giovedì 28 febbraio 2013

So'Bio Etic BB Cream

Pro: un INCI impeccabile, e la comodità di avere fondotinta e crema idratante assieme. Inoltre perfeziona davvero la pelle e dà reazioni di sorta.
Contro: disponibile solo online, poche colorazioni (solo due!), effetto non proprio naturale.
Prezzo: 11,90 euro + spese di spedizione.
Dove: qui su Ayanature.com.

Della serie: fingiamo di non avere un esame, domani... che poi, io per principio -ma soprattutto per stanchezza!- raramente studio il giorno prima di un esame. Meglio scrivere una bella review per scacciare la tensione! :D

Posso iniziare dicendo che non so ancora bene cosa pensarne? Però, insomma, è da più di due settimane che la sto usando... quindi riporto le mie impressioni.
Innanzitutto, è acquistabile solo online, e precisamente qui. Vi sono solo due colorazioni, inutile dirvi che io ho scelto la più chiara, che è comunque un poco troppo scura e gialla per me, bianchissima a sottotono rosato -ormai lo sapete anche voi!

La texture è piacevolissima. Non è fluido, non è un gel, non è una crema... la descriverei come una sorta di "mousse compatta", ne basta pochissima per tutto il viso. La prima volta che l'ho usata ne ho messa decisamente troppa e l'effetto è stato orrendo.
La stendo esattamente come se fosse una crema, velocemente, per evitare che si "depositi" e che crei stacchi di colore.

La resa sul viso è la cosa che maggiormente mi dà da pensare. Le bb cream (quelle vere, quelle orientali per intenderci) sono note per essere naturalissime: bene, questa è tutt'altro che naturale. Sinceramente, appena messa mi è venuto da pensare "oh, cristo. Cos'ho fatto?" e stavo già pentendomi dell'acquisto. L'effetto è deliziosamente mascherone.
Dopo qualche minuto si fonde con la pelle, però resta un po' innaturale, ben lontano dal risultato nude e naturale che io prediligo.
La durata è nella media. Leggevo di blogger a cui dura tutto il giorno, e la cosa sinceramente mi sembra impossibile... sarà che non metto la cipria -non ne ho bisogno-, ma dopo 4-5 ore inizia ad andarsene.
E' abbastanza coprente, una delle "bb cream" più coprenti che io abbia usato. Certo, se avete cose grosse da nascondere è meglio puntare su prodotti specifici, ma al momento a me, sotto questo punto di vista, va più che bene.

Io l'ho acquistata perché non metto mai la crema di giorno (bacchettatemi, su!) e comunque in queste mattinate fredde sento il bisogno di qualcosa di più idratante del mio solito, amato fondotinta. Quindi: idrata? Oh, sì. Ottimamente. La pelle è perfettamente "equilibrata": né secca né oleosa, la bilancia davvero bene. Inoltre, cosa che apprezzo sempre moltissimo, non mi ha dato nessun tipo di reazioni. Insomma, ho la pelle davvero bella, in questo periodo.
Gli ingredienti sono tutti verdi: ormai, per quando riguarda il fondotinta, sono passata all'ecobio perché mi sono resa davvero conto della differenza, e non solo io.
L'INCI su alcuni forum e blog è stato definito come "pionieristico", che sinceramente mi fa un po' ridere. Il mascara con il tubetto è pionieristico (grazie, Helena, grazie), un INCI... per me, neofita delle cose "verdi", è solo pulito, e questo non è male. Tutto ciò per dirvi, insomma, che anche se ormai uso fondi ecobio e li apprezzo, non diventerò mai una fanatica talebana. Lo scrivo a fine post!

Tornando a questa crema/fondotinta, non so ancora se la riacquisterò. Certo, il prezzo è contenuto e svolge molteplici funzioni, però la resa non mi ha soddisfatta appieno. Mi sento ancora un po' una bambola di cera quando lo uso, e la cosa non mi piace. Per tutto il resto però è ok, e se cercate qualcosa di fluido ed idratante, che dia anche un tocco di colore, ma restando comunque nell'ambito del "verde", questa è una delle poche alternative.
Un altro punto a svantaggio è la reperibilità solo online. Il sito http://www.ayanature.com/ ha cose ecobio molto interessanti, spedisce dalla Francia con 3,90 euro di spese ed il servizio è ottimo.

