sabato 30 giugno 2012

Review Nuvola Struccante + Beauty Farm, Neve Cosmetics.

Pro: io sinceramente non ne ho trovati. Costano e serve tanto prodotto, e non sono molto reperibili.
Contro: le fanatiche dell'INCI saranno contente, oh sì. Ma io non sono una fanatica dell'INCI, e quindi non sono contenta per niente.
Prezzo: circa 7,80 euro ciascuno (+ spese di spedizione se li acquistate su internet).
Dove: online qui, oppure in alcune profumerie verdi. A Bologna, Neve viene venduta in via Collegio di Spagna in una bioprofumeria molto ben fornita.

Review doppia, e doppiamente negativa :(
Avevo un hype davvero assurdo per questi prodotti: li avevo desiderati fin dalla loro uscita ma si sa, con l'e-commerce sono sempre piuttosto pigra... poi ho trovato quella bella bioprofumeria di fianco a casa e mi sono scatenata. Speravo che ne valessero la pena, anche perché ne ho sempre letto un gran bene...

giovedì 28 giugno 2012

G I V E A W A Y !

Mi auguro vivamente che la finanza italiana abbia cose più importanti di cui occuparsi, che i giveaway. E nel caso venissi, ehm, beccata, sarò la prima blogger italiana a postare in diretta dal penitenziario femminile. 
Seriamente, era da un po' che non ne facevo uno ed è il mio piccolo modo per ringraziare tutte voi (o anche tutti voi, perché no) che mi seguite e sopportate le mie improbabili descrizioni di colori o gli ormai famosi deliri da storica.
Insomma, grazie, davvero.


Comunque, veniamo alle cose interessanti. Ho messo assieme un paio di cose, e alcune sono "riproposte", nel senso che inserirò la maschera H&M in ogni giveaway, perché la amo alla follia e sono convinta che tutte debbano conoscerla. 



Per il resto: lucidalabbra e rossetti (trio gloss Essence, Super Colour Kiko ed Ultra Glossy Stylo Kiko), smalti (un rosso Catrice, un topcoat Essence, uno H&M), ed altre sciocchezze che vedete in foto. Spero vi piaccia! Ecco alcuni dettagli, come i colori dei gloss...

Le regole sono, come sempre, semplicissime e per partecipare basta un commento.
  1. Essere iscritte al blog. Fb non è obbligatorio ma, come dire, si apprezza :D
  2. Il commento non deve contenere K o abbreviazioni o linguaggio sms, o essere in caps lock. Sapete che su questo blog amo l'italiano corretto e mi piace pensare che questa regola sia un po' il mio marchio di fabbrica!
  3. Condividete. Nei giveaway passati ho apprezzato moltissimo la vostra "inventiva": fb, blogger, twitter... insomma, anche tramite piccione viaggiatore! :D Potete usare l'immagine, se volete. 
  4. La mail nel commento non è obbligatoria, se non volete.
Nei commenti come al solito potete dirmi quello che volete :) durerà fino al 29 di luglio ed estrarrò la vincitrice con il solito random.org postando ovviamente uno screenshot. Per tutta la durata del giveaway terrò un'immagine nella barra laterale ed eliminerò i commenti non i linea con le regole perché sfaserebbero l'estrazione.

Insomma, partecipate e... grazie ancora, a tutte voi! 

Laura. 

mercoledì 27 giugno 2012

Versatile Blogger Award 

Mie care, ultimamente un buon 80% dei post che pubblico è "programmato", nel senso che con la odiata sessione estiva ho poco tempo da dedicare al blog, e la cosa mi dispiace. E' anche il motivo per cui ho drasticamente ridotto le tag... e questo mi spiace ancora di più, perché mi diverte non poco ammorbarvi con inutili aneddoti della mia vita :D ad ogni modo, questo tag arriva in un momento di pausa dalla peste nera e dal concetto di morte nel medioevo (bell'esame, nevvero?). 
Mi ha taggata Venus Power.



Altri sette aneddoti... uhm.


1) Una volta, da bambina, ho mangiato dieci Kinder Fetta al Latte in un solo pomeriggio :3
NON provateci.
Davvero.


2) Ho un debole per i ragazzi con gli occhiali. 

3) Ho un passato da... giocatrice di ruolo! Ebbene sì! Sotto il blush ed il rossetto batte un cuore più che nerd. Da quattordici ai diciassette anni ho giocato a Warhammer con alcuni amici -e amiche. 

