martedì 30 dicembre 2014

Scrub alla papaya, Naturhub

Pro: "Scrubba" divinamente, elimina impurità e cellule morte senza irritare la pelle. In più profuma in modo divino!
Contro: l'unico che mi viene in mente è che si compra solo online, ma non credo che ormai sia più un problema, no?
Prezzo: ora è in sconto a 12€ per 30ml di prodotto!
Dove: qui, su Vivendis.it

scrub alla papaya Naturhub*
Vi ho già detto che non ho avuto il tipico “inizio”, dove da bambina rubavo trucchi e creme alla mamma: probabilmente IO ho regalato a LEI il suo primo rossetto. Ogni tanto le suggerisco di provare qualcosa, ma niente: semplicemente, non è fatta per il mondo della cosmesi.
Le ho consigliato questo scrub, l’ha prima snobbato, come fa con tutto, poi me lo semplicemente fregato, senza eccessiva nonchalance :D Perché in effetti come scrub merita, eccome.

Appena aperto volevo mangiarlo, giuro. Da vedere sembra un sorbetto: sodo, compatto, granuloso e giallo. Il profumo è quello di un gelato di frutta, ma la sensazione sul viso è quella di un trattamento da spa di lusso.
Tra l’altro in questi giorni post-festivi la pelle è un po’ in crisi perché ho mangiato in modo un po’ disordinato, e ho visto una brutta concentrazione di puntini neri sul naso. Nulla di tragico, ma mi sono un po’ allarmata. Ecco: questo scrub usato due volte a settimana ha risolto il mio problema, e senza irritare la pelle o darmi reazioni. 
Il vasetto così piccolo mi spaventava, invece ne basta pochissimo per tutto il viso; i granelli sono finissimi, e quanti ce ne sono! Di solito è una cosa che mi preoccupa: penso sembra che granelli così fini non possano fare molto. Invece fanno, eccome! Anzi, mentre lo usavo temevo fosse troppo aggressivo per la mia pelle delicata: mi sembrava che i lati del naso e le guance andassero in fiamme, e in effetti avevo la pelle un po’ arrossata, alla fine. Il rossore è sparito in due secondi (complice anche il tonico abbinato, di cui vi parlerò bene in seguito), e la pelle era liscissima. Giuro, neanche col Clarisonic ho sentito la pelle così soffice! Ero comunque preoccupato (sì, sono ansiosa, va bene? XD) per eventuali reazioni, dato che è così “potente”, invece lo sto usando regolarmente 2/3 volte a settimana e l’unica reazione è stata la sparizione dei puntini neri da mento e naso :D

Mi sento insomma di consigliarvelo caldamente.  Tra l'altro Naturhub è una azienda italiana, e come ho già avuto modo di dirvi in questo periodo se posso usare prodotti di aziende italiane, lo preferisco. Inoltre è al 100% naturale; questo è l'INCI:
AQUA , POLYETHYLENE, ZEA MAYS OIL, PROPYLENE GLYCOL, CETEARYL ALCOHOL, SODIUM CETEARYL SULFATE, SIMMONSIA CHINENSIS OIL, GLYCERYL STEARATE , PEG-20 STEARATE, POLYQUATERNIUM-7, CAPRYLOYL GLYCINE, TRIETHANOLAMINE, OLEA EUROPAEA OIL, POTASSIUM SORBATE, SODIUM BENZOATE, SORBIC ACID, TETRASODIUM EDTA, PARFUM, DAUCUS CAROTA OIL, IMIDAZOLIDINYL UREA, HEXAMIDINE DIISETHINATE, CARBOMER, SODIUM BENZOTRIAZOLYL BUTYLPHENOL SULFONATE, BUTETH-3, TRIBUTYL CITRATE, TOCOPHEROL, LECITHIN, ASCORBYL PALMITATE, CITRIC ACID

E' acquistabile su Vivendis.it, assieme alla linea completa Naturhub, che tra l'altro adesso ha forti sconti :D
Voi avete riscontrato differente tra scrub "verdi" e "scrub" normali? Io un sacco!

sabato 27 dicembre 2014

Haul post natalizio! :D

Buondì! :D riemerse dai pranzi e dalle cene? Quanti alka seltzer avete consumato? Io mi sento abbastanza orgogliosa di me stessa: un piatto di tortellini un giorno, lasagne quell'altro, e non ho toccato fritti, salse e dolci -a parte qualche ovetto Kinder. Mi sento molto fiera, sì.
Oggi sono uscita sfidando il freddo per usare subito qualche gift card che mi è arrivata sotto l'albero, e per prendere qualche altra cosa.
Ho trovato un fondotinta Youngblood! L'ho preso così, a scatola chiusa, senza averne letto recensioni. In realtà non l'ho ancora fatto per paura: non voglio avere pregiudizi, nel bene o nel male. Sono comunque contenta che sia senza parabeni, e minerale :) costosetto, però. Avrei voluto prendere anche un fondo D&G, da "grande occasione", quello cremoso, ma i colori chiari erano gialli, e quelli scuri... beh, erano scuri e basta.
Poi ho preso un rossetto rosso, ma rosso-rosso. Il numero 999 di Dior, bellissimo, un rosso puro, intenso e bilanciato. Direi che lo sfoggerò a capodanno. Ho ricomprato inoltre un Rouge Coco Shine nel colore Rebelle, uno dei miei colori preferiti. Sempre di Chanel ho preso un blush, nel colore Caresse. Io l'ho preso perché cercavo un illuminante: solo dopo ho visto che è proprio un blush. Ma chi mi vieta di usarlo come illuminante? :D è abbastanza chiaro per farlo!

