lunedì 14 ottobre 2013

Laura Mercier Eyeshadow & Palette

Pro: tre ombretti non sono affatto male! 
Contro: peccato che siano sei in tutto e costino un occhio :(
Prezzo: indicativamente 24 euro per ogni ombretto, non so per la palette.
Dove: a Bologna in un allucinante negozio in via S. Felice dove le commesse sono antipatiche e la scelta non-troppo-vasta. 
Un affarone, eh?


Avete presente quando dicevo che mi sento malissimo a recensire negativamente regali? Ecco. Questa volta è pure peggio. Perché se le ciglia finte coreane erano il regalo di un'amica, questo è un regalo di compleanno di mia madre. Regalo anche un po' costosetto, se proprio vogliamo essere onesti. Ed ecco che il "senso di colpa" aumenta...


Mi piace molto la palette, dal punto di vista del packaging. E' la mia prima palette componibile* e mi sembra una cosa comoda. E' molto resistente, si apre bene, è grande ma ci sta nella mia pochette. La confezione degli ombretti mono è identica alla palette.
Ok, fin qui tutto ok. 


Innanzitutto: mia madre mi ha detto che la scelta dei colori era a dir poco penosa, ma a me sono piaciuti molto. Almeno... quelli che sono riuscita ad usare! 
Sì, perché i sei ombretti si dividono esattamente a metà in due categorie: quelli assolutamente fantastici, e quelli assolutamente inutili.
Sable, Sandstone, Bamboo, Twilight Grey, Twinkling Star, Pink Crystal 
Sable, Sandstone, Bamboo, Twilight Grey, Twinkling Star, Pink Crystal 
"Assolutamente inutili" non è una esagerazione. Capisco gli ombretti che durano poco. Quelli che macchiano. Ma odio, odio quelli che non scrivono. Mi viene il nervoso. In questa palette sono esattamente tre -e tra l'altro sono i colori che, appena visti, mi avevano fatto brillare gli occhi.
Adesso. Quando dico che non scrivono, intendo esattamente questo: per quanto io passassi e ripassassi il pennello/dito sulla cialda... niente. E' come se fossero disegnati, una cosa veramente frustrante! 
Peccato, perché quell'oro glitterato (Twinkling Star) mi piaceva proprio... ma sono riuscita a tirare su solo un paio di glitter qua e là.
Va leggermente meglio con Pink Crystal e Sandstone, che lasciano sul dito solo una lievissime e pressoché invisibile scia shimmer, talmente esigua da non riuscire a trasferirsi sul dito. Volevo creare dei punti luce con Sandstone, di cui mi piacevano i riflessi leggermente argentati; e ci ho anche provato: solo che non ho ancora capito se proprio non ci sono riuscita data la non-scrivenza oppure la durata è stata di due secondi. In ogni caso: fallimento. 

Twilight Grey, Sandstone, Crystal Pink

Twinkling Star, Sable, Bamboo
Gli altri tre ombretti sono Twilight Grey (grigio-blu, mat), Sable (grigio chiaro con minuscoli brillantini) e Bamboo (taupe/bronzo, vira al verde oliva, minuscoli brillantini).
Twilight Grey è incredibilmente pigmentato, sfumabile, non macchia; è giusto un po' polveroso. La durata poteva essere migliore: su di me ha retto una mattina, poi ha iniziato a svanire.
Sable e Bamboo sono, colore a parte, assolutamente identici: stesso finish, pigmentazione, durata. La pigmentazione è buona -inferiore a Twilight Grey-; la durata anche, siamo sempre su una mattinata; e soprattutto sono facilmente "stratificabili". Si sfumano molto bene e non sono affatto polverosi. 
Quindi, un fifty-fifty. Tre buoni, tre non qualificabili.