4) Preferisco indossare gonne o vestiti ai pantaloni. Ho tipo venti minigonne, ma solo quattro paia di jeans. In particolare, prediligo vestiti dal taglio leggermente '50, o anche con fantasie floreali. 

5) Sono incredibilmente, assolutamente e totalmente innamorata di quello che studio. Magari può suonare banale, ma non avrei mai potuto fare altro nella vita, e non sarei potuta essere così felice studiando altro.
(tra l'altro, cercando una immagine su Tumblr e Google, ho scoperto che quello che noi chiamiamo "Alto Medioevo", cioè dal 476 al 1000, in inglese è detto "Early Middle Ages" ed invece il "Basso Medioevo" ossia dal 1000 al 1453 circa, è definito "High middle Ages" ed anche "Late Middle Ages". Stranissimo. Ed io che ero ferma al concetto di Alto/Centrale/Basso... mi sento un'ignorante .-.). Inoltre ho scoperto che in giro c'è un'idea molto, molto, molto vaga del concetto di "medioevo".


6) Lo ammetto candidamente: sono una gleek. Non intendo vergognarmene eccessivamente. 
(Un po' sì, però).

7) Mentre finivo il tag stavo ascoltando questa. Riproduzione casuale, lo giuro!


Adesso viene il momento, da me temutissimo, dove devo taggare altre blogger, quindici per l'esattezza. 
Per me è sempre un problema perché ne seguo e ne apprezzo molti di più e non mi piace mai l'idea di doverne scegliere quindici. 
Posso taggarvi tutte?
Dai, sì. 


martedì 26 giugno 2012

domenica 24 giugno 2012

MNY Maybelline New York Mascara

Pro: è un mascara discreto che allunga e infoltisce.
Contro: nessuno in particolare... forse la reperibilità.
Prezzo: 4,50 euro.
Dove: Acqua e Sapone; Carrefour.

Esiste accoppiata più aberrante di quella rosa/verde? (sì, marrone/arancio, ma insomma, avete capito). Nonostante la confezione kitsch che più kitsch non si può, questo è uno dei mascara più famosi al mondo. Noto con nome di Great Lashes, negli anni '90 era un vero must. Non so a cosa sia dovuto lo slittamento dalla linea "madre" a quella più giovane. Comunque, complice un packaging "svecchiato" -sempre rosa e verde, ma con qualche disegno tipico delle confezioni MNY- adesso è venduto in una confezione più piccina e più economica.

giovedì 21 giugno 2012

I ❤ Style, Essence eye liner.

Pro: la durata è qualcosa che non è di questo mondo. Inoltre ha un finish bello lucido che mi piace molto, ed il prezzo è conveniente.
Contro: trovo il pennellino troppo grosso, ma altre lo amano. E' una cosa assolutamente soggettiva.
Prezzo: circa quattro euro.
Dove: Coin, OVS.

Tanto per fare le drammatiche, questo è un prodotto che ha diviso le blogger. In particolare, il pennellino le ha divise. Alcune lo adorano, altre sostengono che sia troppo grosso e per questo impreciso. Io mi schiero con...

martedì 19 giugno 2012

Show your stripes! Indossa lo stile Navy Chic e torna agli anni '50 con Be Chic.

Quando Valentina mi ha chiesto se fossi disponibile a pensare e creare un look intonato a questi deliziosi, piccoli bijoux , non ci ho pensato due volte!

Di Be Chic Jewel vi ho già parlato, e praticamente si presenta da sé: offre bijoux ed accessori sempre in linea con le tendenze attuali, in questo caso uno stile classico, quello navy chic, rivisitato per le più giovani, con orecchini, bracciali e pendenti dall'aspetto spiritoso e, perché no, anche leggermente malizioso. Inoltre è un'azienda assolutamente italiana: i bijoux sono curati fin nel più piccolo dettaglio, dai pendenti a forma di occhiali-cuore, al bracciale con il costume da bagno con il nastrino, al pendente a forma di cabina con le righe blu e rosse. Inoltre anche il packaging è estramamente curato: le scatoline in cartone rigido decorato a righe e pois con un nastrino blu sono deliziose e riutilizzabil.

