lunedì 30 luglio 2012

Nuove scoperte: eSaldi.

Salve ragazze! Oggi vi parlo di una mia recente scoperta. Ok, d'accordo, non proprio "mia": Chiara mi ha parlato di eSaldi e mi ha subito interessata.



Conoscete tutte i famosi coupon: si tratta comodissimi codici sconto proposti per mille occasioni; validi per una pizza con le amiche o per una minifuga romantica col proprio ragazzo. eSaldi raccoglie le migliori offerte del web e per scegliere quella che più ci interessa è possibile filtrarle per categorie, e ve ne sono davvero di tutti i tipi: ristoranti, bar, acquisti tecnologici, fino anche alla palestra e fitness. Gli sconti poi sono veramente vantaggiosi: partono dal 50%, ma spesso superano il 70% fino ad arrivare addirittura al 90%!
Naturalmente mi ha immediatamente attirata la sezione di moda e bellezza. Nella barra laterale di eSaldi sono subito andata a sfogliare i coupon riguardanti store online di vestiti e prodotti di cosmesi... un nome su tutti, che ognuna di noi conosce, è Glossy Box. eSaldi dedica alla famosa beauty box un'intera pagina di codici ed offerte molto interessanti. Non vi va la classica Glossy Box e avete voglia di provare un'altra beauty box, questa volta in rosa? eSaldi di occupa anche di My Beauty Box.
Passando di offerta in offerta, ho anche scovato la pagina che raccoglie codici per acquisti online di Feltrinelli, la famosa catena di librerie... anzi, direi che gli sconti per i libri mi interessano molto di più di quelli per i prodotti di bellezza. 




Un'aspetto fondamentale di eSaldi è la comunicazione. In ogni pagina vengono riportati i feedback degli utenti riguardo le proprie esperienze di shopping, in modo da confrontarsi con gli altri utenti. 
L'informazione è sempre importante per eSaldi. Una cosa che ho particolarmente apprezzato e che ho letto con grande attenzione sono le pagine dedicate alle spiegazioni dei coupon, dei citydeal e delle offerte e di come funzionano, dal momento che questa cose non è sempre molto chiara. Ecco un utile approfondimento per saperne di più sull'affidabilità del citydeals, che è la prima questione che ci poniamo quando ci avviciniamo al mondo delle offerte online.
eSaldi mi è subito sembrato diverso soprattutto per l'approccio allo shopping e per la chiarezza nei confronti dei consumatori: continuerò a navigarci e, molto presto, inizierò anche ad approfittare delle sue offerte!

Estrazione giveaway!

Ci siamo!
Come al solito, i miei più sinceri ringraziamenti: avete partecipato in moltissime, e non avete idea di quanto io l'abbia apprezzato. Ho letto ogni singolo commento e a molti avrei anche voluto rispondere, ma ovviamente non potevo falsare il conteggio dei commenti. Quindi, il mio ringraziamento adesso, davvero.

Ho riletto i commenti attraverso l'estrazione e ho dovuto eliminarne un paio in quanto non erano in linea con regole -K e abbreviazioni... si casca sempre lì! :D- e poi, solo dopo, ho proceduto ad estrarre la vincitrice, che è...

domenica 29 luglio 2012

JK Jemma Kidd On Location Palette (Date to Bare).

Pro: è una palette completissima! Quattro ombretti, un bronzer, un primer, un blush/lucidalabbra... e poi a mio avviso il prezzo è anche abbastanza contenuto.
Contro: vi direi che JK non è distribuita in Italia (o mi sbaglio?), ma Asos è una realtà e non ha neanche più spese di spedizione. Non avete scuse!
Prezzo: 22 euro, appunto. 
Dove: qui, Asos.com.


