sabato 26 ottobre 2013

theBalm Fratboy Blush

Pro: un blush naturalissimo e modulabile con un buon prezzo e un packaging molto grazioso.
Contro: francamente nessuno. 
Prezzo: circa 17 euro.
Dove: The Balm è distribuito dalle profumerie La Gardenia. A Bologna in via dei Mille.

ma di questo "nuovo" sfondo cosa ne diciamo...?
"Frat boy".
Cos'è un frat boy? O meglio: chi è un frat boy? Avete presente quei ragazzi da commedia universitaria americana, quelli alti belli biondi spalle larghe*? Ecco: lui è un frat boy.
Per una beauty blogger, invece, Frat Boy è un blush. Ho scoperto The Balm con l'illuminante Mary Lou Manizer (che è andato in mille pezzi, che è stato ricompattato, che è andato nuovamente in mille pezzi e che è infine stato buttato) ed è stato amore, per motivi molto semplice: un ottimo rapporto qualità-prezzo e packaging adorabili. E' tipo Benefit, però senza dover vendere un rene, ecco.


Questo è un regalo di compleanno della mia migliore amica, l'adorabilissima e biondissima B. E per una volta è proprio bello recensire positiva un regalo! 
Capisco perché tutte ne parlino bene: è fantastico. Non avrei mai pensato di potermi affezionare tanto ad un blush completamente, assolutamente, inevitabilmente mat**. E come è mat...! Neanche un brillantino, neanche un riflesso, niente di niente. 
Il colore è un corallo, molto intenso, identico al CORALista -shimmer/brillantini/riflessi a parte, ovvio.
La texture è morbida, molto scrivente e pigmentata ma, nonostante questo, è veramente modulabile. Non è affatto polverosa, anzi.
Ecco, forse è la cosa che sto apprezzando maggiormente è proprio la texture: il pennello si carica di colore solamente sfiorando la cialda e, se per caso si "esagera", è facile sfumarlo e regolarlo direttamente sul viso. Personalmente adoro darne pochissimo, al mattino, per scolpire appena il viso: il risultato è naturalissimo e mi piace.
Ho visto che spesso è decantata anche la durata. Ecco, forse questa è l'unica cosa che non mi ha soddisfatta appieno. Su di me dura circa 5/6 ore, che effettivamente non è il massimo: per dire, il CORALista resiste otto ore ed anche più. Ma dato che per me il blush non è mai stato la "priorità", va bene anche così.

Sulla confezione c'è scritto che si può usare anche come ombretto, ma non ho -ancora- provato, forse perché è un colore che personalmente non vedo molto bene sugli occhi.
Infine, voglio per una volta spendere due parole sul packaging e sull'adorabile scritta "so many men, so little time...". Nel mio caso non è proprio vero -specialmente in questo periodo-, ma comunque mi piacciono le confezioni retro e leggermente maliziose di The Balm.

The Balm è acquistabile in tutte le profumerie La Gardenia e mi auguro che in futuro abbia una distribuzione maggiore perché è veramente un marchio interessante sotto tutto i punti di vista: qualità, prezzo, immagine. Voi avete qualcosa? E se sì... cosa mi consigliate? ;)


*aggiungo anche stronzi, di solito. Ma qui non si vuole cadere nei banali stereotipi e blah blah blah.
**tra l'altro l'ombretto che sto usando di più in questi giorni è mat. E' Tease di UD, vorrei prenderlo in versione mono perché quello della Naked2 sta finendo D: 

martedì 22 ottobre 2013

Henné "Come un sole rosso acceso"; Lush

Pro: capelli morbidi, lucidi e con leggeri riflessi rossi.
Contro: l'hennè è lunga e laboriosa; inoltre mi dicono che ce ne siano di molto più convenienti di quella Lush.
Prezzo: 12,50 euro per una tavoletta da 325 gr che è sufficiente per due applicazioni.
Dove: monomarca Lush.


Circa un anno e mezzo fa ho provato a fare l'henné Riflessi Scarlatti di Lush. Il risultato mi era piaciuto molto -e deve essere piaciuto anche a voi, dato che è uno dei post più letti!
Quindi ho voluto provare anche quella ancora più rossa, dal suggestivo nome "Come un sole rosso acceso", che promette "capelli rossi come un sole al tramonto"
Promessa mantenuta...?

venerdì 18 ottobre 2013

H&M Olive Oil Face Mask

Pro: pulisce la pelle abbastanza a fondo senza aggredire. 
Contro: nessuno, francamente. Forse non tutti gli H&M hanno un reparto cosmesi, ecco.
Prezzo: 1,95 euro a bustina.
Dove: H&M.

