho notato è che la fuoriuscita di prodotto è molto controllata. Non mi sono trovata, come accade con molti mascara appena aperti, con le ciglia appiccicate in un unico blocco nero e pesante: esce la giusta quantità di prodotto, e lo scovolino curvo fa il resto. Ha la particolarità di catturare anche le ciglia più esterne, avvolgendole e nel frattempo non sporcando al di fuori -cosa che apprezzo sempre molto, perché mi permette di mettere il mascara velocemente senza preoccuparmi. Lo scovolino ricurvo, dicevo, separa le ciglia, regala quel bell’effetto “ciglia finte” che a me piace tanto… senza la scocciatura di armeggiare con colla e pinzette e quant’altro. Soprattutto me le ha incurvate -le ho piuttosto dritte- e allungate. 


Ok, messo di fretta :P
Direi che continuerò ad usare questi prodotti con piacere, anche perché hanno quella piacevole allure un po’ nostalgica… mi fanno un po’ pensare ai prodotti che “trafugavo” da bambina nella trousse di mia madre! :D voi cosa avete trafugato, per primo? 

mercoledì 14 ottobre 2015

Work in progress...


Niente, non riesco a rinunciare un po' di oro "tamarro" al punto giusto! :D sto riorganizzando un po' di cose, sto cercando di creare pagine con tag (ma sarà lunga come cosa) e cose così. E quindi se c'è un po' di disordine, in questi giorni, è tutto a posto! 

Baci,

Laura. 

lunedì 12 ottobre 2015

Ekos eco detergente con estratto di bardana

Pro: un detergente delicatissismo, naturale e multiuso.
Contro: a me non piace molto l'odore.
Prezzo: circa 3,50 euro per 300ml.
Dove: io trovo Ekos da Tigotà. 


Vi è mai capitato di prendere un prodotto in fretta, per caso, quando il supermercato/profumeria/qualsiasi cosa stava per chiudere, e quel prodotto si è rivelato fantastico? D'accordo, potevo immaginarmelo perché Ekos già la conosco, come marca, ma non sapevo facessero anche detergenti per il viso.

Erano le 7 e qualcosa, stavo uscendo, e mi ero già rassegnata a struccarmi con lo shampoo bio (oh, non è mai morto nessuno... credo), quando un Tigotà aperto (quello in via Andrea Costa) mi ha salvato la vita. Ho preso entrambi i detergenti, quello con estratti di bardana e quello con estratti di riso. Ho iniziato con quello alla bardana: quello al riso lo debbo ancora iniziare, ho pensato di usarli uno alla volta per farmene una idea migliore :)
Il profumo: non mi piace. Non è forte, ma è soffocante. Quando uso un po' più di prodotto, o quando lo uso sotto la doccia, mi riempie le narici, diventa quasi fastidioso, mi sembra di non respirare. E sì che a me danno fastidio pochissimi profumi, nella cosmesi. Comunque per fortuna dura poco.
E' liquidissimo, non me lo aspettavo. Preferirei un qualcosa di più corposo, ma solo perché il sapone così liquido mi ricorda quello dei bagni dell'università: questo è infinitamente migliore, ovvio. 
C'è scritto che è per viso e mani; io lo uso principalmente sul viso. Mi piace moltissimo. Dopo essermi struccata bene (sto usando una sorta di acqua micellare della Bionike), lavo il viso con questo, a volte usandolo assieme al Clarisonic. Lo uso mattina e sera anche quando non mi sono truccata.
Fa molta schiuma, la cosa mi è subito piaciuta. Inoltre la pelle non tira, non è arrossata, e gli occhi non pizzicano. Anzi, le prime volte ero un po' dubbiosa perché sentivo la pelle... appiccicosa? E' possibile? :D Allora pensavo di non essermi struccata bene e ripetevo tutto. E invece va bene così, solo che avendo usato per una vita cosa più aggressive, non ero abituata.
Questo alla bardana è antibatterico, quindi immagino possa piacere anche a chi ha qualche problema di brufoletti o pelle impura. 
Sul corpo -l'ho usato quando avevo finito il detergente per il corpo- è molto delicato, anche se come dicevo preferisco non usarlo per via dell'odore.