Stavo cercando una bella palette da autoregalarmi. Ho vagliato entrambe le Naked, l'originale ed il sequel, che però per quanto belle non mi convincono del tutto: alla fine ci sono troppi colori che non mi dicono nulla. Ho guardato la palette dedicata a Tinker Bell da Pixi Beauty, che mi sembra francamente troppo costosa e, come si suol dire, tutto fumo e niente arrosto: cioè, carina eh, per carità, ma per 40 euro posso avere di meglio.
Poi ho visto questa e la mia ricerca è finita.
Una settimana d'attesa ed era nelle mie frementi e smaltate manine.

La prima impressione, quella del packaging, è stata positiva: piccolina, sottile, ma "forte", ben fatta, non un fragile pezzo di plastica. Non roba che se ti cade sul lavello si frantuma. Ma lo dico a bassa voce, perché so che accadrà, prima o poi.
Dentro il design è minimale, molto carino. Le cialde con gli ombretti scuri sono piccole, quelle degli ombretti chiari più grandi; spesso è così.
Lo dico subito: non c'è una sola cosa che non mi sia piaciuta, anche se naturalmente ho le mie piccole riserve su alcune cose.

mercoledì 25 luglio 2012

Essie Nail Polish in Mint Candy Apple

Pro: amo follemente questo colore. E' proprio latte-e-menta, delizioso!
Contro: per me undici euro per uno smalto che si scheggia dopo mezzo minuto sono sicuramente troppi...
Prezzo: circa undici euro.
Dove: Sephora, Douglas, Coin. Essie si sta espandendo!

Una piccola preview di questo smalto ve l'avevo data tramite fb, facendo una foto a quella sorta di nail art che avevo provato a fare: x.
Solo che avevo ancora le mani bianche, al limite del cadaverico, e con questo smalto... uh, no. Non ci stava molto bene. L'ho riusato in questi giorni e debbo dire che sono innamorata del colore.

domenica 22 luglio 2012

Studio Tech Foundation, MAC

Pro: il risultato finale, pur non essendo naturalissimo, mi piace molto: è satinato. Inoltre apprezzo anche la texture e la consistenza.
Contro: coprenza medio-bassa, costo, reperibilità.
Prezzo: 32 euro.
Dove: monomarca MAC (a Bologna si trova in via Clavature) oppure online.

Immaginate che la vostra pelle, già messa a dura prova dal caldo, venga devastata -no, non esagero- da un ciclo di antibiotici.
Immaginate di essere in università tutto il giorno e di esservi scordate il fondotinta a casa.
Immaginate di essere invitate a pranzo dal vostro ragazzo.

giovedì 19 luglio 2012

Essence Studio Nails Fashion Stickers Gel Style

Pro: ehm... nessuno? Il design pizzo è carino, però.
Contro: si staccano con facilità, non sono neanche così semplici da mettere...
Prezzo: circa tre euro.
Dove: OVS, Coin. Davvero vi interessa?

No. Proprio no. Non ci siamo. Non c'è una cosa, e dico una, che mi sia piaciuta di questi stickers.
L'applicazione, l'effetto, la resa... boccio tutto.
Partiamo dall'inizio: i nail patch di Sephora. Che neanche si attaccavano, quindi ho dovuto buttarli via così, integri. E mi ero detta che mai più avrei investito un solo euro in questi cosi. Poi vedo questi di Essence: fantasia pizzo, effetto gel, tre euro di prezzo... si può fare (anzi: si.può.fare).
Appena li apro sono tutta contenta, perché al contrario di quelli Sephora si attaccano all'unghia. Si sceglie la grandezza adatta all'unghia, si appoggiano vicino alle cuticole, si preme, si fanno aderire all'unghia avendo cura di eliminare per bene tutte le bolle d'aria. Facile
Peccato che le bolle d'aria vengano lo stesso... deciso di passarci sopra, e mi accingo a spuntare con le forbicine arrotondate gli eccessi. Nelle rosee fantasie dei tizi del marketing dovrebbe bastare una limetta, lol. In ogni caso non è che si pareggino così bene... come potete vedere dalle foto, il bordo non viene proprio regolare.
L'effetto non è male, alla fine. Avevo messo sotto uno smalto rosso scuro, sicché col pizzo ci stava molto bene. Peccato che tempo cinque minuti hanno iniziato a staccarsi gli angoli. Mi sono detta che era colpa mia: in particolare, ho dato la colpa alle unghie corte. Ho pensato che magari, con le unghie più lunghe, sarei riuscita ad attaccare meglio l'adesivo un po' sotto il bordo dell'unghia.
Comunque, ho passato tutta la sera a "spianare" gli adesivi sulle unghie, ad eliminare le bolle d'aria che si creavano -e questa la devo ancora capire: ho delle unghie minuscole! Non c'è lo spazio materiale per le bolle d'aria- e alla fine, alle undici e mezza, esasperata, molto poco elegantemente me le sono staccate  con rabbia.
Ewww. Orrore. Vedete i bordi sfrangiati?
Indovinate cos'è successo? S'è staccato anche lo smalto sotto, lasciandone tracce ai bordi delle unghie, dove l'adesivo non aveva preso... sicché sembrava che avessi appena squartato qualcuno (facciamo la tizia del tavolino di fianco, truccata oscenamente).
Insomma, ho una sola parola: raccapriccio.