Un paio di settimane fa ero da H&M con la mia amica Chiara e ne ho approfittato per comprare qualcosa! Poche cose: questa maschera e un paio di pennelli, però mi è piaciuto tutto!
In realtà cercavo questa maschera, ma non l'ho più trovata. Odio quando i prodotti vanno fuori produzione, ma pace. In ogni caso ho preso questa, all'olio di oliva.
Ora... olio di oliva e purificante vanno poco d'accordo, pensavo. E invece no! Anzi, questa maschera in mono dose si è aperta un posto nella mia Top 3 (la prima resta sempre questa, comunque).

Come sempre in queste bustine monodose di H&M c'è abbastanza prodotto per fare un bello strato spesso su tutto il visto ed evitare sprechi che non basterebbero per una seconda applicazione.
Innanzitutto, il profumo. Per essere una maschera purificante, mi è piaciuto molto. Mi ha ricordato alcuni prodotti di Body Shop che usavo quando ero più piccola.
Il colore è azzurro (!), la consistenza cremosa, e si stende bene. E' consigliato un tempo di posa di 10-15 minuti, ma io ho aspettato che diventasse completamente asciutta, cioè una quarantina di minuti (non l'ho fatto apposta in realtà: mi sono messa a guardare Sleepy Hollow e insomma, mi sono scordata :D). E' di quelle maschere che fanno proprio il "gesso" sulla faccia, roba che se uno ti fa ridere o provi a muovere un muscolo va tutto in frantumi. Molto anni '80-'90: adoro.
Ecco, questo gesso è un po' difficoltoso da rimuovere, ma vi assicuro che ne vale la pena: la pelle risulta detersa, luminosa e mat. E soprattutto è molto morbida! Sarà l'olio di oliva? Non è una di quelle maschere aggressive, che disidratano la pelle, anzi!
Per questo mi è proprio piaciuta, e la ricomprerò. Non "secca" le imperfezioni come fanno altre maschere -le porta solo a galla... e lì dobbiamo pensarci da sole. Schifo!-, ma per i puntini neri sul naso è ottima.
Insomma, io la approvo senza riserve. Anzi, una: quand'è che H&M smetterà di fare le bustine monodose (pratiche, per carità!) e inizierà a mettere queste belle maschere in tubetti formato gigante?! :P

lunedì 14 ottobre 2013

Laura Mercier Eyeshadow & Palette

Pro: tre ombretti non sono affatto male! 
Contro: peccato che siano sei in tutto e costino un occhio :(
Prezzo: indicativamente 24 euro per ogni ombretto, non so per la palette.
Dove: a Bologna in un allucinante negozio in via S. Felice dove le commesse sono antipatiche e la scelta non-troppo-vasta. 
Un affarone, eh?


Avete presente quando dicevo che mi sento malissimo a recensire negativamente regali? Ecco. Questa volta è pure peggio. Perché se le ciglia finte coreane erano il regalo di un'amica, questo è un regalo di compleanno di mia madre. Regalo anche un po' costosetto, se proprio vogliamo essere onesti. Ed ecco che il "senso di colpa" aumenta...

martedì 8 ottobre 2013

Crème Lavante Surgras, Eau Thermale Jonzac

Pro: un detergente eco bio, schiumosissimo, delicato e veramente piacevole sulla pelle. Promosso!
Contro: nessuno, davvero.
Prezzo: 8,37 euro per 200 ml.
Dove: qui, su Phytosefak.com.

Crème Lavante Surgras*
Presente quando vi dicevo che non riuscivo a trovare un buon detergente ecobio E schiumogeno? Ecco: come non detto. L'ho trovato. Anzi, me l'ha trovato Phytosefak, e di questo non lo ringrazierò mai abbastanza.
Perché non solo è ecobio e schiumogeno al punto giusto, ma è veramente uno dei detergenti migliori che io abbia mai provato. L'ho testato per due settimane, ogni giorno, mattina e sera, ed ora sono pronta a parlarvene.

