martedì 31 gennaio 2012

Qualcuno lassù mi ascolta...


Alla fine i miei improperi debbono esser stati ascoltati.
Sephora Italia si apre al commercio online! Urrà! 
Naturalmente, se vivete in una città dotata di una Sephora normale e decente non vi servirà, ma vi ricordo le condizioni in cui versa quella di Bologna: mancanza di Urban Decay, mancanza di Too Faced, pochissimi prodotti Sephora, Sleek ogni morte di papa. 
Tra tutto il ben di Dio disponibile nel negozio online manca una cosa di cui però non sentirò la mancanza: le commesse. 
Qui per iniziare a far razzie.

Adesso scusatemi, ma vado a sacrificare il vitello grasso e, successivamente e più prosaicamente, a rompere il porcellino salvadanaio.


lunedì 30 gennaio 2012

Benefit Velvet Eyeshadow in Leggy

Pro: Benefit fa delle confezioni adorabili, in effetti.
Contro: Ma qui è tutto un disastro! Prezzo, resa, durata...
Prezzo: 19, piuttosto ingiustificati, euro.
Dove: Sephora.

Benefit è per me come la migliore amica stronza delle medie. Quella che spesso è carina, ma ad un prezzo altissimo; ma che ogni tanto ti tradisce, e tu ci resti malissimo.
 Ogni tradimento Benefit è come una stilettata al cuore, e non scherzo. Il mascara BAD Gal non mi piacque, e ancora porto le cicatrici del Some Kind-A Gorgeous.

Qualche giorno fa vi avevo detto che quel bellissimo ombretto Kiko era un fortunato dupe di un più sfortunato ombretto Benefit. Bene: ci siamo.
Cos'è che non va? Tutto a parte la texture. La texture prometteva bene perché è morbida, vellutata, piacevole da stendere.
Peccato che una volta steso sia decisamente invisibile. L'ho provato in ogni modo possibile e immaginabile: uno strato, due strati, tre... poi da solo o accoppiato con ombretti più scuri. Infine come illuminante nell'angolo interno e sotto le sopracciglia. Niente: rimane invisibile.

Mi dispiace, perché il colore è bellissimo secondo me: come avrete capito, adoro i nude molto shimmer. Mi sembrano perfetti in ogni occasione, sia da soli di giorno che con altri ombretti di sera.
Ah, nota "simpatica": è sì invisibile, ma questo non gli impedirà di spargersi delicatamente su tutta l'area perioculare, facendovi brillare come bambine a Carnevale.


E' possibile giudicare la durata di un ombretto che non si vede? Non mi sbilancio, ma non mi pare soddisfacente.

Il prezzo è di diciannove euro, che già sarebbero molti per un ombretto buono e funzionante, ma per uno che proprio non va sono solo una presa per i fondelli.

P.S.: è possibile che questa mia acidità sia -anche- dovuta al fatto che la prima volta che ho fatto per usarlo mi è caduto nel lavandino e via, un quarto di cialda è andato a beneficio del  popolo delle fogne.

venerdì 27 gennaio 2012

BB Cream SPF 15, Kiko


Pro: *solito attimo di imbarazzo...*
Contro: unge, fa uscire sfoghi e reazioni...

Prezzo: 8,90 euro.
Dove: monomarca Kiko oppure online qui.

Non ci siamo. Proprio non ci siamo. E non parlo solo di questa... questa... già, cos'è? Le ragazze che hanno provato le vere BB cream mi dicono che non sia neppure una loro lontanissima cugina. Non è neanche un fondotinta... quindi? Potrebbe andare "sostanza biancastra che ti fa spuntare punti neri mai visti prima in posti impensabili".
Comunque, non parlerò male solo di questa "cosa". Ma anche di me. Di me che, nonostante vada in una facoltà esattamente di fianco ad un ufficio postale, sono troppo pigra per andare a rimettere qualcosina dentro la Postapay per comprarmi finalmente una decente, accettabile, vera BB cream.
Pensate un po': review negativa e autocommiserazione, tutto nello stesso post!

mercoledì 25 gennaio 2012

Totally Random #7


Film visti: Shame e La Papessa. Molto belli entrambi. Shame mi ha molto colpita (e no, non parlo solo del fisico di Fassbender); è un film di una freddezza davvero incredibile... e per me è una cosa assolutamente positiva. Non sono un'esperta di cinema ma mi ha dato le stesse sensazioni dei film di Haneke: bellissimo, ma non lo rivedrei una seconda volta.
(Su La Papessa: mia madre giura che non guarderà mai più un film storico con me di fianco. Posso diventare molto pignola a volte... ciò detto la ricostruzione non è male affatto. Cioè, quella è una leggenda che pur essendo nata nel mio periodo preferito, il IX secolo, non mi fa impazzire; ma riconosco che è un film di tutto rispetto e soprattutto Iain Glen. Yessir).
Ho rivisto tutta la trilogia di Sissi! Oh, Sissi, adorabile pazzerella anoressica. Divertente come dei film possano costruire un mito su una figura che era tutto l'opposto. La vera Elisabetta di Baviera era fredda, un po' stronza, fissata col cibo e con la magrezza e completamente disinteressata della vita politica, tutto il contrario di Romy Schneider. Ma i film di Marischka sono splendidi: costumi, scenografie, Franz Joseph... oh, ho una passione per i ragazzi che sembrano bambolotti, volete forse farmene una colpa?