Voi avete avuto la fortuna di testarli? 

domenica 15 luglio 2012

Nivea Pure Effect Thermo Gel detergente quotidiano

Pro: pulisce e purifica la pelle in profondità, ma lasciandola liscia e morbida.
Contro: nessuno.
Prezzo: circa sei euro.
Dove: grande distribuzione.


I casi in cui non si sa come iniziare una recensione sono due: o ami follemente un prodotto, oppure lo odi. Questa volta si tratta del primo caso. Ne sono talmente entusiasta che non so da dove iniziare! 

Quando l'ho visto sullo scaffale, l'ho preso e rimesso a posto un paio di volte. L'ultima volta che avevo avuto a che fare con qualcosa di "termico", si era trattato di una cosa terrificante di Clinique, pastosa, che pizzicava atrocemente… uno schifo, davvero.
Però mi sono detta che per sei euro si poteva anche fare.
Prima bisogna inumidire abbondantemente il viso, poi asciugarsi le mani e massaggiare delicatamente il detergente, con movimenti circolari, per circa un minuto, oppure fino a quando da trasparente non diventa bianco.
Mi è piaciuto fin da subito: la texture è cremosa e liscia, il profumo davvero delizioso. Anche se prima di usarlo provvedo a struccare comunque il viso, scioglie efficacemente ogni traccia di trucco. 
Sul viso la sensazione di calore si avverte davvero! Ma non è affatto fastidiosa -neanche con 38° fuori!- anche perché svanisce dopo poco, diventando solamente tiepido. In ogni caso, aiuta ad aprire i pori e ammorbidisce la pelle.
Al momento del risciacquo forma una schiuma davvero piacevole, con un buon profumo.
Il risultato è una pelle morbidissima, luminosa, davvero purificata e fresca. Ne sono innamorata.

Come se già non mi piacesse abbastanza, è davvero possibile usarlo ogni giorno. Anzi, per una pelle che mal tollera gli esfolianti, questo potrebbe essere una valida alternativa. Certo, quando proprio la mia pelle ha bisogno di essere purificata a fondo, prima faccio questo e poi dopo anche un bello scrub (dopo ancora crema idratante, però! :P).  Insomma "regge" bene anche se usato ogni giorno per più giorni di seguito.

L'INCI però, essendo un prodotto Nivea, non è pulito. 
PEG-8, Glycerin, PEG-150, Laureth-4, Silica Dimethyl Silylate, MIPA Laureth Sulfate, PEG-6 Caprylic/Capric Glycerides, Magnolia Officinalis Bark Extract, Aqua, PEG-40 Hydrogenated Castor Oil, PEG-7 Glyceryl Cocoate, Propylene Glycol, Alpha-Isomethyl Ionone, Citronellol, Hexyl Cinnamal, Benzyl Salicylate, Benzyl Alcohol, Limonene, Butylphenyl
Methylpropional, Parfum.