Si presenta molto liquido, di un bianco lattiginoso. Ecco, forse avrei preferito che la consistenza fosse meno liquida, per evitare gli sprechi, ma questo è essere veramente puntigliosi. La schiuma, dicevamo. Lo massaggio per circa un minuto sulla pelle e produce una schiumina deliziosa, veramente piacevole: se come me volete "coccolare" il viso ma nello stesso tempo non rinunciare ai prodotti ecobio, questo è un ottimo compromesso!
Dopo l'uso la pelle è perfettamente detersa e, soprattutto, è morbida al tatto e luminosa. Ecco, forse è in questo che ho riscontrato la vera differenza con i detergenti più aggressivi: con questo la pelle non tira affatto, è ottimamente idratata e "bilanciata". In un periodo come questo, quando l'abbronzatura se ne sta lentamente ed inesorabilmente andando e la mia pelle tende a seccarsi e squamarsi, apprezzo molto che un detergente sia così delicato.
Inoltre la dicitura è veramente fedele: la mia pelle sensibile non ha reagito in alcun modo; ed è totalmente privo di profumo, quindi adatto a chi ha allergie -o semplicemente ha chi non ama i prodotti pieni di profumi sintetici!
Intendiamoci: non strucca. Ma a questo punto poco mi importa :D infatti lo uso dopo il latte detergente, per togliere gli ultimi residui -sia di trucco che di latte. Mi piace usarlo soprattutto la mattina, prima del trucco, perché prepara la pelle veramente bene.

L'INCI è completamente verde: Aqua, Jonzac Thermal Spring Aqua (Water), Anthemis Nobilis Flower Water*, Decyl Glucoside, Caprylic/Capric Triglyceride, Glycerin, Cocamidopropyl Betaine, Butyrospermum Parkii Butter, Sodium Cocoyl Glutamate, Xanthan Gum, Sodium Levulinate, Dicaprylyl Carbonate, Sodium Chloride, Lactic Acid, Parfum, Sodium Benzoate, Glyceryl Caprylate, Glyceryl Undecylenate, Tocopherol.

Come potete vedere, l'acqua termale è al secondo posto, e alla mia pelle piace parecchio.

Se come me avete una pelle mista e sensibile che ha bisogno di essere riequilibrata, questo è senza dubbio il detergente che fa per voi.

lunedì 7 ottobre 2013

Essence Tinted Lip Balm in #02 Glam Up!

Pro: prezzo basso, colore delicato e naturale, leggera idratazione.
Contro: vorrei che il range di colori fosse più ampio, e che magari idratassero un po' di più.
Prezzo: circa 2,50 euro.
Dove: Coin, OVS.

Finalmente ho visto da Coin i nuovi arrivi Essence!* In realtà ci sono rimasta parecchio male: ok, i nuovi rossetti mi ispirano ma, ad esempio, nel range occhi non c'è nulla che mi incuriosisca. Però mi seccava andarmene a mani vuote, così ho comprato questo lip balm; anche perché ero uscita senza neanche un burrocacao e le mie labbra avevano un disperato bisogno di idratazione.
Lo dico subito: avevo le aspettative basse. Ok, molto basse. Mi aspettavo poco colore, poca durata e poca idratazione.
Non so, forse il segreto per apprezzare molto un prodotto è avere aspettative basse**, ma è da sabato che me lo passo continuamente sulle labbra! Non è che sia prodotto "urto", di quelli adatti alle labbra molto secche, però da usare su labbra moderatamente secche, per mantenerle idratate in autunno, è perfetto.
La sensazione sulla labbra mi piace molto, perché è una texture morbida, che scivola bene e quasi si "fonde" con le labbra. So che mi spiego da bestia, ma è quasi come se venisse "assorbita" dalle labbra. Questo rientra nel concetto di "tinta", direi. Ed anche la durata! Vi giuro, è una cosa che mi ha veramente stupita: su di me il colore dura quattro ore, e da un balsamo labbra non me lo sarei mai aspettato.
perdonate lo stick scheggiato; ci ho preso contro con l'unghia :(
Il colore non mi dispiace, ma avrei preferito un qualcosa più corallo/pesca. Questo è il meno "flash" dei tre che ci sono; è un rosa delicato che mi sta abbastanza bene e di questo sono abbastanza sorpresa perché sono abituata ad evitare i rosa -di solito non mi donano, anzi. Credo che comprerò anche quello più rosso. Ancora una volta: sarebbero utili dei tester, in questo caso. Ma sappiamo che è chiedere troppo. 

