mercoledì 31 luglio 2013

Clarisonic Chronicles: week 2.


E siamo a due settimane di utilizzo! Inizio col dire che questa ultima settimana è stata un po' stressante per me: non tanto lo studio -al momento giro per le biblioteche, leggo e fotocopio, quindi più che stress è noia!-, ma dal punto di vista personale è stato un periodo un po' burrascoso. Non credo però che abbia influito sulla pelle dato che a me i brufoletti da stress vengono solo sotto esami.
Vi anticipo subito che sta andando nettamente meglio della settimana scorsa, anche se non è che ci volesse molto, siamo sinceri.
Come previsto i brutti brufoletti rossi su mento/fronte hanno battuto in ritirata e non ne sono spuntati altri. In compenso è sbucato una sorta di entità mostruosa relazionabile a Cthulhu vicino alla mandibola destra, leggermente più in alto e al centro, delle dimensioni della Torre del Diavolo. E' parecchio doloroso e non vuole né maturare né scomparire, e la cosa mi lascia perplessa. Visto che si copre bene ed è nascosta dai capelli, al momento ci ignoriamo a vicenda.
A parte questo, dicevo, la pelle è migliorata un bel po'. Non so se stia passando la fase del "rigetto" (o adattamento, come volete) o se sia il fatto che ho preso molto sole sul viso, però la situazione è miglioratissima e se ne sono accorti tutti.
Assieme ai brufoletti sono scomparsi anche i punti neri che avevo notato sulla fronte, e se ne stanno lentamente andando anche quelli sul naso -ok, debbo ammettere che non ne ho mai avuti molti.
Il tono e la "consistenza" della pelle mi stanno piacendo moltissimo. E' molto morbida, e ogni sera mi stupisco di come il Clarisonic non secchi affatto la pelle.
Inoltre il trucco prende di più. In questo periodo sto sempre usando una bb cream bio, e ho notato che viene assorbita meglio dalla pelle, che dura più a lungo e che anche a fine giornata il viso ha un'aria più fresca ed il prodotto non si è depositato nelle zone leggermente secche come avviene di solito. Ovviamente questo vale anche per i prodotti da skincare: con la pelle più pulita, sieri/creme/tonici vengono assorbiti maggiormente

Ieri mattina ho notato però che la pelle si sta leggermente squamando sulla fronte, proprio vicino all'attaccatura dei capelli. Ho letto che anche questo può accadere, ma sinceramente non ho idea se dipenda dal Clarisonic. Ieri sera ho provato per la prima volta la seconda velocità, mi è piaciuta come effetto sul viso e continuerò a farlo, a meno che ovviamente non veda dei danni. 

Sto sempre usando il Clarisonic con il detergente Garnier Fresh o il Cien, e ho introdotto un esfoliante delicato Yes To Carrots (un saldo di Sephora, preso per caso e che mi sta piacendo molto). 
Inoltre ieri ho comprato un kit da viaggio di Dr. Hauschka con le minitaglie per pelli miste/grasse ed inizierò a provarlo stasera: spero si comporti bene col Clarisonic!
Come già vi dicevo, ho diminuito l'uso: invece che mattino e sera lo uso solo la sera, dopo il latte detergente, perché le mie perplessità riguardo l'efficacia del Clarisonic in alcune zone non sono ancora state fugate.

Vi lascio come la settimana scorsa una foto che i più audaci apriranno. E' stata scattata appena sveglia quindi insomma, ho l'aria poco sveglia XD però credo che si noti un netto miglioramento. 

Ci risentiamo tra sette giorni! :)

lunedì 29 luglio 2013

Crema doposole prolungatore di abbronzatura, Cream Beauty Store

Pro: una crema doposole profumata, idratante ma assolutamente non unta. La confezione poi è gigantesca! Ormai per me Cream Beauty Store è una garanzia. 
Contro: nessuno, a parte l'ovvia irreperibilità del brand.
Prezzo: attorno ai sette euro.
Dove: monomarca Cream Beauty Store. A Bologna in via Marconi 4.