Ho cercato su internet qualche recensione e ne ho trovate davvero poche. Peccato perché a mio avviso è un prodotto valido, che oltre a dare risultati concreti, è anche piacevole al momento dell'uso :D sicuramente lo ricomprerò!

sabato 14 luglio 2012

Ultra Glossy Stylo, Kiko

Pro: idrata, è confortevole sulle labbra, ci sono tanti colori fra cui scegliere, costa un'inezia... è davvero perfetto!
Contro: ora come ora, non me ne vengono in mente. Magari la durata, ecco.
Prezzo: 4,50 euro.
Dove: monomarca Kiko oppure online qui.

Vi ricordate del mio infinito amore per i Rouge Coco Shine? Ecco: cancellatelo. Perché questi Ultra Glossy Stylo sono tutto ciò che i Rouge Coco Shine vorrebbero essere... gli manca solo la doppia C, ma sono dettagli.

giovedì 12 luglio 2012

Kiko Lip Volume

Pro: funziona, non c'è che dire... Kiko per i trattamenti mi lascia sempre piacevolmente sorpresa!
Contro: è disgustoso. Sapore, texture... bleah.
Prezzo: 6,90.
Dove: monomarca Kiko oppure online qui.

Altro esempio di prodotto che mia madre aveva comprato per sé ma che, misteriosamente, è finito sul mio comodino. Non importa che le mie labbra mi vadano più che bene o che io non ne abbia bisogno: ormai è un lavoro, debbo provare tutto XD

Con i trattamenti Kiko mi trovo bene. Quello per le ciglia, per dire, ha del miracoloso, quindi non ero scettica o prevenuta.
Ma quando l'ho provato la prima volta... ero schifata. E lo sono tutt'ora quando lo uso. Perché la texture che viene definita "cremosa", è in realtà piuttosto liquida. Esce dalle labbra che è un piacere. Poi è biancastro, quindi scordatevi di usarlo fuori casa o come base per il rossetto. Insomma, si vede ed è il classico prodotto da usare nel segreto nelle nostre camere. Ah, tra l'altro ha un saporaccio, è molto amaro.
Però... però funziona, vi dicevo. Si assorbe velocemente, e lascia le labbra incredibilmente morbide ed idratate; se le avete secche le riparerà nel giro di pochi minuti.
Sulla confezione c'è scritto che le labbra risultano più turgide e definite, e debbo dire che è vero.
Inoltre, non mi sembra un classico effetto "placebo", nel senso che rimpolpa solamente appena dopo averlo usato... l'effetto dura a lungo; certo bisogna essere costanti nell'uso e non fermarsi davanti alla sovracitata texture terrificante.
Insomma, a me piace parecchio questo trattamento, e anche mia madre -sì, è riuscita ad usarlo, alla fine- ha avuto le mie stesse impressioni. Secondo me, se avete labbra sottili e screpolate, vi piacerà molto :)