Shopping post pranzo con mia madre da Coin: ho iniziato a comprare qualcosina per il giveaway che faccio non appena raggiungo i 200 fan (mi stupisco da sola a pensarci, sinceramente) e ho dato un'occhiata a tutte le nuove collezioni.
Un sì deciso per Dior. Mi piacciono i verdi tenui anche se su di me sono pressoché importabili. Un altro sì al rossetto Rouge Coco Shine Flirt di Chanel: mia madre sostiene che sia troppo aranciato, ma sappiamo entrambe come andrà a finire...
Attimo di sgomento all'espositore Maybelline. Pur non essendo stato (ancora) pubblicizzato affatto ho visto questo Dream Nude Airfoam. Sentendo già svanire dal mio portafogli una ventina di euro, shakero la bomboletta, contenta come sempre sono quando mi trovo davanti a packaging improbabili. Ne esce una mousse (tipo quelle per capelli) bagnaticcia che sarebbe bastata non solo per il mio viso ma anche per tutto il corpo. Mettiamo questo fondo direttamente nella vasta categoria dei "prodotti di cui non si sentiva il bisogno".

Scrivevo su fb che sto testando qualche prodotto viso. Si tratta del tonico Essence My Skin e della BB Cream di Kiko. Qualcosa mi ha provocato una deliziosa fioritura di puntini neri e brufoletti sottopelle, specialmente nei pressi di tempie/orecchie/mandibola. Cosa, cosa è stato dei due? Non ne ho idea. Al momento li ho sospesi entrambi e la situazione è migliorata subito. Li testerò separatamente, a questo punto. Ma direi la BB Cream...

Last, but not least... un paio di cose acquistate ai saldi. La cosa che preferisco è questa borsa di pelle, comprata da Brandy (via Oberdan a Bologna: il mio negozio preferito!). Assieme, nello stesso negozio, ho acquistato una deliziosa camicetta color panna, con inserti di pizzo: perfettamente nel mio stile. Poi un maglione blu scuro a trecce ed anche un cappotto grigio, che però è impossibile da fotografare.

martedì 24 gennaio 2012

Tag: meme sulle fiabe.

Come posso resistere ad un meme sulle fiabe?
Questo lo prendo dal blog di TheMorgana1985.


1. Qual'è la tua fiaba preferita?
La Bella e la Bestia, senza dubbio alcuno.

2. Qual'è quella più odiata?
Dubito che ci sia un motivo razionale, ma ho sempre avuto in odio Ariel.
Hipster Ariel!
3. Qual'è il tuo cartone animato Disney preferito?
Di nuovo, La Bella e la Bestia. A parimerito, La Spada nella Roccia.

4. Quale sogno vorresti che la bacchetta magica della Fata Madrina rendesse vero?
Forse quello di riavvicinarmi con una cara amica: ci siamo allontanate, ne soffro molto e non so cosa fare.

5. Il tuo cattivo preferito?
Ok, qui riderete... ho sempre trovato Frollo sexy. 

6. E adesso.. il principe azzurro dal quale vorresti essere salvata?
Il principe senza nome di Biancaneve. Oppure Filippo, ma solo a causa della meravigliosa battuta:
"Oh, padre, sei troppo all'antica! Siamo ormai nel XIV secolo...!"

7. Quale dei Sette Nani ti rappresenta di più?
Mammolo.


8. Se Mago Merlino potesse tramutarti in un animale per un giorno, quale vorresti essere?
Un uccello (di certo non uno scoiattolo...).

9. Se fossi Raperonzolo, come trascorreresti le giornate chiusa nella torre?
Ricamando, leggendo, e sognando il principe azzurro. Ehi, aspetta un attimo... questo già lo faccio a casa mia!

10. Scrivi la prima frase che ti viene in mente di una delle canzoni Disney.
"No chance, no way, I won't say it, no no..."


11. Quale frase ti sussurrerebbe più spesso all'orecchio il Grillo parlante se lo avessi sulla spalla?
Metti giù quei carboidrati...

12. Se tu possedessi le scarpette rosse di Dorothy dove vorresti che ti trasportassero?
In qualsiasi posto con un bel prato verde per stendersi con un libro.


13. Se dico "C'era una volta.." come proseguiresti la frase? (solo l'incipit)
In un paese lontano...

Kiko Natural Eyelashes + Eyelashes Mini Tutorial

 Pro: naturalissime, sofisticate, confortevoli, economiche: le ciglia finte perfette!
Contro: d'accordo, applicare le ciglia finte richiede un po' di pratica... ma c'è sempre il mini tutorial in fondo al post, no? :)
Prezzo: tre euro in saldo.
Dove: monomarca Kiko oppure online qui.