Buongiorno! Nel momento in cui scrivo mi sono appena ripresa da delle bruciature che neanche il reparto Grandi Ustionati.
 Come ho detto diverse volte sulla pagina fb, quest'anno la preparazione della tesi mi impedisce di andare in vacanza. E allora che si fa? Si prendono i libri e si va in piscina. Il punto è che io adoro quello che studio, e questo libro in particolare è interessantissimo, così mi sono messa sotto il sole a leggerlo e due ore dopo mi sono ritrovata con la schiena fucsia. 
E allora ho finalmente potuto provare questo doposole fornitomi da Cream Beauty Store! Mi ricordo perfettamente il giorno in cui mi è stato dato: pioveva a dirotto e, per quanto faccia sempre piacere ricevere prodotti, un doposole mi ha messo malinconia pensando all'estate lontana XD quando invece l'ho usato sulle scottature -ed anche su tutto il corpo- è stato la mia salvezza.
Non è esattamente lenitivo poiché sarebbe specifico per prolungare l'abbronzatura, ma io l'ho trovato favoloso ugualmente. 
Il profumo, innanzitutto. Dolce, estivo e fruttato. A me ricorda il cocco e, messa la crema dopo la doccia serale, è restato sul pigiama e sulle lenzuola molto a lungo. La texture è piacevolissima perché è cremosa e ricca, ma non unta dato che si assorbe in una manciata di minuti. 
Il livello di idratazione è ottimale e, come dicevo prima, anche se il suo compito non è quello di lenire la pelle scottata, l'ho trovato comunque di conforto. Chiariamoci: io anche con la protezione solare mi sono presa delle bruciature veramente "notevoli" che hanno comunque fatto male per tre giorni -per dirvi che se siete bruciate, questo doposole non fa miracoli-, ma questa crema ha reso il tutto decisamente più sopportabile. 
E profumato :D 


Gli ingredienti non sembrano male, come al solito. E se anche fossero tutti "pallini rossi", sono disposta a passarci sopra molto volentieri! E ormai per me Cream Beauty Store è una vera garanzia, di tutti i prodotti provati non mi ha mai deluso nulla! <3



Questo prodotto mi è stato gentilmente fornito in omaggio dall'azienda. 

mercoledì 24 luglio 2013

Clarisonic Chronicles: week 1.

So bene che al momento dell'acquisto avevo detto che avrei scritto il primo aggiornamento dopo 15 giorni, ma... è successo qualcosa di imprevisto.

Accecata da tutte le review italiane che dicono che il Clarisonic è fenomenale, non avevo tenuto conto di una cosa: la mia pelle ultrasensibile. E dopo il primo utilizzo ero tutta contenta, perché lascia la pelle morbidissima, davvero: non riuscivo a smettere di toccarla, tanto era soffice! 
Ma...
Dopo una settimana di uso mi sono ritrovata la pelle di una adolescente brufolosa. Una cosa che io non ho mai avuto. Specialmente su fronte e mento (ed ancora, in particolare sul lato sinistro) sono spuntati molti brufoli, di quelli piccolini, ma rossi e dolorosi. 
Ho letto che è normale; si chiama "purging stage": praticamente il Clarisonic fa uscire tutto lo schifo, e poi si riparte da zero; è citato sopratutto dalle blogger anglosassoni... A leggere quelle italiane è tutto bellissimo/esaltantissimo/levissimo. Volete dirmi che sono io l'unica sfigata che ha speso 149 euro per ritrovarsi coi brufoli? Un affarone! 
Comunque, dicevo che ho letto che come cosa è normale. In realtà come brufoli non sono molto preoccupanti: sì, sono tanti; sì, sono dolorosi; ma sono anche quelli che in due/tre giorni spariscono e che vengono egregiamente coperti dal dream team Kiko Full Coverage + Neve High Coverage. Che però, ne converrete, non è il massimo il 24 di luglio con 34°. 
Ho anche qualche deciso punto nero, sempre su fronte/mento, con qualche avvistamento in zona naso. Terrò l'area sotto stretta sorveglianza. 
Adesso la domanda è: ma quanto dura questo "purging stage"? Mistero. Alcune dicono una settimane, altre tre, altre mesi... mi conforta il fatto che l'80% dica che sì, ne vale assolutamente la pena e che descrivano eruzioni cutanee come le mie. Quindi spero, anzi voglio sperare, che tutto questo passerà. Nel frattempo ho già ridotto l'uso da due volte al giorno ad una; ed invece del detergente Clarisonic compreso nella confezione uso il mio, quello Garnier. 

Però... però per tutto il resto mi piace. Strucca veramente bene -non avete idea di quanto trucco resti in realtà anche dopo essersi struccate!-; e dove non ci sono brufoli l'aspetto della pelle è più luminoso e compatto e questo è un grosso input a continuare.
Una cosa molto importante, che ho subito notato, è che non disidrata, secca o irritata quando di solito le zone critiche (solchi naso-labiali) hanno la pelle che letteralmente va via a pezzi.
E' piacevole da usare: il timer è carino e utile, un minuto basta davvero (anche se prima comunque uso il latte detergente, per motivi che dirò più avanti) e una cosa che ho notato è che viene notevolmente ridotta la quantità di detergente usato, quindi magari posso anche prendere il considerazione il comprare un detergente un po' più costoso di quelli che uso di solito (dicono che il Philosophy Purity Made Simple, accoppiato al Clarisonic, sia ottimo).