mercoledì 11 luglio 2012

Gioca con Lancôme e ricrea il glamour di Hollywood con il mascara Hypnôse Star

Credo vi sarete accorte che ho una certa perversione passione per i mascara. Diciamo che il mascara è uno dei famosi tre oggetti che porterei con me su un'isola deserta. Sono molto, molto esigente... voglio che allunghi, che separi, definisca e volumizzi. Altra mia "fissa" è il look da bambolina, di cui le ciglia, lunghe all'inverosimile, sono un punto focale.
I mascara sono da sempre la punta di diamante della maison Lancôme che, per questa estate, ha messo in campo il nuovo Hypnôse Star, un nuovo look, luccicante, impreziosito dalla confezione pailetté. Si è rifatto il look anche all'interno: ha un nuovo applicatore a due facce ed una nuova formula che garantisce un colore Noir Diamond.
Per questo rinnovamento, Lancôme ha scelto due testimonial d'eccezione che ben possono rappresentare femminilità e glamour. La prima è la supermodella ceca Daria Werbowy, che dal 2005 è volto di Lancôme. La seconda esprime tutto il glamour della vecchia Hollywood, riuscendo comunque ad essere apprezzata e popolare tra le più giovani, e si tratta di Betty Boop, che aggiunge un tocco malizioso alla campagna.
Hypnôse Star e Betty Boop sono protagonisti del corto Star Eyes, deliziosa fusione di cinema e cartoon dove Daria e Betty dialogano di bellezza e femminilità, e Betty non manca di affascinarci con i suoi occhioni da cerbiatta. 
Oltre al corto è stata lanciata anche una app per iPhone, iTouch e iPad, dove è possibile interagire con Betty, farla muovere come una bambolina e ricevere consigli personalizzati per creare lo smokey eyes perfetto grazie al mascara Hypnôse Star. Con l'app è inoltre possibile creare la propria sveglia, per essere svegliate dalla vocina di Betty. 
Vi lascio il link della fanpage di fb per restare aggiornate! 

sabato 7 luglio 2012

Dream Fresh BB Cream, Maybelline

 Pro: sul viso è fresca e piacevole; la consistenza è leggerissima e uniforma bene l'incarnato, senza farlo "brillare". L'effetto è naturalissimo.
Contro: forse una pelle problematica avrà bisogno di più copertura, e in generale di qualcosa di decisamente più mat. Inoltre la durata non è proprio soddisfacente.
 Prezzo: circa nove euro per 30ml.
Dove: grande distribuzione.

Ci sono prodotti che ti scatenano una certa simpatia così, senza un motivo particolare. Prodotti che anche se non sono perfetti, tendi a "scusare". Questo è uno di quei casi: già il fatto di trovarla* quando pensavo che mai sarebbe arrivata in Italia, le ha dato un paio di punti in più.

Poi il packaging: mi ha colpita per semplicità, "giovinezza"... è carino. Anche se quel "BB" si merita il premio di peggior font EVER.  Sapete che non mi soffermo quasi mai sul packaging -a meno che non sia, diciamo, qualcosa di particolare- ma questo mi piace: il tubetto ha una forma carina, tonda; è piccino e si infila bene in ogni pochette. Al tubetto si ricollega l'aspetto del prezzo: il tubetto è, come dicevo, molto piccolo... io l'ho pagata circa nove euro per 30ml, che è onesto... a più di nove euro, un po' meno.

Ad ogni nuova BB Cream -oppure, wannabe bb- che esce sul mercato si aggiungono almeno un paio di  "benefici": per quella Garnier erano cinque, quella di Skin79 -la mia preferita, per ora- promette di farvi anche il caffè... con questa saliamo a ben otto!
  1. Idratazione 24h.
  2. Imperfezioni attenuate.
  3. Pelle liscia e omogenea.
  4. Colorito naturalmente luminoso.
  5. Migliora l'incarnato.
  6. Sensazione fresca.
  7. Protezione SPF30.
  8. Oil-free.
Debbo dire che li mantiene! E' davvero onesta: non promette miracoli, e non li fa.