Sono passata da Tiger e ho preso qualcosa di luccicante per decorare un delizioso planner che mi sono auto-regalato per Natale, che però non vi ho ancora fatto vedere. Pensavo di fare un post con agende, pianificazione, cose così... dite che vi può interessare? :D Poi ho preso un cavo per l'iPhone e ho scoperto solo dopo che è decisamente vistoso. Meglio.
Poi ho preso patatine alla panna acida perché sono una cicciosa.
E chips di mela, per sentirmi meno in colpa.

Vado a provare subito il blush! :D a prestissimo con tutte le recensioni!




giovedì 18 dicembre 2014

Regali di Natale in anticipo da Vivendis e Naturhub! 。◕‿◕。

Babbo Natale è arrivato in anticipo! Poco fa, tornata -mezza congelata- dalla biblioteca, ho trovato un bel pacchetto ad aspettarmi davanti alla porta. Gentile, graditissimo omaggio di Vivendis, un e-commerce tutto verde: dentro al pacco c'erano maschera all'acido jaluronico, uno scrub alla papaya ed un bel tonico rinfrescante a completare il tutto! Tutto a marchio Naturhub, senza parabeni, verde al 100% e cruelty free. E' strano come queste cose, nel corso del tempo, abbiano assunto per me un'importanza crescente: quando ho aperto questo blog non ci badavo minimamente, adesso è la prima cosa a cui guardo, soprattutto quando si parla di skincare. Davvero, la mia pelle è cambiata in modo incredibile. 
Stasera metto su una piccola spa casalinga! :D sono curiosissima di provare lo scrub alla papaya: ha un profumo divino, viene voglia di mangiarselo. Naturalmente, recensirò il tutto per bene!

mercoledì 17 dicembre 2014

Un giveaway piccolo piccolo ✿♥‿♥✿

Così, senza anticipazioni particolari né un perché :D cioè, il perché è che volevo ricominciare a fare give da parecchio, ma bisogna starci dietro ed organizzarli bene, e finora non ho avuto troppo tempo. 
Piccolo piccolo perché è solo una palette. Ma che palette, signore mie! :D questa è la mia recensione, e questa qua sotto è quella per voi :) è una palette altamente shimmer: se amate gli ombretti particolarmente luminosi, non potete farvela scappare. Se non li portate molto... è l'occasione giusta per iniziare! E' di Physicians Formula, marchio che inizia a comparire in Italia, ma io questa l'ho acquistata durante il mio haul a Rouen.
Il packaging con pizzo vero e la mia recensione parlano da sé, quindi vi lascio alle regole, dopo il salto.

lunedì 15 dicembre 2014

Le Fond de Teint, Avril.

Pro: uniforma, è confortevole, costa poco ed è tutto verde! :D
Contro: non piacerà a chi ha la pelle grassa. Non è a lunga durata.
Prezzo: 8 euro per 30ml!
Dove: io l'ho preso della Bioprofumeria di via San Vitale, a Bologna. 

Sono abbastanza soddisfatta: ho preparato in due settimane un esame abbastanza spinoso, proprio difficile in realtà. O forse sono io che non sono troppo portata per la contrattualistica agraria dell’altomedioevo. Comunque: ora sono un po’ più libera, e meno ansiosa.
Non sono uscita molto di casa in questo periodo, ma quando l’ho fatto ho usato quasi sempre questo fondotinta. Ne ho lette di ogni, spesso cose poco positive: ma perché? A me sta piacendo tanto!
D’accordo, l’odore è allucinante. Mi ricorda una medicina per la gola che prendevo da bambina, un odore dolciastro, come di fragola, ma più sintetico. No, qua non ci siamo.
La consistenza è molto, molto liquida, un po’ come per il Flawless Oxygen Wow di Benefit, che tra l’altro mi viene in mente anche per altri motivi: il finish è simile. 
Si stende bene, quindi, ed io uso semplicemente la punta delle dita. Quello che mi piace della texture è che non è pastosa, non si fissa: il mio unico vero fondo bio, quello Benecos, ha circa mezzo secondo per essere messo, dopodiché si fissa in una unica ingestibile maschera gessosa. Che poi sia bello coprente e mi piaccia anche quello, è un’altra cosa :D Questo si lavora bene, è leggermente idratante -ma non unto, assolutamente- e dopo qualche secondo si fonde bene con l’incarnato. Dopo qualche secondo, fate attenzione: i primi momenti ero un po’ delusa perché mi sembravo un po’ una bambola di gesso, ma quando mi sono specchiata di nuovo mi è piaciuto molto. 
La critica principale che viene mossa a questo fondo è quella di non coprire molto. E’ vero, ma io non ho bisogno di molta coerenza: mi basta qualcosa che uniformi bene l’incarnato, sia naturale e magari copra qualche piccolo brufolino. La sfortuna è che l’ho testato soprattutto nei giorni prima dell’Esame*, quando non c’è fondotinta/clarisonic/terapia ormonale che conti: il brufolazzo da stress si nasconde solamente cambiando riga dei capelli. Mai nei giorni non di stress a me la coprenza di questo fondo basta tranquillamente, magari con un po’ di correttore sotto. 