Ho solo un paio di perplessità/domande: la spazzolina, non è troppo grande? Continuo ad usare un latte detergente prima del Clarisonic perché temo che non pulisca bene le zone "nascoste" come i lati del setto nasale. 
Poi: ok, il caricabatterie magnetico è bellobellobello, ma... 18h di ricarica per 24 minuti? Ma davvero? 

Però confermo che è totalmente waterproof: l'ho usato diverse volte sotto la doccia e non ha fatto una piega.
Per ora.

E sì: ho fatto una foto come prova. Struccata, stanca, con la pressione al minimo, ma almeno... onesta. Questa è la pelle che mi ritrovo ora. Se siete coraggiose e avete mangiato da più di 3/4 ore, aprite il link.

Tra una settimana vi dirò come va, restate collegate! :)

Mascara Limited Edition Black+Long, Deborah

Pro: ciglia molto naturali, effetto "ragno" scongiurato, però...
Contro: ... però non è nulla d'esaltante, a mio avviso.
Prezzo: circa 5 euro.
Dove: grande distribuzione

Ancora esaltata per aver visto Pacific Rim nel week end*, mi sento buona con tutti, incline alle recensioni positive e piena di amore per il mondo <3 anche con questo mascara che all'inizio non mi aveva ancora conquistata ma che adesso sto apprezzando. Insomma la mia peculiare pigrizia nel recensire prodotti per una volta si è rivelata provvidenziale: un mesetto fa non gli avrei dato la sufficienza, adesso gli do un sette. 




Ho capito che i mascara vanno recensiti dopo un po'. Perché? Perché all'inizio, quando è nuovo-nuovo, c'è troppo prodotto e l'effetto "zampette di ragno" che alcune di voi avevano notato nel mascara Farfalla è dietro l'angolo. Con meno prodotto invece un mascara può dare il meglio di sé. E così è stato con questo.
Per quanto io passi e ripassi lo scovolino, non c'è traccia di grumi. Le ciglia non appaio mai "secche" o appesantite, per quando si aggiunga prodotto. Il contro è che non asciuga mai davvero e se vi stropicciate gli occhi -sì, ok, sono solo io che lo faccio- vi ritrovate con gli occhi di un panda.

senza mascara
Le promesse sono quelle di ciglia allungate e nerissime. E sono mantenute entrambe. Mentre riguardo la curvatura non sono esaltata, la lunghezza mi soddisfa abbastanza. E' un effetto discreto, non "ciglia finte", da tutti i giorni; e la stessa cosa posso dirla dell'effetto volumizzante. Tornando alle p
romesse, anche il nero mi piace: è leggermente lucido, credo sia dovuto alla texture "morbida", che fatica ad asciugare.
In definitiva è come avere le proprie ciglia... ma più belle.
Non lo ricomprerò tuttavia, poiché io preferisco i mascara drammatici, lo sapete. Ultimamente prediligo specialmente quelli con dentro le setole. Questo per me è troppo "all'acqua di rose", ma se c'è qualche timida, tra di voi, di sicuro lo apprezzerà per l'effetto discreto.
con mascara

Ultima cosa: perché dovrebbe essere "limited edition"? Faffigo? Vende di più? 

*mi rendo conto che non c'entri una cippa, ma mi è piaciuto un sacco e non solo per Charlie Hunnam. E insomma andatevelo a vedere che secondo me è sottovalutato. 

P.S.: la foto senza mascara è presa da un post precedente. E non mi spiego la differenza di bilanciamento -o come si chiama- nelle foto con mascara. Misteri dell'iPhone...

giovedì 18 luglio 2013

Kiko Ultra Glossy Stylo in #805

Pro: tutti. Il prezzo, la scelta dei colori, la durata e l'idratazione.
Contro: non pervenuti!
Prezzo: 4,90 euro.
Dove: monomarca Kiko o qui.