 

Anche i prezzi sono pensati per le più giovani: il doppio bracciale con due charms ha un prezzo di 14,50, lo stesso dei doppi pendenti. Io sono assolutamente innamorata del mio bracciale col costumino così frou frou, smaltato in rosso e blu, e con la stellina simbolo di Be Chic; stellina che si ritrova declinata in rosso nei doppi pendenti Stars & Occhiali da sole '50 a cui ho già accennato: gli occhiali a forma di cuore rosso e rosa richiamano non solo allo stile marinaretto, ma hanno anche lievissimi echi cinematografici... Lolita è sempre stato uno dei miei film preferiti! Insomma, non è stato affatto difficile creare un look che si adattase a questi gioiellini. Se non vi sentite delle perfette Lolite, la nuova linea Navy Chic offre anche altri deliziosi temi e stili, come due simpatici e tenerissimi pesciolini che si ritrovano in un bracciale e, dentro una boccia, anche in un pendente. Trovo molto carino anche l'altro pendente della collezione, una cabina da spiaggia smaltata nei colori trainanti della collezione, blu e rosso. Vi sono inoltre due charms, la cabina ed il pesciolino, da attaccare dove volete per sbizzarrirvi coi look più diversi.

 

Il tema era quello delle righe, con cui ho un rapporto conflittuale. La moda le tira fuori molto spesso però io sono piuttosto cauta nello sfoggiarle… tipiche paure femminili, immagino :) Così ho scelto una maglia con righe molto sottili, quasi invisibili, decorata da un bel nastro blu scuro che richiama alla perfezione il mio bracciale costumino '50.

Per il "sotto" vi ho abbinato semplicissimi short di denim, ravvivati da un bordino di sangallo, di cui vi lascio un dettaglio. Vi confesso che, se solo il fisico me l'avesse permesso, avrei osato quegli shorts a vita alta e con dei bottoni dorati, perfetti per uno stile marinaretto completo.

 Sopra vi ho messo un giacchino con manica a tre quarti, bordato di bianco, per dare un tocco bon ton ed ingentilire il look. Un po' un dramma è stata la scelta delle scarpe... io vivo in ballerine, però non ne posseggo di rosse o blu ma ho un paio di stravecchie scarpe col tacco, rosse e lucide. Ero esaltatissima dal ritrovamento poi mi sono ricordata del motivo per cui non le indosso mai: sul tacco dodici ho la grazia di un marinaio (sempre per restare in tema). Il risultato è che ho fatto un passo e sono miseramente franata a terra, io e la macchina fotografica.

Con un tema del genere, il make up è stato piuttosto semplice. Una scelta assolutamente ovvia è stata quella dello smalto rosso, da stendere su unghie curate e corte. Per il resto mi sono mantenuta sul semplice: su una base perfetta ho truccato gli occhi con un ombretto chiaro e dorato, ho tirato una bella riga diritta di eye-liner e ho applicato mascara in quantità. 

Ho lasciato gli occhi sottotono per puntare al rossetto: rosso, certo, ma lievemente lucido e brillantinato per "svecchiare" il tutto. 

Vi piace il mio look? Debbo confessarvi che sto riuscendo a sconfiggere la timidezza... è persino "spuntata" una mia gamba! :)

Sulla bacheca pinterest di Be Chic potete trovare tanti altri look a cui ispirarvi.





Articolo sponsorizzato

giovedì 14 giugno 2012

Neutrogena Wave

ma com'è rosa :)
Pro: nelle sue intenzioni dovrebbe, diciamo, purificare la pelle e illuminarla...
Contro: ...effettivamente, a me, non fa davvero nulla.
Prezzo: io lo pagai circa dieci euro.
Dove: eBay.

Salve ragazze, oggi voglio parlarvi di un prodotto davvero curioso. Lo posseggo da molto tempo, non pensavo neppure di farci una recensione sopra, ma ho visto che ha attirato l'attenzione di molte blogger, anche nostrane, soprattutto perché è difficile da reperire, essendo Neutrogena non distribuita in Italia -crema per le mani a parte. Ma correggetemi se sbaglio! :)

In principio c'era il Clarisonic, sogno proibito di ogni blogger che si rispetti. Che però ha due inconvenienti: 1) costa, diciamo, dai 120 ai 200 dollari e non è molto reperibile in giro.
Sulla pelle dev'essere la cosa più magica del mondo... ma non sogniamo troppo :( Neutrogena ha sfornato un aggeggio piccolino, rosa (ok, un punto in più), che vibra accendendo un pulsante ed è dotato di qualche dischetto che al contatto con la pelle inumidita del viso sprigiona una schiumina che profuma in modo delizioso.
Detta così, in effetti, sembra una cosa favolosa. Il problema è che personalmente non credo che la pulizia sia troppo profonda... nel senso che d'accordo, il massaggio al viso è gradevole, ma mi sembra che lasci sul viso una sorta di "patina" e lo unga. La mia pelle non ha particolari problemi, e a questo punto mi chiedo se fosse pensato per pelli particolarmente unte -magari aiuta a "sgrassarle" un po', chissà- o acneiche... o se al contrario le danneggerà.
i dischetti di ricambio
Sul lungo termine, a me non ha dato nessun problema in realtà, nel senso che al di là di quella sorta di patina o della sensazione unta, non ho riscontrato danni.
Però mia madre, con una pelle che non esiterei a definire "asfittica" a dispetto dell'età (mami, ti voglio bene, lo sai, ma... debbo essere onesta! :D), ama questo strano aggeggino rosa.
Il mio ragazzo ne era terrorizzato.
Mistero.