Lo conoscete? Ne avete sentito parlare? E dopo questa review, pensate ad un possibile acquisto futuro? :D

Inci: Anthemis Nobilis Flower Water*, Aqua (Water), Dicaprylyl Ether, Dicaprylyl Carbonate, Coco-Caprylate/Caprate, Cocoglycerides, Polyglyceryl-3 Diisostearate, Hydrogenated Castor Oil, Acacia Decurrens/Jojoba/Sunflower Seed Wax/Polyglyceryl-3 Esters, Lauroyl Lysine, Zinc Oxide, Magnesium Sulfate, Sodium Chloride, Trihydroxystearin, Sodium Levulinate, Iris Germanica Root*, Oryza Sativa (Rice) Hull Powder*, Parfum (Fragrance), Punica Granatum Seed Oil*, Aluminum Hydroxide, Sodium Benzoate, Bisabolol, Glyceryl Caprylate, Glyceryl Undecylenate, Glycerin, Silica, Sodium Lauroyl Glutamate, Phytosphingosine, Lactic Acid, Lysine, Magnesium Chloride, Geraniol, Tocopherol, Citronellol, Rosmarinus Officinalis(Rosemary) Extract*. MAY CONTAIN: CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE), CI 77492 (IRON OXIDES), MICA, CI 77491 (IRON OXIDES), CI 77499 (IRON OXIDES). 

P.S.: questo mi interessa un casino. Ciao, prossimo acquisto, ciao <3

P.P.S.: sì, va bene, lo ammetto. Volevo ritirare fuori il meme di Bormir.
Cioè, a dire la verità lo vorrei stampare ed appendere in camera, ma questa è un'altra storia.

sabato 23 febbraio 2013

Out The Plumping Lipgloss in Sienna & Peach Shimmer.

Pro: beh, per volumizzare, volumizzano... però...
Contro: ...però hanno una texture terrificante, pizzicano, seccano ed il packaging è proprio bruttino e scomodo.
Prezzo: 2 sterline; comprati per 1.
Dove: qui, su www.muastore.co.uk

Antefatto #1: il colore Peach Shimmer con la pesca non c'era una cippa.

Antefatto #2: anche se raramente parlo di parlo di packaging, questa volta lo faccio perché è terribile. E' stata la prima cosa che mi ha colpita non appena tirati fuori questi lipgloss dal pacchetto, ed è la prima cosa di cui parlo.

Inizialmente mi si è rotto. Già, proprio così: mi si è rotto un lipgloss appena tirato fuori! Avete presente quel pezzo di plastica che regola l'uscita di prodotto, proprio dove c'è la chiusura? Ecco: si è staccato ed è andato a posizionarsi sotto il tappo. Sicché mi sono ritrovata tutta impiastricciata di gloss (ewww). Con tanta fatica e soprattutto tanti fazzolettini l'ho ripescato e rimesso al suo posto ma, diciamo, non ero proprio ben disposta, a questo punto.

Non sono molto lucidi... almeno su di me non lo sono. E' possibile che siano un ibrido tra delle tinte per labbra e dei gloss? Comunque sono decisamente pigmentati: con una passata ero a posto; si vede anche dallo swatch.
Il pizzicore tipico dei gloss volumizzanti a me non dà affatto fastidio; anzi in certi gloss è quasi piacevole... fa capire che il prodotto funziona: un po' come quando a nuoto l'istruttore mi diceva che se sentivo male, allora stavo lavorando.
Insomma, per dire che sì, il suo lavoro lo fa: funziona e le labbra appaiono subito più volumizzate; l'effetto svanisce nel giro di un'oretta, il gloss dura più a lungo, circa tre ore. Adesso, forse è solo una mia balzana teoria, ma è perché è un ibrido tra tinta e gloss.
Quindi... qual'è il problema? Oltre al packaging, cioè -sul quale poi torno. Il problema è che sulle labbra è un supplizio. Non tanto per il pizzocore, ma perché la texture è secca. Sì, proprio secca. Ed unta assieme. Avete presente? Dopo tre ore le mie labbra erano un disastro: disidratate, aride... no, per nulla un bello spettacolo.