Il mio colore è Clair, il più chiaro, dal sottotono neutro e bilanciato. Ci sono in totale quattro tonalità. 

Riassumendo, per me il pregio maggiore è quello di essere un fondo totalmente verde che risulta naturalissimo sul viso -non è così scontato, e che costa molto poco: appena otto euro.

Per quanto riguarda la durata, lì magari potrebbe migliorare, perché dopo cinque o sei ore se ne stava andando. Il comfort c’è: non è idratante e quando sarà più freddo magari lo mischierò alla crema idratante, ma non secca la pelle e non tira. Non lo consiglio però a chi ha problemi di pelle lucida: sul naso potrebbe diventare, come dire, un po’ troppo naturale.
Tra l'altro mi piace il packaging: è piccolo piccolo eppure contiene i consueti 30ml. 

Mi dico insomma soddisfatta di questa grossa spesa :D vi lascio l’INCI.
E... cosa mi consigliate di regalarmi per festeggiare l'ingresso alla magistrale con un bel 30? :)
Aqua, Caprylic/Capric Triglyceride, Dicaprylyl Carbonate, Simmondsia Chinensis Seed Oil*, Alcohol, Glyceryl Stearate, Glyceri,, Lauryl Laurate, Polyglyceryl-2 Dipolyhydroxystearate, Microcrystalline Cellulose, Benzyl Alcohol, Sodium Stearoyl Glutamate, Sclerocarya Birrea Seed Oil*, Glyceryl Caprylate, Helianthus Annuus Seed Oil, Parfum, Xanthan Gum, Medicago Sativa Extract*, Silica, Tocopherol, Cellulose Gum, Dehydroacetic Acid, Sodium Phytate, Sodium Benzoate, Dendrobium Phalaenopsis Flower Extract, Soduim Hydroxide, Citric Acid, +/- CI 77491, CI 77492, CI 77499, CI 77891.

*con la maiuscola, perché è il primo esame della magistrale ed ero po’ tesa/emozionata/poca voglia di studiare :D

sabato 6 dicembre 2014

Essence Gel Eye Pencil in #6 Cocoa Bean

Pro: resiste a tutto, per tutto il giorno. E' pazzesca.
Contro: nessuno sinceramente. 
Prezzo: circa 3,80€
Dove: Coin, OVS.

Niente, sto cercando di studiare per un esame, dopo quasi un anno che non ne do. Difficile? Di più, soprattutto perché non è che i contratti agrari dell'anno Mille siano proprio la mia passione* 

Comunque, stacco un pomeriggio per parlavi di questa matita. E’ il mio ultimo amore, e soprattutto è marrone -se mi seguite, sapete che da un anno a questa parte le matite e gli eyeliner marroni sono la mia passione. Ed in effetti mi serviva qualcosa di Essence perché insomma, ero un po’ in lotta con questo brand che ultimamente mi ha delusa**
Comunque, questa è la Essence Gel Eye Pencil nel colore Cocoa Bean, il n.6.
Il colore è un marrone scuro, abbastanza banale. Ultimamente prediligo il marrone anziché il nero perché è più delicato, meno aggressivo. Stavo anche pensando di prendere un mascara marrone, ma forse quello sarebbe troppo delicato :D 

La prima cosa che ho notato con piacere è che è automatica e la confezione di plastica è bella resistente: niente temperino quindi, e niente paura che si spezzi. Molto bene.
Poi mi sembra anche totalmente senza brillantini. Bella mat, una matita di quelle “vecchio stile”.
Ma, quindi, cosa ha di così particolare? Non sbava e non si toglie neanche a piangere (e ho pianto quando la avevo addosso. Sapete, Up mi fa questo effetto). Ed anche col bifasico la mattina dopo avevo un po’ di alone attorno agli occhi.
Non cede, non crolla, resta intatta dodici ore ed anche più. Sapete cosa mi ricorda? Le Glide On di Urban Decay: quando le metti hai qualche secondo per sfumarle, dopodiché nulla le smuove più. Qua manca quel tempo, nel senso che ho provato a sfumarla ed era già fissata. Altra differenza è che le Glide On costano circa 18-20€, questa 3-4. 
Non è nulla di eclatante, intendiamoci. E’ una matita di un bel colore che resiste davvero a tutto per molte ore. Non dovrebbero farlo tutte le matite occhi? Non so, io sono abbastanza fortunata perché sulla mia pelle quasi tutti i cosmetici resistono abbastanza (per capirci: non sono mai stata soggetta agli occhi da panda da 13enne, ecco), ma mi è capitato ogni tanto di avere qualche antiestetica sbavatura di nero.
Poi ecco, costa una inezia. In giro ci sono un sacco di matite ottime come le sopracitate Glide On UD… ottime e costose. Questa fa un ottimo lavoro a meno di 3-4€.

Vi ho dato un suggerimento per gli acquisti o ho scoperto la famosa acqua calda? :D

Tra l’altro, mi scuso anche per le foto: era una di quelle cose che non pensavo di recensire, e invece mi è piaciuta, così ho fatto le foto dopo averla usata un paio di volte. Il clima e la luce hanno fatto il resto ¬__¬

*provateci voi, a ricordarvi la differenza tra contratto di livello, enfiteusi, colonato e mezzadria! :D

**tipo, il mascara Princess Lashes. Dov’è? Eh? Eh?

lunedì 24 novembre 2014

Kiko Precision Lip Pencil in 311 "Rosa Guava".