Per la storia della reperibilità: io lo comprai in Irlanda, ma immagino che su eBay si trovi facilmente. Il costo è di una decina di euro, compresi circa venti dischetti di ricambio.

P.S.: scopro or ora che il Clarisonic esiste su amazon. Naturalmente ci vado moooolto cauta, ma un pensiero quasi quasi ce lo faccio. Qualche anima pia l'ha provato...?

martedì 12 giugno 2012

Haul Essence + Neve Cosmetic.

Buongiorno bamboline!
Come vi dicevo ieri su fb, avevo urgente bisogno di consolarmi per un esame rifiutato (ma il 9/07 sarò di nuovo lì, oh sì! Civiltà Indigene: non mi scappate!) e così mi sono data ad un mini haul -e ieri mi sono ovviamente data alle meringhe :P
Sempre su fb vi dicevo che avevo avvistato una nuova, piccola bioprofumeria in via Collegio di Spagna, qui a Bologna... e quale occasione migliore per provarla? Per ora mi piace proprio: hanno tutta la linea di Neve Cosmetics. Io ho acquistato Nuvola Struccante e Beauty Farm. La commessa è carina e gentile, mi ha dato in omaggio un mini pennellino di Neve Cosmetics (!) ed un paio di campioncini di Verdesativa, marca che non conoscevo. Ho anche avvistato la palette Elegantissimi... mi rivedranno presto, direi.
Poi ho fatto qualche acquisto di Essence: un eyeliner in gel, marrone per il giorno visto che il nero mi ha un po' stancata, un altro eyeliner con pennellino, un mascara che mi mancava (grave, gravissimo!) ed una penna illuminante per gli occhi.

Dei miei acquisti della mattinata mancano i libri: "La morte e i suoi riti in Italia tra Medioevo e prima Età moderna"; "Il pensiero politico dell'età antica e medievale" e "Scritti di storia medievale"... ma dubito che quelli possano interessarvi :D
Vado a provare l'eyeliner!
Baci,

Laura. 

lunedì 11 giugno 2012

Old but gold: Chanel Rouge Allure in 14.

Correva l'anno del signore 2007, era luglio ed io ero in vacanza a Londra. All'epoca avevo 'sta roba nell'iPod, indossavo discutibili top neri a fascia di giorno e credevo che portare il rossetto rosso fosse facile.

Una sedicenne, delusa dalla sua prima esperienza londinese, entra da Harrod's con un obiettivo ben preciso: lui, il Rouge Allure n.14. Sa bene di non essere Julie Ordon, ma quantomeno di vuole provare. Il colore si chiama Passion, ed è il suo primo rosso; il suo primo, vero rossetto da adulta

giovedì 7 giugno 2012

Un anno è troppo.

Ciao, sono Laura, solitamente scrivo di cosmesi MA è finita la seconda stagione di GoT e sentivo il bisogno di dire la mia :D 
Questo post racchiude tutte le mie considerazione, critiche, apprezzamenti, deliri da fangirl e soprattutto gif di Jon Snow che fa le faccette. Cercherò di mantenere il tutto il più spoiler-free possibile, ma non garantisco nulla... è difficile parlarne senza spoilerare, soprattutto per chi ha letto i libri.

Il titolo si riferisce all'intuibile fatto che per tutte noi fangirl impazzite aspettare un anno prima di una nuova stagione è un supplizio insostenibile. 

mercoledì 6 giugno 2012

Anticellulite Pupa: prova a 4 settimane di utilizzo

 


Quando vi ho scritto qualche tempo fa per aggiornarvi del mio test con l'anticellulite Pupa, non ero troppo soddisfatta. Nonostante un uso ligio e costante, nell'arco di due settimane il miglioramento era stato davvero impercettibile.

