martedì 22 ottobre 2013

Henné "Come un sole rosso acceso"; Lush

Pro: capelli morbidi, lucidi e con leggeri riflessi rossi.
Contro: l'hennè è lunga e laboriosa; inoltre mi dicono che ce ne siano di molto più convenienti di quella Lush.
Prezzo: 12,50 euro per una tavoletta da 325 gr che è sufficiente per due applicazioni.
Dove: monomarca Lush.


Circa un anno e mezzo fa ho provato a fare l'henné Riflessi Scarlatti di Lush. Il risultato mi era piaciuto molto -e deve essere piaciuto anche a voi, dato che è uno dei post più letti!
Quindi ho voluto provare anche quella ancora più rossa, dal suggestivo nome "Come un sole rosso acceso", che promette "capelli rossi come un sole al tramonto"
Promessa mantenuta...?

Ripeto velocemente la preparazione; il post completo è qui: la preparazione è identica.
Ho usato tre quadretti, metà tavoletta, e li ho messi in forno per 20 minuti a 100 gradi, per farli intenerire. Intanto ho preparato un the molto forte, con quattro bustine. Memore dell'anno scorso, ne ho fatto in abbondanza: è meglio che l'henné sia troppo liquida piuttosto che troppo densa perché inizia a seccarsi già mentre viene stesa sui capelli. Ho trasferito l'hennè ammorbidita in una ciotola di vetro e l'ho stemperata con il the.



ma quanto sono carine le buste di Lush...? <3
Questa volta ho chiesto a mia madre, veterana di queste cose, di darmi una mano a stenderla, ed è stato ovviamente più facile che farlo da sola. Ho coperto tutta la testa, dalle radici alle punte; ho fermato il tutto con un paio di elastici, impacchettato con la pellicola trasparente e poi mi sono cercata qualcosa da fare per le seguenti quattro ore. Io ho fatto principalmente questo:



L'ho messa su circa alle cinque e mezza, e ho risciacquato il tutto alle dieci e mezza; il sito di Lush dice che due/tre ore bastano, però ho "esagerato" per sicurezza. 
L'ho già detto nel vecchio post ma lo ripeto qui: l'ORRORE. Quello in caps lock e bold. Sabbia, sabbiolina, sassi, fanghiglia... dai miei capelli scendeva di tutto.
Un consiglio per eliminare l'henné velocemente è fare uno shampoo, poi una bella maschera (io ho usato quella all'aceto di mora, di Garnier) e poi se come me avete i capelli grassi che mal tollerano le maschere sulla cute, un altro shampoo, per togliere i residui sia di henné che della maschera.
Per l'odore di fieno bagnato, purtroppo, neanche la profumatissima maschera sopra citata può fare molto. Però stamattina l'odore era già più tenue e quasi gradevole, devo dire.
Quasi, eh.

Comunque. La volta scorsa i risultati erano stati eccellenti: capelli lucidissimi, morbidissimi, riflessatissimi eccetera. E come sono, questa volta?
Innanzitutto, non ho scelto un momento casuale per l'hennè che, se non lo sapete, è anche curativa. L'autunno è sempre drammatico, per i capelli: ne perdo a manciate, si ungono velocemente (più del solito, cioè) e sono opachi e spenti. Dicono che sia normale e che basta aspettare che l'autunno passi, ma ho voluto ugualmente coccolarli un po'.
Molte persone sul web lamentano che il burro di cacao contenuto nelle hennè Lush unga maggiormente i capelli già grassi. Io, che combatto contro i capelli grassi e sottili più o meno dalla nascita, posso dire che se faccio queste hennè è principalmente per sgrassarli un po' :D quindi da questo punto di vista sono molto più che soddisfatta!
Sono lucidi lucidi come l'anno scorso, mi piacciono molto. Ed anche morbidi.
Ok: sgrassati, lucidi, morbidi. Ed il rosso? Ecco il tasto dolente.
Io parto da una base che ormai conoscete: castani con riflessi leggermente ramati, molto evidenti d'estate; e Riflessi Scarlatti aveva dato un colore bellissimo, naturale, che era piaciuto anche a voi, oltre che a me.
Come un sole rosso acceso invece no. Ho i capelli assolutamente uguali a prima, sotto quel punto di vista. Mia madre insiste nel dire che lei li vede molto più rossi, ma personalmente non noto nessuna differenza.
Posto un paio di foto.