Pro: adoro il colore! E adoro anche il prezzo :)
Contro: nessuno, sinceramente.
Prezzo: circa 5 euro. Adesso è in sconto a 3!
Dove: monomarca Kiko oppure online qui.

Ho un brutto rapporto con le matite labbra. Capitemi: sono nata nel '90, attorno a 2002 avevo 12 anni, e in giro si pensava che avere il rossetto marrone e uno spiccato contorno labbra di un paio di toni più scuro fosse una buona idea. Insomma ho dei traumi. 
Però io ho bisogno della matita labbra, perché il mio contorno non è molto definito. La mia preferita è quella Wjcon, ma cercavo qualcosa di colorato. Questa Kiko mi ha attirata... beh, ovviamente per il prezzo: se si vogliono provare cose nuove è meglio farlo con qualcosa sotto i 10€. Ed anche per il colore: è un rosa carne, scuro, meraviglioso. E' il n.311, Rosa Guava.
Si sfuma bene, e questo per me è importante, perché non la uso solo sul contorno labbra ma voglio sfumarla perfettamente anche verso l'interno -le labbra delle girlband 2000s continuano a tormentarmi. La mina è morbida al punto giusto: come dicevo, si sfuma, ma non sbava. 

Ovviamente è perfettamente mat. Io l'avevo comprato anche per usarlo con il mio rossetto preferito, cercando un colore che si avvicinasse il più possibile. Essendo il See Sheer un po' trasparente e lucido, la matita sotto ne intensifica e ne esalta il colore. Risultato: il colore che porto da tutto l'autunno <3 inoltre la matita come base è un ottimo modo per far durare il rossetto più a lungo.
Ma fa il suo dovere? Ovvero: impedisce al rossetto di andarsene a spasso per la mia faccia? 
Sì. Un secco "sì". Già questo basterebbe a promuoverla a pieni voti, ma aggiungo la lode per il colore meraviglioso :) 
Per la durata sono mio solito piuttosto inaffidabile, sul versante labbra: ho sempre la bottiglietta d'acqua in mano! Però ieri, ai seggi (giornata caotica con pochissimo tempo per bere), avevo questa matita con sopra il See Sheer, e hanno retto cinque ore buone! Il See Sheer da solo è scarso sul versante durata, quindi la matita è proprio valida. Tra l'altro, lo swatch sulla mano ha fatto decisamente fatica a venire via.
Credo proprio che approfitterò della promozione per prendere una matita rossa da usare con rossetti più audaci :) altrimenti, voi ne avete da consigliarmi? 

martedì 18 novembre 2014

。◕‿◕ I miei prodotti eco-bio ed eco-nomici 。◕‿◕。

E' da quasi un anno che per viso e capelli uso esclusivamente prodotti ecobio. Prima ero restia, per due motivi: il fanatismo attorno a queste cose - io lo sono solo per i capelli e per la crema notte, in maniera minore per il fondotinta/bb cream-, ed il costo. Non so perché ma ero convinta che costassero uno sproposito -alcune volte è vero, ma in generale ho notato che il prezzo è minore rispetto ai prodotti da profumeria. Sarà che il packaging è più spartano e non vengono assunte modelle/attrici per la pubblicità. Inoltre molte sono piccole aziende ed insomma, se posso preferisco aiutare una piccola ditta che non una prestigiosa casa già affermata. 
Ecco quindi la mia sintetica lista dei miei prodotti preferiti eco-bio ed eco-nomici :D se avete qualcosa da aggiungere, ne sarei entusiasta!

venerdì 7 novembre 2014

Physicians Formula Shimmer Strips Eyeshadow Palette

Pro: una palette piccolina, ma con tutti gli ombretti occorrenti per occhi luminosi :D la qualità è ottima. 
Contro: per me la reperibilità, ma alcune ragazze mi hanno detto che Physicians Formula inizia ad apparire in Italia! Ora si tratta solo di scoprire dove.
Prezzo: circa 20€.
Dove: continuate a segnalarmi i vostri avvistamenti di Physicians Formula! Perché altrimenti non saprei proprio dove procurarmela qui in Italia. 

Altro acquisto francese, oggi! Da quanto tempo non recensivo degli ombretti, eh? E da quanto non mi davo agli ombretti shimmer? E questi, per me, sono davvero speciali.
Sapete che di solito spendo poche parole sul packaging, ma qui mi sembra doveroso farlo. E’ graziosissimo, pratico e lussuoso. Vedete quei pizzi? Non sono disegnati! Sono pizzi-pizzi :D adoro il pizzo, non manca mai nel mio guardaroba… e sono contenta che sia entrato anche nel mio makeup.

lunedì 3 novembre 2014

Bourjois Shine Edition Lipstick in 26 Beige Démocrachic

Pro: adoro questo nude! E' perfetto per me. In più non sbava e dura abbastanza a lungo. 
Contro: nessuno: Bourjois è facilmente reperibile online.
Prezzo: non ricordo quanto l'ho pagato in negozio; su Asos i rossetti Bourjois costano circa 8€.
Dove: Asos.com