Cosa importante: il mistero del colore. Su internet -sito estero, non credo che quello nostrano sia aggiornato- ci sono millemila colori, e già questo non è tipico delle BB. Comunque, ci sono due colori che mi interessano: Light e Medium-Light. Sulla confezione esterna della mia -quella in cartone e plastica, per intenderci- c'era scritto "Claire". Sul tubetto "medio-chiara". Immagino quindi che per l'Italia non sia disponibile la tonalità più chiara in assoluto, e che medio-chiara sia slittata a chiara.
All'inizio mi sembrava la cosa più arancione del mondo. Poi l'ho sfumato per bene e... ed era perfetto! Sul viso si fonde con l'incarnato che è una meraviglia, è uno dei risultati più naturali che io abbia mai visto.
luce naturale
La texture, poi, è leggerissima. Di solito si critica alle BB la pesantezza e l'eventuale lucidità, che poi si traduce in pelle lucida dopo qualche ore, per chi ha la pelle con tendenza mista/grassa. Ecco, la texture è molto, molto liquida, ma anche leggermente "gel", freschissima e affatto pesante. Copre molto poco, ma uniforma bene... diciamo che se dovete coprire cose grosse, non è il prodotto che fa per voi. Però ripeto, è una delle texture più  piacevoli che mi sia mai capitato di provare: se avete qualche problema di pelle secca, la amerete.
La durata è a mio avviso il punto debole delle bb cream: durano poco, massimo quattro ore.
flash
Sugli eventuali sfoghi sulla pelle non vi so dire; in questo periodo sono poco attendibile... come l'anno scorso, a giugno m'è impazzita la pelle. So che verso settembre tornerà sé stessa, ma per ora non posso dire cosa mi provoca reazione e cosa no, e sono in uno stato di triste rassegnazione e attesa.

Per finire, debbo dire che tra le cosiddette bb proposte dalle case cosmetiche occidentali -ho provato anche quella Kiko, pessima pessima pessima, che consiglierei solo ad un paio di simpatiche ragazze in facoltà- è per me quella che si avvicina di più a quelle vere, quelle asiatiche. Quando la finirò la ricomprerò di sicuro, visto che probabilmente per allora la mia pelle sarà tornata alla normalità.

Ah, vi lascio l'INCI. Bruttino, ma sinceramente non me ne curo, lo sapete.
Titanium Dioxide 1.15%. Inactive: Water, Ethylhexyl Palmitate, Glycerin, Octyldodecanol, Silica, Pentylene Glycol, Octyldodecyl Xyloside, Phenoxyethanol, Sodium Acrylate/Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, Hydrogenated Lecithin, Isohexadecane, Hydroxyethyl Acrylate/Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, PEG-30 Dipolyhydroxystearate, Sodium Dehydroacetate, Pentaerythrityl Tetra-Di-T-Butyl Hydroxyhydrocinnamate, Caprylyl Glycol, Disodium EDTA, Citric Acid, Polysorbate 80, Potassium Sorbate, Propylene Glycol, Methylisothiazolinone, Chamomilla Recutita (Matricaria) Flower Extract, Aloe Barbadensis Leaf Extract. May Contain: Titanium Dioxide, Iron Oxides.

P.S.: Maybelline ha una storia lunga e complessa con le bb. Sembra che più di un anno fa sia uscita questa che è anche minerale e c'è anche compatta (!), ma -credo- solo in Asia e India (?). Poi ce n'è una esclusivamente per il mercato asiatico, in mousse. Insomma, Maybelline... o le lanci anche da noi, oppure non ce le sbatti così sotto al naso.

P.P.S.: è uno dei post più lunghi di sempre o è una mia idea? Scusatemi! Sapete che sull'argomento sono logorroica... più del solito, cioè.

*sembra che il Conad sotto casa sia più fornito di Limoni. True story.

giovedì 5 luglio 2012

A Better Blogging #3

Buondì. Torno oggi, dopo mesi, con la rubrica più inutile del web, ossia A Better Blogging. E riprendo, diciamo, dall'inizio.

Seriamente, credo ormai conosciate la natura di questi articoli, e del blog in generale: sono le mie piccole riflessioni, non voglio giudicare nessuno, e il tono è sempre molto, molto ironico.

martedì 3 luglio 2012

H&M Nail Polish in Coral Road

Pro: il colore è davvero particolare! Quasi fluo. Inoltre dura a lungo e poi dai, la boccetta è deliziosa.
Contro: boh, nessuno in particolare. Magari non tutte hanno un H&M con il reparto beauty vicino...
Prezzo: circa quattro euro.
Dove: H&M.

Ammetto candidamente che ho comprato questo smalto per la boccetta. Tappo viola luccicante, gelati e biciclette: doveva essere mio.
Ah, ok, il colore non è male :D

Back to top