niente, questa foto è l'esatto contrario di come dovrebbe essere una
beauty blogger: ero col pile in casa e la foto è venuta storta MA
si vede un po' di rosso, quindi...
Comunque, continuo ad amare l'henné Lush e l'henné in generale, anzi presto vorrei prenderne una di erboristeria, una di quelle che tingono davvero :)

11 commenti:

  1. L'hennè sciolto costa meno, tinge di più ed è più facile da fare (zero forno per esempio), se lo trovi buono tinge di più. Putroppo posso usare solo quello neutro :(
    Poi secondo me essendo puro si evita la storia del burro di cacao..:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consigli di marche, tipologie, ecc...?

      Elimina
  2. Io avevo fatto il "caffècaffè" perché volevo dare un tono cioccolato ai capelli (i miei sono un biondo scuro-castano cenere, e mi era piaciuto molto. Però, laboriosissimo.
    Non ce l'ho fatta a ripetere purtroppo!
    L'effetto mi piace su di te!
    Un bacione! <3
    Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I riflessi cioccolato sul biondo scuro debbono essere qualcosa di stupendo! <3 io ormai sono diventata fan dell'henné, non vedo l'ora di farne un'altra.

      Baci :*

      Laura.

      Elimina
  3. Caspita, questo post mi salva la vita, stavo per provare anche io questo henné puramente per il colore, ma visto il fail clamoroso sui tuoi capelli credo opterò per un' altra marca... Grazie mille di avermi evitato una sòla! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla, sono qui per questo ;)

      Elimina
  4. io lo trovo figo, ti da quel tocco da "capello color strega". mi piace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! :D io trovo figo il tuo nick! <3

      Elimina
  5. Posso farti una standing ovation per la scelta del tè?
    (anche se l'English Breakfast o il Pu-Erh sono molto più forti e il secondo forse è ancora più indicato perché essendo un tè rosso ci mette anche del suo XD)
    L'henné mi ha sempre affascinata, ma sono troppo pigra per pensare di provarlo. Mi sono tinta l'ultima volta i capelli di biondo nel 2009 (per tornare del mio colore naturale dopo anni di rosso-fuoco-che-diventava-arancione) e ora me li tengo così. Al massimo un po' di shampoo alla camomilla economico d'estate (mica quello della Schultz XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sarei teoricamente federe al Darjeeling, o anche al Kusmi Love, che però non trovo mai.

      Guarda, in realtà è molto meno brigoso di come può apparire. Certo, se ti fai dare una mano è molto meglio, ma l'anno scorso l'ho fatto da sola ed è andato tutto bene.
      L'henné rossa sui capelli biondi secondo me verrebbe fuori qualcosa di bellissimo *-* io adoro i capelli biondo-rossi, non so perché!

      Elimina
  6. Io mi sono cimentata con la CC Collistar, la maschera riflessante che dura 4-5 lavaggi. Non sono capace a fare le tinte, ma questa l'ho presa del mio colore pensando di non poter fare troppi danni e anzi mi è piaciuta moltissimo, forse proverò anche il rosso e il nero (ho i capelli identici ai tuoi, sia fini e tendenti al grasso, che castani con riflessi rossi). In ogni caso quella la tengo un quarto d'ora e già mi scoccia, figuriamoci se posso farmi l'hennè Lush O_O mi hai definitivamente convinta a lasciar perdere.

    RispondiElimina