Mi ricordo che quando ero ragazzina Bourjois si trovava ovunque. Mi ricordo in particolare un fondotinta che mia madre definì "ambiguo" -io ero troppo piccina ed ingenua per capire. Ora, riguardandolo, sì, lo è, ed anche parecchio. Ma non mi attirava più di tanto: la trovavo troppo "sofisticata", poco adatta ai primi passi nel mondo della cosmesi.
Poi è scomparsa, ed ora mi piacerebbe poterla ritrovare facilmente. Riassumendo: perle alle cinne*.
Andando in Francia mi sono trovata davanti una scelta cosmetica formidabile, e ho preso un piccolo pezzetto di Bourjois: questo rossetto, deliziosamente nude ed autunnale, ma al contempo luminoso.
Il packaging è lussuoso e stravagante assieme: verde e argento? Orrore! Invece è carino, non l'avrei mai detto di un accostamento del genere. E' in metallo, bello pesante.
Del colore, dicevo prima: un bel nude, luminoso, col finish lucido, ma non troppo. Più lucido di un rossetto normale, ma non è un ibrido rossetto-gloss e neanche lipbalm. E' il n.26, Beige Démocrachic. Anche voi vedete un colore un po' rosa/malva o come al solito io coi colori sono pessima?
E' facile da stendere, e basta una passata per un tocco di colore, ma con due si ha un colore pieno ed intenso. Una cosa che ho molto apprezzato, davvero, è che non occorre una matita labbra, di nessun tipo: a fine mattinata mi sono specchiata ed ho notato con piacere che non sbava né esce dal contorno labbra.
La durata è abbastanza buona, considerando che ha un finish lucido e che quindi, per forza di cose, dura meno di un rossetto "tradizionale". Su di me dura circa quattro ore.
Un'altra cosa che ho apprezzato è il comfort. Non idrata, questo no (peccato, altrimenti sarebbe stato il rossetto perfetto), ma non è neanche fastidioso dopo qualche ora, come invece accade persino con rossetti più blasonati.
flash
luce naturale
Anche se non ha, come dicevo più sopra, bisogno di matita labbra, non mi dispiace utilizzarlo con sotto una matita Kiko -che non credo di aver ancora recensito, tra l'altro... spoiler: è fantastica!; poiché così ovviamente il colore diviene più scuro ed intenso, e naturalmente dura più a lungo.
Ma in ogni caso, anche da solo, questo rossetto regala grandi soddisfazioni.

Non è, ovviamente, il nude della mia vita, ma siamo sulla buona strada :)


*mocciosa, ragazzina, in dialetto bolognese.

venerdì 24 ottobre 2014

Une BB Cream Max Foundation

Pro: un fondo/bb cream bio coprente. 
Contro: non è decisamente adatta alla mia pelle: troppo secca!
Prezzo: circa 20€.
Dove: non ne ho idea, francamente, neppure online. Io l'ho preso da Target, in Francia.

 Quante cose si scoprono. Ad esempio, ricercando l'inci di questa bb cream, ho scoperto che Une è la sezione bio di Bourjois -che però ha qualcosa di "verde" anche nella linea base, quindi perché una linea a parte francamente introvabile?

Comunque. Ieri vi ho chiesto se per oggi avreste voluto una recensione positiva o meno, ed eccomi in tutto il mio disappunto. Innanzitutto, nella confezione -carina, a scorrimento, pratica, e tante altre cose buone (cit.)- non ci sono né specchio né spugnetta. L'assenza di spugnetta, e di un posto dove riporla, non mi piace: significa niente ritocchi fuori casa, e come vedremo qua ce n'è bisogno, di ritocchi al volo. Voglio dire, la spugnetta te la danno Max Factor e Maybelline per meno di 15€, e qua nulla.
Prendo una delle mie spugnette, e provo ad applicarlo. E qui non capisco: non capisco se sia la texture della bb cream ad essere poco omogenea, o la mia pelle a non essere adatta. La texture è secca, e sin dal primo momento sottolinea ogni imperfezione, invece che minimizzarla. Zone secche: un disastro, davvero. Pellicine in evidenza da subito, quando normalmente può capitare a fine giornata. Sento la pelle che tira, faccio fatica a stenderla: non si distribuisce in modo omogeneo, e finisco un po' a chiazze. Dieci minuti dopo -che, per me, per stendere il fondotinta sono una enormità- ritrovo una parvenza di incarnato "normale", ma po' mascherone. Un po' gessoso, diciamo. 
Una cosa positiva è che è coprente: di solito i prodotti verdi sono un po' carenti sotto questo punto di vista.

Sulla mia pelle dopo già 4 ore scivola via che è una bellezza. Ho alcune zone secche -solchi nasolabiali, fronte, mento- dove il prodotto tende a depositarsi evidenziando le pellicine, come già scritto sopra -ma ovviamente dopo ore la situazione è peggiorata. Nelle altre zone sparisce e finisco a chiazze.
Sono altresì perplessa sulla nomenclatura "bb cream". Adesso, non vorrei ritirare fuori il meme più bello del mondo, ma... no, lo ritiro fuori, perché è bello è veritiero: non è una bb cream.
Una bb cream dovrebbe idratare, coprire al punto giusto, essere naturale e correggere. Qui si corregge a basta, infatti io ora la uso come correttore. 
Lo consiglio? Ovviamente NO. Almeno non a ragazze che hanno il mio tipo di pelle, mista con zone secche, ma non unta o oleosa. Non so, forse alle ragazze con la pelle grassa potrebbe piacere: immagino che "tenga" bene un naso lucido e come già detto è coprente al punto giusto.