Il packaging, dicevo. Oltre al problema iniziale, prontamente risolto, l'altro giorno mi sono ritrovata un libro ed il portafogli sospettosamente... appiccicosi. Ho frugato un po' e ho scoperto che il tappo di Sienna non si avvita bene; e così il gloss deborda. Mi posso anche scordare di infilarlo in borsa o in una pochette: sinceramente non mi va di ritrovarmi con tutti i miei cosmetici unticci.

Insomma... fallimento su tutta la linea, almeno per me! Voi li avete usati? E dopo questa review, li terrete in considerazione o no? :(

giovedì 21 febbraio 2013

Crema mani al burro di karitè; Cream Beauty Store.

Pro: è fantastica! Idrata, si assorbe subito, costa poco.
Contro: immagino la reperibilità, non avendone mai sentito parlare...
Prezzo: 3,90 euro per 50 ml di crema.
Dove: eh, bella domanda. Il Cream Beauty Store a Bologna, in via Lame.

Piccola pausa dalle recensioni MUA :) e lo faccio con una crema mani tanto buona quanto... misteriosa.
Sì, perché mi è stata regalata da mia madre -lei sa che ho SEMPRE bisogno di crema per le mani- e proviene da un negozio di via Lame (Bologna) chiamato Cream Beauty Store. Uno store piuttosto anonimo che ho per il momento solo visto dall'esterno ma in cui tornerò molto a breve, per un sopralluogo più approfondito. Negozio anonimo, dicevo: ne avete mai sentito parlare? Mia madre mi ha detto che hanno anche delle creme di tutti i tipi, delle BB cream (devo ritirare fuori il meme di Boromir, che ormai è la mia mascotte ufficiale?), shampoo e maschere... insomma un po' di tutto. A prezzi ottimi.

Infatti questa crema è costata 3,90 euro per 50 ml. Buono, ottimo, soprattutto considerando la qualità della crema.
Vi dico subito che l'unica cosa che non mi piace è il profumo: non è neanche troppo sintetico... però è persistente, troppo per i miei gusti. A me piacciono quelli assurdamente dolci, lo sapete, e questo non lo è :( c'è però il caso che con il passare del tempo io mi abitui.
La crema è molto fluida, leggera e freschissima. E' davvero piacevole da usare: scivola bene e si assorbe molto in fretta. Ecco, credo che questo sia una dei lati che ho apprezzato maggiormente: si assorbe completamente (com-ple-ta-men-te!) nel giro di dieci minuti scarsi. Le mani non restano neanche vagamente unte o appiccicose. Restano solo... morbide. Morbide ed idratate.

Al momento le mie mani non hanno bisogno di un "trattamento d'urto", ma solo di qualcosa che mantenga la pelle quotidianamente idratata, e questa crema fa proprio al caso mio; la finirò senza dubbio.

Insomma, io consiglio vivamente questa crema, e consiglio anche di fare un giretto in questo misterioso "Cream Beauty Store".  :)

Vi lascio l'INCI. Qualche "esperta" mi sa dire com'è? A me non sembra malaccio.
Aqua, butyrospermum parkii butter, caprylic/capric triglyceride, glyerin, cetearyl alcohol, dicaprylyl ether, aluminum starch octenylsuccinate, polysorbate-60, phenoxyethanol, parfum, sodium polyacrylate, xanthan gum, disodium edta, ethylhexylglycerin, limonene, bha, linalool, citronellol, geraniol, eugeniol

martedì 19 febbraio 2013

What's on my iPhone? #1

Post un po' più chiacchierato, ed anche molto mirato. Infatti oggi vi parlo delle mie app preferite: è saltato fuori il discorso qualche sera fa con la mia amica Antonella (medievista pure lei, quindi persona degna di nota <3 ) e ho pensato (bene?) di farci un post. Se come idea vi piace e avete voglia di curiosare nel mio iPhone...


venerdì 15 febbraio 2013

12 Shades Undress Palette, MUA

Pro: 12 colori dalla durata discreta e finish diversi a poco prezzo. La durata inoltre è molto buona.
Contro: ho trovato la stesura un po' difficoltosa; alcuni sono poco scriventi.
Prezzo: 4 sterline; io l'ho acquistata a metà prezzo.
Dove: qui, su muastore.co.uk