Veramente, io non so cosa dire. Mia madre ha comprato palette e ombretti in un negozio a Bologna, in via S. Felice** e non so il prezzo. In questo shop online gli ombretti singoli costano 24 euro, roba che manco Urban Decay.
Mi dispiace veramente tanto, perché come dicevo è un regalo. Ma per una palette con ombretti da 24 euro ciascuno, io mi aspetto di più di un fifty-fifty.
Voi avete esperienze con Laura Mercier? Se sì... spero siano state più felici della mia! :D 

*sto puntando quelle Kiko! Che dite? Ne vale la pena?
**dice anche che le commesse sono poco gentili e preparate. E fidatevi, se lo dice lei (che è mooolto più tollerante di me!) deve essere proprio vero ._.

21 commenti:

  1. Mi hanno parlato tutti male delle palette componibili kiko, sia come prezzi che come qualità degli ombretti in sè! Comunque mi dispiace molto che tu ti non ti sia trovata bene, specie perchè si trattava del regalo di una persona speciale :S

    Ormai sono curiosa però, qual è il negozio? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Io invece avevo sentito un paio di pareri positivi. Certo, il prezzo mi lascia veramente un po' così, ma tra le palette componibili è quello più affrontabile.

      Non mi ricordo il numero esatto, comunque è vicino all'inizio di via San Felice, partendo da Piazza Malpighi, sulla destra. Magari torno a dare una occhiata!

      Elimina
    2. Se ci torni ti accompagno volentieri ;)

      Elimina
  2. Cavoli ma che peccato! Ti pare!? Non giustificabile!chiedi il rimborso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dici che si può? Ma forse ora è passato troppo tempo...

      Elimina
  3. peccato davvero per la poca scrivenza :( però gli altri sono adorabili! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Mi consolo pensando che tre su sei, alla fine, non è così male...

      Elimina
  4. caspita non si fa che parlar bene di questo brand e mai mi sarei aspettata che gli ombretti non fossero scriventi.Mi spiace molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Io avevo delle aspettative molto alte. Mi sa che con Laura Mercier la mia storia finisce qui.

      Elimina
  5. Fossi in te avrei fatto la sfacciata e li avrei riportati indietro dicendo che il prodotto era fallato, per quel prezzo un ombretto che non scrive è assolutamente inaccettabile. Comunque ti capisco, anche io sto rimandando da una vita la recensione di un blush che mi è stato regalato perché scrive pochissimo e mi sento una persona orribile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ci ho pensato, ma non ne sono proprio capace! >.<

      Per curiosità... che blush è? :D

      Elimina
    2. Alla fine essendo una palette componibile può essere che fossero fallati degli ombretti, capisco che sia imbarazzante tornare in negozio per una cosa del genere, però a volte mi ripeto che io sono la cliente e che ho pagato (in questo caso tua mamma, e anche profumatamente) per un prodotto che non è valido, magari torni a casa a mani vuote, o magari te li cambiano. Ovviamente vedi tu come ti senti ^^
      Il blush è l'English Rose della MUA, è di quelli a mosaico, il colore mi piace tanto, ma sotto ci devo mettere un blush in crema che faccia da base :/

      Elimina
  6. ma che peccato cara...poi hanno un prezzo davvero altino...
    xoxo
    buona serata

    NEW POST!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? Le delusioni "ad alto prezzo" fanno venire una rabbia...

      Elimina
  7. Beh ma scusa, hai tutto il diritto di riportarli in negozio! Magari avete beccato delle cialde difettose, prova a chiedere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, ormai sono passate due settimane... e poi sono sempre timida per queste cose! Tu l'hai mai fatto?

      Elimina
  8. Cavolo, mi dispiace! E' già frustante quando quelli da pochi euro non scrivono figuriamoci ombretti così costosi O.O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che stranamente tutti quelli non scriventi che ho beccato erano ultra costosi? D:

      Elimina
  9. Caspiterina che peccato! Secondo me non è possibile che prodotti così costosi non scrivano per niente, ma non è che sono rovinati quelli che hai tu? Non ho mai provato questo marchio ma, ripeto, mi sembra proprio strano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, non saprei proprio... il punto è che quelli che funzionano, funzionano egregiamente, quindi non so cosa pensare...

      Elimina
  10. Cavolo...peccato, erano i tre colori che son piaciuti di più anche a me appena ho visto le tue foto

    RispondiElimina

Back to top