Ma se chiedete a me, è un no deciso.
Qualcuna di voi la conosce? Magari qualcuna con la pelle opposta, così abbiamo diversi pareri? :)

martedì 21 ottobre 2014

Physician's Formul Tinted Moisturizer

Pro: idrata, è 100% naturale sia come effetto che come ingredienti.
Contro: più dei pro, temo: prezzo e reperibilità; inoltre non è adatto a chi ha la pelle oleosa o grassa.
Prezzo: circa 20€.
Dove: procuratevi una amica che va negli States, oppure eBay. Io l'ho acquistato in Francia, in una catena chiamata ParaShop. 

Parliamo di quanto sia faticoso vivere in una città dove il tasso di umidità oscilla tra l’80 ed il 100%? E’ decisamente faticoso: i miei capelli fanno orrore la maggior parte del tempo ed in questo periodo persino la mia pelle, che non ha mai avuto questo problema, tende ad essere lucida.
Questo per dirvi che probabilmente non è colpa di questo fondotinta: semplicemente tra me e lui manca la giusta sincronizzazione.

venerdì 17 ottobre 2014

Un haul cinesissimo! :)

Lo dico subito, così mi tolgo questo "peso": ho preso i tarocconi delle Naked. Di tutte: 3 in un colpo solo! 
Il perché è presto detto. Ero curiosa di vedere se tra gli originali Urban Decay e i falsi made in China -ho controllato: anche quelle vere sono made in China, per la cronaca- c'è questa gran differenza. Lo faccio per amore della scienza, quindi :)
Naturalmente già che prendevo un falso, ho preso tra i più economici: ho letto di falsi a 40€, ma a quel punto con 8€ in più si può prendere quella vera... non è una grande differenza. Io ho preso il pacco da tre Naked (1, 2 e 3) su AliExpress, anche per provare il sito: tutto perfetto. Consegna in un mesetto, tempo standard per i siti di questo tipo, niente dogana e spedizione gratuita. Il tutto mi è costato 17,94$... più o meno come un ombretto singolo di UD :)
Non mi stancherò mai di scrivere in caps lock che sono FALSE. Io posseggo, di originale, solo la 2, che è un mio grande amore: usatissima, consumata... vissuta. Ovviamente il paragone tra originale/imitazione lo farò con quella, ma conosco abbastanza bene gli ombretti UD (qui il tag di Urban Decay: come potere vedere ho una certa esperienza coi loro prodotti!) per poter confrontare anche le altre.
Ieri ho testato la 3: il packaging è quello che mi sembra più curato, e gli ombretti hanno resistito dal pomeriggio fino a notte fonda. Ovviamente questa è solo una primissima impressione: mi ci vorrà un po' per testare tutti questi ombretti!

lunedì 13 ottobre 2014

Essence Soo Glow Highlighter

Pro: dura a lungo e costa poco! :D 
Contro: sinceramente nessuno. Ma potreste fare fatica a trovarlo: sparisce in fretta!
Prezzo: meno di 5€
Dove: Coin, OVS.

Ci sono determinati prodotti che sembrano essere possesso esclusivo di brand costosi: fateci caso. Tipo, fino a qualche anno fa le tinte labbra, quelle liquide, erano solamente Benefit che le smerciava ad convenientissimo costo di 32€ la boccetta. Poi il mercato delle tinte si è allargato e fortunatamente ora ci sono tinte labbra decenti anche a meno di 10€.
Gli lluminanti NO. Ne avevo già parlato recensendo Watt's Up! di Benefit: carino, buon prodotto, ma 32€ non credo che ce li spenderò di nuovo, grazie. 
E insomma Essence si è messa a fare illuminanti. E non sono neanche male, anzi! Questo l'ho comprato assieme ad un duo rossetto-gloss H&M nei toni nude, e l'insieme è perfetto per un make up autunnale ma al contempo luminoso.

martedì 7 ottobre 2014

Un week end sfortunato :(

E niente, a questo giro mi è andata male. Male? Malissimo.
Sono stata decisamente sfortunata. Mi ero preparata al meglio, avevo messo in valigia vestiti di tutti i tipi, pesanti e leggeri, pronta a coprirmi al primo vento per godermi al meglio Rouen e dintorni... e niente, dopo una prima mattinata esplorativa mi sono dovuta mettere a letto con un febbrone allucinante, che mi dura tutt'ora.
In quella breve mattinata ho fatto in tempo a dare un'occhiata a qualche chiesa... ma dall'esterno, purtroppo: se capitate da quelle parti, controllate gli orari di apertura in anticipo, perché sono abbastanza infidi. Tipo, alcune chiese sono aperte solo lunedì e venerdì dalle 10.00 alle 12.00. Ho visto il centro che è molto carino e molto più grande di quanto pensassi, un parco bellissimo dove sono rimasta in adorazione della statua di Rollo, uno dei primi conquistatori normanni. Dentro alla cattedrale ci sarebbe anche la sua tomba, ma... esatto, la cattedrale era chiusa, questa volta per lavori o riprese, non ho ben capito. Insomma, il mio week end fortunato :(

lunedì 29 settembre 2014

Eyeliner Tiger

Pro: è un eyeliner che fa da base ombretto, correttore, matita labbra e illuminante...
Contro: ... ma non fa l'eyeliner :D inoltre ha una reperibilità limitata.
Prezzo: circa 3 euro.
Dove: monomarca Tiger.