Altre due settimane sono passate, e… e la situazione è rimasta quella di prima. O meglio...

 

Ho, come vi dicevo, utilizzato la crema-gel drenante ogni giorno, mattina e sera, senza sgarrare minimamente -mi faccio i complimenti da sola, tra l'altro: la mia costanza ha sorpreso persino me. Ho poi completato il trattamento con il gommage

Iniziamo dalla crema-gel anti-acqua: innanzitutto, quel tubetto che qualche settimana fa mi pareva così gigantesco, è bastato appena. Ho ancora, direi, un paio di applicazioni, forse qualcosa di più, ma credo di essere stata troppo entusiastica all'inizio riguardo la quantità. E sono stata anche abbastanza parca: l'ho usato nell'esterno cosce e, ogni tanto, anche sui fianchi.

Confermo la piacevolezza e la facilità dell'applicazione. Massaggiando si assorbe in modo molto rapido e la sensazione letteralmente ghiacciata che mi era piaciuta in maggio, è stata adorata in queste calde giornate di giugno. Il profumo mentolato, poi, dura a lungo e non è affatto fastidioso, anzi, il mio ragazzo mi ha persino chiesto cosa fosse :D (e naturalmente NON ho detto che era una crema anticellulite). La pelle rimane molto idratata e liscia.

Il Gommage, debbo ammetterlo, l'ho utilizzato un po' più di due volte la settimana, com'era indicato: ma solo perché l'ho trovato davvero valido… parlandone come "semplice" scrub, intendo. I granelli sono minuscoli ma sono davvero tanti, esfoliano bene e la pelle è davvero levigata. Ovviamente, usandolo non quotidianamente, me ne è avanzato un po', cosa che non mi dispiace affatto, ad essere sincera.

Adesso, visto cheil Gommage "gratta" e la crema non sembra affatto male, qual è il problema? Il problema è proprio lì: "sembra". Con la crema la pelle appare liscia, e con lo scrub è effettivamente levigata, che può dare una sensazione di maggiore compattezza… ma nei fatti non è così, dato che nonostante l'uso quotidiano la situazione è sempre la stessa. 

Insomma, apparentemente qualche piccolo cambiamento c'è secondo me a livello di rassodamento, ma sono portata a credere che sia una cosa totalmente temporanea causata da quella famosa sensazione "ghiacciata" della crema e dalla levigazione dello scrub. Insomma è un vero e proprio "trucco" che dura giusto il tempo dell'applicazione.

Vi segnalo anche una versione più forte della crema-gel, specifica per una cellulite più radicata... forse avrei dovuto prendere questa, anche se oggettivamente la mia "situazione cellulite" è molto sottocontrollo: come vi dicevo, solo nell'esterno coscia. Buccia d'arancia non pervenuta.

A conti fatti, dopo aver concluso questo test -ma più che test, essendo la mia prima volta con un prodotto di questo genere preferisco dire "esperienza"-, rimango della mia idea, ossia che con la cellulite ci sono solo tre cose da fare: muoversi molto, mangiare sano e bere litri di acqua. Magari trovate qualche idea sul Beauty Diary.


Articolo sponsorizzato

Stila Convertible Color in Poppy.

Pro: la durata e la naturalezza del colore, che sembra davvero "nostro".
Contro: diversi. Il prezzo, la reperibilità ed è innegabile che non sia un prodotto proprio per principianti.
Prezzo: circa 22 euro.
Dove: io l'ho comprato su asos.com ma esiste anche il sito ufficiale di Stila. Qualcuna l'ha provato?
Altro: è disponibile in nove colori, un record per questo genere di prodotto. "Gladiola" sarà presto mio.

Posso farvi una confessione?
Io, il Benetint, non l'ho mai amato troppo. Cioè, bella idea e buon prodotto, nulla da ridire, però l'ho sempre trovato un po' troppo "secco", non saprei come spiegarmi.

Mi piacciono prodotti più cremosi, più modulabili -non venite a dirmi che il Benetint è modulabile, su-; e su di me il Benetint ha sempre fatto un effetto vecchia che è un amore.

sabato 2 giugno 2012

Old but gold: Lip Fusion Lip Plumper Color Shine.


"Old but gold" è la mia nuova "rubrica", molto saltuaria, in cui vi illustro vecchi, vecchissimi prodotti comprati prima dell'apertura del blog ma che resistono epici allo scorrere del tempo :D insomma, non fatevi spaventare da qualche graffietto sulla confezione perché potrebbe nascondere meraviglie.
Back to top