Il colore è più pigmentato di quanto mi aspettassi e, a seconda delle passate, è trasparente oppure più intenso. 
Il finish è delicato, tende leggermente al lucido anche se non lo è come potrebbe esserlo ovviamente un gloss. 
A me ha ricordato molto i matitoni/balsamo labbra che sono andati tanto l'anno scorso (qui e qui le mie recensioni al riguardo), però in versione stick e non matita. 

*ho avvistato le lampade LED per fare unghie; costano circa 25 euro. Non sono tanti, e mi incuriosisce. Però prima aspetto review o pareri. Pareri? :D 

**NON lo è con gli uomini. Fidatevi. 

mercoledì 2 ottobre 2013

Rouge Baiser Rouge Intensèment in 101 Rouge Ideal

Pro: è un rosso puro, purissimo. Non vira né al magenta né all'arancio. Inoltre è morbido, idratante, dal finish impeccabile e dal prezzo ottimo.
Contro: se proprio dovessi dirne uno, direi la reperibilità.
Prezzo: tra i 10 ed i 15 euro.
Dove: io l'ho comprato al negozio Deborah di Castelguelfo.

Che io da un paio di mesi a questa parte sia veramente ma veramente giù, è cosa nota. Ho passato gli ultimi due mesi seduta al pc a riguardare tutto Breaking Bad, a nutrirmi di patatine fritte a forma di animali (esistono, giuro, e sono bellissime), a ricamare e a truccarmi in modo totalmente sconclusionato.
Tipo che una volta sono andata all'Ikea e vedendomi in uno di quegli allucinanti specchi ondulati ho visto che avevo lo stacco del fondotinta sulla guancia e il mascara in un occhio e nell'altro no.
Avete presente quando vi vedete brutte? Qualsiasi cosa vi mettiate, qualsiasi trucco portiate...? No? Bene: buon per voi.
Comunque, una sera decido di osare e spianare questo rossetto comprato diverso tempo prima. Avevo semplicemente voglia di rossetto rosso. Così, per tirarmi un po' su: nessuna occasione speciale o che. L'ho abbinato ad un ombretto taupe chiaro, niente eyeliner, qualche ciuffetto di ciglia finte e tanto, tanto mascara. Occhi sottotono ma comunque curati.
Magia.
Ok, non so neanche da dove iniziare.
Dalla texture? Dai, inizio dalla texture. E' cremosa, pigmentata, scivola sulle labbra meravigliosamente.
Il colore è pieno, ed è un rosso-rosso. Un rosso puro: non ha quella brutta punta di viola o di arancio. E' un rosso che dona ad ogni incarnato, purché la pelle sia -relativamente- senza problemi ed i denti bianchi.
Non ho trovato molte informazioni in rete per questi rossetti, ma credo che questa linea sia classificata come "mat". Non credo proprio... o almeno per me non è tale. Non è neanche glossy; è un rossetto molto "classico", come da tempo non siamo abituate a vedere.

101; Rouge Ideal
La durata, come spesso per i rossetti così pigmentati, è molto buona, ma questo ha un qualcosa in più: non secca e non macchia. Con il passare delle ore, pur mangiando, bevendo e parlando, il colore ha ovviamente perdo d'intensità, ma senza seccare le labbra.


Dove comprarlo? Ecco, se proprio dovessi trovare un difetto a questo rossetto, sarebbe la disponibilità. Rouge Baiser è arrivato in Italia grazie a Deborah, ma nelle profumerie o nei grandi magazzini non ho mai visto questo brand. Però c'è sempre Castelguelfo e il negozietto Deborah, che contiene cose molto interessanti a prezzi veramente accessibili.
Tra l'altro la scelta di linee e colori è decisamente ampia, anche se non mi ricordo di aver visto proprio tutto... vorrà dire che dovrò dare una seconda occhiata! ;) Qui c'è il pdf con tutta la gamma.

Questo insomma sarà il rosso del mio autunno-inverno, soprattutto per la sua "comodità", per il colore e per il fatto che avrò molto bisogno di tirarmi su, ed il rosso per questo è perfetto! :)

P.S.: pensavo di fare un post con tutti i miei rossi! Che ne dite?!

P.P.S.: non ho speso una sola parola per il packaging! Ma quanto è chic?
Back to top