Adoro fare queste scoperte. Adoro trovare prodotti così: low cost, poco conosciuti e soprattutto multi uso. 
Sapete che non riesco a resistere ai prodotti rosa carne. Agli eyeliner chiari, per ingrandire l'occhio. Però... però come eyeliner mi ha delusa: troppo gessoso, troppo bianco, impasta le ciglia superiori ed inferiori. Insomma l'ho subito bocciato.
Poi un giorno l'ho ripreso in mano quasi per caso e ho iniziato a sperimentare. Base per ombretto? Quasi: bisogna trovare l'ombretto giusto. Se si usa un ombretto un minimo polveroso, non vi dico il pastone :/ ma con la texture giusta... è una base favolosa! Lo "àncora" bene alla palpebra e non se ne va più. Continuando a sperimentare sugli occhi, ho notato che è quasi identico ad un prodotto molto famoso, l'Eye Bright Benefit. Che però costa quasi 20€, e questo è fondamentalmente il motivo per cui non l'ho mai ricomprato. Di conseguenza ho usato questo "anonimo eyeliner carne" esattamente ho usato l'Eye Bright: l'ho messo appena sotto le sopracciglia per "delimitarle", alzarle, ingrandire lo sguardo. Ed in questa modalità mi è piaciuto tanto che lo sto consumando!
Altri usi? Certo. Ma sul viso. E' un correttore -anche se non ho mai amato i correttori a matitone- un po' pesantuccio ma il tono è perfetto e si sfuma bene. Copre anche moltissimo. Anzi, nella foto dello swatch il colore è perfetto, sembra proprio un correttore, non trovate?
E se si ha pazienza di sfumarlo perfettamente, attorno alle labbra assicura che nessun rossetto/gloss se ne vada a spasso per il viso. Inoltre fa durare il rossetto molto a lungo :)

Insomma, fa un sacco di cose... tranne quello che dovrebbe fare! :D ma sono più che soddisfatta e credo proprio che lo ricomprerò. Mi scuso per le foto a dir poco oscene: odio fotografare un prodotto aperto/usato ma neanche pensavo di recensirlo... l'ho deciso solo dopo averlo testato molto a lungo -l'ho infatti comprato a metà agosto! 
Ah, vi ho già detto il prezzo di tanta meraviglia? Circa tre euro.
L'unico contro per me è la reperibilità. Tiger ha aperto a Bologna da pochi mesi, è un posticino interessante, ci si trovano cose carine a buon prezzo (vedi i miei pesetti per allenarmi! XD), ma non so in quante altre città ci sia. In ogni caso, se passate per Bologna fateci un salto perché merita, anche solo per questo matitone! :)

lunedì 22 settembre 2014

Il mio beauty... in viaggio!

Tra qualche giorno partirò per un brevissimo (quattro giorni appena) viaggetto in Normandia, a Rouen, per il matrimonio del fratello del mio ragazzo. 
Quattro giorni sono pochi, ma l’occasione mi richiede -anzi, lo voglio io!- di essere impeccabile. Inoltre uno spostamento, per quanto breve, è sempre uno stress soprattutto per la pelle e mi dicono che il clima della Normandia, anche se ad inizio ottobre, non è dei più piacevoli -figuratevi, io sono felice quando qui ci sono 40°. Mi dicono che ad inizio ottobre a Rouen sia tipo da noi dicembre, e so già che morirò di freddo .___.
Quindi ho dovuto “studiare” bene il beauty case per l’occasione, anche perché i limiti per il bagaglio sono notevoli, e fare rientrare tutto l’occorrente in uno spazio ridotto...

martedì 16 settembre 2014

Essence Maximum Lenght Volume Mascara

Pro: allunga davvero! E allunga tanto!
Contro: preferirei qualcosa di più volumizzante, e forse sta andando fuori produzione. 
Prezzo: circa 2 €.
Dove: OVS, Coin, ovunque sia venduta Essence.


 Sto riprendendo a postare più regolarmente! :D sono abbastanza soddisfatta. E soprattutto riprendo coi mascara: adoro recensirli, è decisamente la tipologia di prodotto che prediligo.

Soprattutto se ne trovo uno molto buono, molto reperibile e molto low cost. A dir la verità speravo di trovare anche qualcos'altro ai saldi Essence, ma sono abbastanza soddisfatta così, dai*
Quando l'ho aperto ho un po' storto il naso, perché non amo molto i mascara così a pettinino. Vi ricordate quando sono andati un sacco, tipo nel 2003/2004? Ecco, allora NON funzionavano -almeno su di me- e ne ho un pessimo ricordo. Inoltre aprendolo -e leggendo l'etichetta che NON avevo letto- ho scoperto che contiene fibre: questa cosa mi piace parecchio, quindi nonostante lo scovolino non di mio gusto mi sono decisa a provarlo.
Ho scoperto che in più di dieci anni ne hanno apportate di migliorie allo scovolino a pettine! XD seriamente, mi sono ricreduta. E' vero, non infoltisce molto e volumizza poco, ma allunga e separa magnificamente. Immagino che l'allungamento assurdo sia dovuto alle setole, così come quel poco di volume. La prima passata rischia di lasciare le ciglia un po' a ciuffetti, diciamo, senza separarle bene. Ma ho aspettato circa 30 secondi, ho dato al mascara modo di asciugarsi un po', ed ho fatto una nuova passata: perfetto :)
Un'altra cosa che ho apprezzato parecchio è che incurva: trovo che sia una cosa che pochissimi mascara fanno. 
La durata è favolosa. E non solo quella: molti mascara si "spezzettano", cadono... questo invece resta al suo posto tutto il giorno, e la sera si strucca bene con semplice acqua calda.