Ho comprato questo rossetto secoli fa! E mi dicevo sempre: lo recensisco la prossima settimana. Ora mi sono decisa, anche perché sinceramente sul parere e sul giudizio finale c'è poco da rimandare: mi piace proprio. 
Sono una fan di questi Ultra Glossy Stylo, per motivi semplici e quasi banali: fanno esattamente ciò che promettono.
Promettono di durare a lungo, di avere una finish lucido e brillante come un gloss, e di idratate. Nei fatti, su di me durano circa 4/5 ore rimanendo morbidi e non seccando le labbra, anzi: li trovo confortevoli come dei lipbalm. Il finish non sarà esattamente come quello di un gloss, ma è comunque piuttosto lucido.
Ho già recensito secoli fa il colore 807; questo invece è il numero 805. E' descritto come "rosa fragola", come al solito Kiko canna completamente i nomi dei colori: per me è più scuro, più violaceo e meno rosa. E' molto "berry", è un colore che solitamente non considero neanche ma dovevo andare ad un matrimonio e volevo un rossetto diverso dai solito rossi/corallo.
Riconfermo quello che dissi più di un anno fa: i Kiko Ultra Glossy Stylo, ad un prezzo di cinque euro, sono esattamente quello che i Rouge Coco Shine di Chanel vorrebbero essere; e non posso che consigliarli a chiunque :D





martedì 16 luglio 2013

Sto testando... Clarisonic Mia2

"Inizierò a testare", sarebbe meglio dire. Già: lo lascio caricare per benino tutte le ore necessarie, e poi mi ci butto sopra!
Il penultimo esame è andato* -a proposito: grazie mille a tutte/i per gli auguri... mi hanno portato molto bene! :)- e ci si deve premiare in qualche modo, no? Ad essere onesta mi ero già fatta un regalino ricomprando il mio balsamo labbra favorito che era anche in sconto. Poi ho visto che la mia pelle sta passando un'estate peggiore del solito e ho deciso di "viziarla" un po'. 
Quindi, triplo post per un prodotto così interessante! Un post di presentazione -questo; uno tra 15 giorni per monitorare la situazione, ragguagliarvi su eventuali miglioramenti (spero) o peggioramenti (ma anche no), considerazioni ecc; ed uno tra un mese esatto dall'inizio per trarre le conclusioni. 






La confezione del Clarisonic Mia2 contiene: un Clarisonic (duh!), caricabatterie, custodia da viaggio ed una minitaglia di detergente schiumoso per il viso. Testina ovviamente inclusa ma, prendetemi per matta, per un orribile momento ho pensato non lo fosse. E' quella per pelli sensibili, in ogni caso, quindi per la mia pelle dovrebbe andare bene :) 
Le testine da Sephora costano 25 euro, su Amazon UK qualcosa in meno con i doppi pacchi da due testine. 
Insomma spero di saperla utilizzare al meglio, o almeno spero di imparare! 





*Ed io, dove sono finita post esame? A voi prende la "depressione" post esame? Oppure è un semplice calo di adrenalina? Insomma, mi sono tappata in camera con orsetti gommosi, Caesar III e The White Queen, che sì, fa schifetto come serie, ma insomma è pur sempre roba pseudo-medievale e si apprezza. Il tutto ripetuto per una settimana. 

martedì 9 luglio 2013

Fondotinta Fit Me! Maybelline

Pro: un finish leggero, delicato e naturalissimo. Una coprenza media modulabile ed un prezzo fantastico.
Contro: l'INCI bruttino, purtroppo.
Prezzo: 9,90, alla Coop. Attenzione a dove lo acquistate! Il prezzo varia molto!
Dove: Grande distribuzione. 



Tutte noi ci diciamo delle bugie. Tipo "ok, ultimo biscotto e poi smetto". O anche "adesso inizio a studiare". Questi sono i miei grandi classici, assieme a "no, ma dai, però alla fine i fondi minerali sono come quelli 'classici'".
Sì, evviva. Come no.
Ok, magari in certi periodi lo penso davvero. Poi mi imbatto in fondotinta come, diciamo, questo Fit Me di Maybelline, e la smetto di dirmi bugie.

mercoledì 3 luglio 2013

Benecos Natural Concealer Perfect Coverage

Pro: sulle occhiaie non è male! Inoltre ha un INCI pulito ed è economico.
Contro: la texture mi da da pensare: non si stende bene. Inoltre non mi sembra molto reperibile.
Prezzo: 5 euro.
Dove: io l'ho acquistato nella bioprofumeria Iacai, in via Santo Stefano a Bologna


 Mie care,
che poi non si venga a dire che gli studenti di Lettere non combinano nulla! 
Il motivo della mia latitanza è infatti l'ingloriosa sessione estiva. Più precisamente, sto preparando il penultimo esame (alè!) e continuo il mio tirocinio al Museo Medievale. Finito il periodo scolastico sono però stata spostata dalle visite guidate all'archivio :( mi dispiace, perché il contatto col pubblico mi piaceva molto.
Comunque. Il mio servizio di pubblica utilità* per tenervi lontane dalle fregature continua! Non ci si ferma neppure sotto esami! :)

Back to top