Ho comprato questa palette perché... sì, ok, lo dico: perché nella mia infinita poracceria mi sento un po' in colpa ad usare la Naked 2 per cose tipo andare in facoltà. Cioè, se quella seduta sempre davanti a me neanche si lava i capelli, io sono autorizzata ad usare il dupe poraccio, no?
E quindi apriamo subito il post con LA domanda: ci riesce? Ci riesce, questa piccola, fragile palette da quattro sterline (due, con la promozione! Ah!) ad essere un rispettabile dupe della mia palette favorita?

martedì 12 febbraio 2013

3 in 1 Contour Pen, Make Up Academy

Pro: è un prodotto ingegnoso, che permette in un istante di modulare il tratto.
Contro: la reperibilità innanzitutto. Poi la durata, ed il fatto che su pelli grasse duri ancora meno.
Prezzo: 1,75 sterline; l'ho comprato a metà prezzo!
Dove: qui, su http://www.muastore.co.uk.

Sia dia inizio alle recensioni MUA! :D

Ho comprato questa matita-eyeliner nell'ambito di questo haul. Ricapitolando velocemente: 50% su tutto, spese di spedizione gratuite. Insomma, anche se questo prodotto non mi interessava più di tanto, l'ho infilato nel carrello ugualmente: visto il prezzo, si poteva anche fare.

Innanzitutto: cos'è? E' un eyeliner/matita, con la particolarità della mina che, tagliata diagonalmente, può essere usata sia per tratti precisi e sottili che per look più intensi e sfumati. Detta così, sembra un prodotto molto utile ed intrigante -e lo è- ma la mina mi ha subito suscitato qualche perplessità, ma per quelle vi rimando alla seconda parte della review :D
Il colore è un nero intenso, lucido, senza brillantini di sorta. Ottimo: è adatto sia un per look discreto che per uno più audace.
La scrivenza è buona, anzi ottima. La mina è molto morbida, ma non grassa. Debbo ammettere che pensavo lo fosse; sulle mie palpebre non ha sbavato e non mi è venuta una assurda gora nera. Ma, debbo ammettere, non ho mai avuto questo problema: se normalmente i prodotti cremosi e le matite si infiltrano tra le pieghette delle palpebre, potreste avere questo problema.
L'ho usato per contornare tutto l'occhio: sia sulle ciglia superiori che su quelle inferiori. Sopra ho lasciato un tratto preciso, sotto l'ho sfumato. Si sfuma molto bene; però dopo due orette il nero era sbiadito.

Ecco, la durata mi ha lasciata più freddina. Non sono "tarata" sulle matite e similaria perché uso quasi esclusivamente eyeliner, però non mi sembra molto. Fruitrici di matite occhi, me lo confermate?


L'altra perplessità, quella cui accennavo all'inizio, è data dal taglio diagonale della mina. Dato che è ad avvitamento, non è temperabile; e mi chiedo: quanto ci vorrà perché perda il suo taglio diagonale e quindi la sua particolarità? Voglio dire, credo che al 99,9% tra due settimane mi troverò con una normale matita nera ad avvitamento. Né più né meno.

venerdì 8 febbraio 2013

lunedì 4 febbraio 2013

L'Oréal BB Nude Magique Powder

Pro: se avete una pelle lucida e grassa esulterete!
Contro: ma non è questo il mio caso; anzi, me l'ha seccata abbastanza.
Prezzo: dagli 8 ai 16 euro, dipende dalla catena.
Dove: grande distribuzione.



Diglielo, Boromir! O Ned Stark. O Sean Bean, che comunque muore sempre.
Il buon Sean ha espresso i miei sentimenti verso il trend BB Cream. Sapete che per me LA BB cream è solo una e coi prodotti europei non mi sono trovata proprio bene (exhibit A & B). Quella L'Oréal è una delle più apprezzate, ma ho deciso di soprassedere e di non provarla.
Mi trovavo però in piena campagna reggiana, sperduta in un Tigotà dopo aver convinto il mio malcapitato ragazzo a comprarsi un gel detergente; e ho visto questa cipria in superofferta. E dato che a Bologna costa, diciamo, il doppio, ho deciso di provarla; anche perché una cipria in più non fa mai male.


Back to top