Non credo che lo ricomprerò, tuttavia, perché amo cose più "vistose" e volumizzanti, ed anche perché credo che, se era in saldo, vada fuori produzione :( quindi, se vi ho incuriosite, fatene scorta ora che potete! 

*vabbè, lo confesso: ho trovato anche gli smalti Sinful Colors! Ne ho presi due :3

P.S.: il libro che fa da sfondo al mascara è "Sacro convivio, sacro digiuno: il significato religioso del cibo per le donne nel medioevo", di Caroline Bynum. Molto, molto bello. 

venerdì 12 settembre 2014

Rouge Infusion, Sephora.

Pro: il mio colore, Tangerine Ink, è molto bello. La texture è fresca e non appiccica le labbra.
Contro: però dura poco, è poco omogeneo e costa troppo per le sue "prestazioni".
Prezzo: circa 14 €.
Dove: store Sephora oppure online qui.


Recensione "agrodolce", oggi. Ieri su fb vi ho chiesto se avreste preferito una review positiva o una negativa: è uscito un 50-50, ed ho il prodotto perfetto!

Mia madre mi ha spinta a prendere questa tinta labbra, per via del colore: si era fissata che fosse il mio: per me è insolito, ma mi piace molto perché differisce dai soliti corallo o rossi. lo trovo "maturo", nel senso "non da ragazzina", non nel senso "vecchia". E' il n.08, Tangerine Ink. In tutto ci sono 14 scelte di colore.
Il packaging mi perplime. Sapete cosa mi ricorda? Presente quelle provette degli esami del sangue -e anche di qualcos'altro? Ecco. Ditemi se non è uguale!
Il profumo è forte, piuttosto chimico, però personalmente mi piace parecchio. Frutta sintetica, diciamo.

Il sito di Sephora riporta "Un impalpabile gloss effetto bagnato che lascia le labbra morbide e non appiccicose, vestendole di un colore intenso per 10 ore". Direi che di questa frase solo il "non appiccicose" è veritiero: e per una tinta labbra è già un bel successo! La texture è in realtà piuttosto piacevole, fresca, con una passata il colore è trasparente, con due più intenso e perfettamente coprente. E qua debbo dare ragione a mia madre -ahia!: il colore mi sta proprio bene, anche se forse è un po' impegnativo, nel senso che ancora debbo capire bene con cosa abbinarlo.
Non secca troppo le labbra, e questo è un altro punto a favore, ma la tenuta è pessima. Non scarsa, proprio pessima. L'ho messo per una pranzo con il mio ragazzo, e persino lui -ripeto, maschio di 24 anni, quindi la persona meno attenta al make up di questo mondo- mi ha chiesto cosa avessi fatto alle labbra. Sì, perché non svanisce semplicemente. Eh no, troppo facile. Questa tinta labbra ama depositarsi sul contorno labbra e ovunque ci sia anche il più minimo accenno di secchezza. Diventa poco omogeneo, lascia chiazze... e questo dopo neanche due-tre ore, che per una tinta labbra è pochissimo, non trovate? 
Ah, precisazione: è chiamato "gloss", ma io preferisco "tinta labbra" perché l'effetto è quello e ha tutti i difetti tipici delle tinte labbra, ossia l'evidenziare il più piccolo difetto delle labbra ed il poco comfort. Inoltre non è affatto lucida come viene reclamizzata.
Salvo il colore che, lo ammetto, è davvero bello... per quelle due ore che regge :( a suo sfavore anche il prezzo: io penso che 14 € non siano giustificabili in questo caso. 
Voi avete provato questi "gloss"? No perché vorrei sapere se sono la sola che si è trovata piuttosto male...

mercoledì 3 settembre 2014

Tony Moly Petite Bunny Gloss Bar (II) + chiacchiere varie ed eventuali

Pro: ma guardateli! GUARDATELI!
Contro: scarsamente reperibili purtroppo. E durata che lascia a desiderare.
Prezzo: su eBay circa cinque euro.
Dove: eBay, oppure fate amicizia con qualcuno/a che parla fluentemente coreano e che ci va abbastanza spesso. 

sabato 23 agosto 2014

Lip Essentials

E’ da un bel po’ di tempo che non faccio un post del genere*, e mi mancava! Il bello dei post “di gruppo” è che puoi parlare di tanti prodotti alla volta, e per tutte le esigenze: per esempio, i prodotti di questo articolo vanno da 4/5 euro fino ai 32 circa, e si passa da texture gelatinose a rossetti semi-mat. 
Questi sono, insomma, i miei prodotti mush have per le labbra. I rossetti, gloss o lipbalm con cui mi trovo bene e mi sento “sicura” al 100%, in termini di comfort, resa, ecc…
Sono anche sicura che, tra tutti questi, troverete certo qualcosa che fa per voi! :) 
Back to top