Lo sto usando da circa un mese, ogni giorno, e non mi ha dato nessun tipo di reazioni o problemi, anzi. Di solito completo la mia routine serale con questa crema
Ekos si conferma un must-have nel mio armadietto del bagno :) non mi dispiacerebbe se uscisse anche qualche crema... o qualsiasi cosa, in generale, dato che mi piace moltissimo come linea! 

martedì 6 ottobre 2015

Essence Make Me Brow Gel

Pro: modella le sopracciglia in modo veloce, naturale ed economico. 
Contro: scarsa tenuta e texture lievemente acquosa.
Prezzo: meno di 4€.
Dove: Coin, OVS.
Ho comprato questo mascara per sopracciglia un po' di tempo fa, circa a fine agosto. E mi è subito piaciuto!
Innanzitutto, mi chiedo come mai Benefit non abbia detto nulla in proposito, dato che mi sembra moooolto simile al loro Gimme Brow! Non solo una questione di packaging e "concetto" -scovolino simile, ecc.- ma anche in quanto a font e nome. In ogni caso, devo ancora provare il Gimme Brow!, ma questo mi pare un validissimo sostituto "poraccio" :D 
I colori tra cui scegliere sono due, io ho ovviamente preso il più scuro. Il colore è marrone intenso, senza la benché minima traccia di rosso spesso presente in molti prodotti per le sopracciglia. Avevo anche paura che virasse un po' al grigio, ma invece è solo un bel marrone, scuro e "normale". 
Lo scovolino è molto piccolo e sottile, "di precisione" potremmo dire, e si riesce ad usare bene su ogni parte delle sopracciglia. 
All'inizio non mi piaceva molto la texture del prodotto. Non mi sembrava un gel... oppure un gel parecchio annacquato. Mi sembrava troppo liquida, acquosa. Probabilmente ero io ad usare troppo prodotto però, se è davvero un gel, mi pare un gel un po' strano. Molto poco gel. Tutto questo per dire che sulle vostre sopracciglia non avrà la tenuta di un vero e proprio gel, ma una tenuta molto più blanda. Il finish è abbastanza lucido all'inizio, ma una volta che il "gel" si asciuga (e ci vuole qualche minuto) è totalmente mat. 
Apprezzo moltissimo la praticità, se debbo essere sincera. Certo le pomate di Anastasia Beverly Hills danno tutt'altro effetto, ma non è neanche male essere a posto con una semplice passata di mascara! Inoltre spesso preferisco questo effetto decisamente più naturale. 
Il limite rispetto a prodotti più blasonati è che non riempie delle sopracciglia un po' vuote. Ovviamente nulla ci impedisce di prelevare il gel con un pennellino angolato e riempire così le sopracciglia: l'ho fatto diverse volte ed il risultato è stato perfetto. 

La tenuta è ovviamente più scarsa rispetto ai blasonati prodotti di cui sopra. E' un mascara da quattro euro con una texture un po' liquida: non potete chiedergli più di otto ore di durata -a me, per inciso, va benissimo. 

Metto le foto dei miei occhi struccati e appena svegli sotto il salto. Così nessuna si prende paura per errore :D comunque, avete prodotti simili da consigliarmi? Questo mi piace molto e lo ricomprerò... a meno che non abbiate qualcosa di imperdibile da consigliarmi! 

giovedì 1 ottobre 2015

Dermaplus per pelli sensibili: #DedicataaTE ♡

Dermaplus per pelli sensibili*
Il mio rientro dalle vacanze non è stato dei migliori: appena tornata a Bologna -capitale dello smog e dell’umidità- dalla bellissima Val di Fassa, ecco una fastidiosa allergia agli occhi. Ancora non ho capito cos’è, ma devo stare parecchio attenta, ora, a ciò che uso. Inoltre alla mia pelle non piacciono questi primi freddi.
Perciò sono stata più che felice di ricevere, ieri, questo bel kit di Dermaplus, composto da un detergente per corpo all'avena, una crema idratante ed una crema deodorante. E' specifico per le pelli sensibili e delicate e non poteva arrivare in un momento migliore! 
Ho iniziato stamattina a provare il detergente, sotto la doccia, e dopo la crema. Vorrei che inventassero un'app per farvi sentire i profumi, perché è davvero ottimo. Inoltre, cosa che apprezzo sempre molto, le confezioni sono a dir poco ENORMI, così le potrò testare ben bene: il detergente, per darvi un'idea, è di ben 500ml.
Tra un paio di settimane posterò le mie recensioni, ma nel frattempo vi aggiornerò costantemente su Facebook riguardo la mia esperienza, usando sempre l'hashtag #DedicataaTE! Vi lascio il link della pagina Facebook di Dermaplus del loro blog, contente utili consigli per una corretta "gestione" della pelle, soprattutto quella sensibile. 

Voi quali accorgimenti usate, al cambio di stagione, per tenere a bada una pelle che fa i capricci? :) 

Back to top