Quando ho iniziato ad usare le ciglia finte, mi sono subito buttata su quelle a nastro credendo che quelle a ciuffetti fossero pressoché impossibili da utilizzare. Lo ammetto candidamente: mi sbagliavo di grosso.
Quelle a ciuffetti non solo sono molto più semplici (magari meno veloci, ecco) da mettere, ma sono anche più naturali e "comode".
Queste poi le trovo perfette.

sabato 21 gennaio 2012

Kiko Eyeshadow in #139 Salmone perlato.

Pro: un colore molto grazioso, luminoso e delicato.
Contro: nessuno in particolare.
Prezzo: ora è in saldo a 3 euro.
Dove: monomarca Kiko oppure online

Vi ricordate di questo haul, dove l'involontario protagonista è stato quell'orribile fucsia (a sinistra nell'immagine)? Bene: regalato quell'ombretto, siamo pronte a concentrarci sull'altro ombretto, che mi ha ampiamente ripagata di quella delusione...

Tutto è iniziato con un ombretto Benefit -che devo ancora recensire, tra l'altro-, di un meraviglioso color pesca, ma shimmer, così shimmer... può un ombretto così shimmer essere nude? Lo è. Ma i problemi erano la durata e il prezzo. Così ho cercato un possibile dupe. Questo lo descriverei -ma sapete che a descrivere i colori, sono, diciamo, penosa- come un pesca/dorato? :D che è leggermente diverso dal colore che cercavo, che è più rosa, ma mi sta comunque dando tante soddisfazioni!
(di certo non è color salmone, ecco. Proprio no).

Usato solo come punto luce non funziona, ve lo dico subito. E' troppo discreto per essere messo solamente nell'angolo interno o sotto l'arcata sopraccigliare. Io lo stendo su tutta la palpebra mobile ed anche sotto, nella rima inferiore. 
Le prime volte che l'ho usato ero dubbiosa perché mi sembrava poco visibile e la durata mi lasciava perplessa, lo confesso. Infatti non sono riuscita ad usarlo da solo ma lo "rinforzavo" sempre con ombretti più scuri. Poi da qualche giorno, complici sonno, poca voglia di truccarmi e poca fantasia, lo utilizzo da solo, magari con un ombretto più chiaro nei punti luce. E così, rende davvero molto.
La durata è una cosa che negli ombretti Kiko mi ha sempre lasciata un po' perplessa. Tutte a dire che durano all'infinito... e su di me, di solito, spariscono nell'arco di un'ora. Questo invece ha resistito un'intera mattina, senza nessuna base sotto.
La texture è abbastanza scrivente, ma va dosato con attenzione perché essendo uber-shimmer (ma è il motivo per cui lo amo, no?) rischia di farvi risplendere persino gli zigomi.

In definitiva mi piace moltissimo perché è uno di quegli ombretti che non si fanno notare ma possono subito illuminare lo sguardo. Promosso a pienissimi voti! :D

P.S.: chiedo venia per la pochissima presenza degli ultimi giorni... stavo preparando un esame che ho dato stamane. Già: uno scritto, di sabato mattina. Non vorrei dire, ma tutto ciò denota una mancanza di vita sociale nei professori...

P.P.S.: ovviamente non recensirò quel rosa, in quanto come vi ho detto l'ho regalato. Vi basti sapere che avevo provato, nelle sue 48 ore di permanenza in casa mia, ad usarlo come blush, col risultato che mia nonna mi ha chiesto cosa avessi fatto alla faccia. 

giovedì 19 gennaio 2012

Un paio di awards...

Sono stata taggata in ben due award! Rispettivamente (in ordine alfabetico! XD):
è un award per blog che hanno meno di 200 followers e mi è stato assegnato da Siboney2046. Liebester in tedesco (che sono determinata ad imparare per lo studio) significa "amabile". Non è una cosa carinissima? (appunto).

Poi MissCecily mi ha nominata nel Versatile Blog Award.

Dunque. Le regole prevedono di linkare chi ti ha nominata e nominare a tua volta una decina (cinque nel Liebster, quindici nel versatile) di blog. Ed io entro in pura crisi in questi momenti.
Perché? Perché di blog che apprezzo molto ce ne sono molti più di quindici! Non mi va affatto di scegliere. Che dite, posso infrangere le regole?  Vi prego. Certe cose mi gettano in stati di reale panico, sono sincera. Abbiate pietà XD
Ed ora, le sciocchezze random su di me...

mercoledì 18 gennaio 2012

Sephora Glossy Gloss in 03 Precious Pink

Pro: il colore è davvero bellissimo! Poi profuma in modo paradisiaco.
Contro: nessuno in particolare.
Prezzo: una decina di euro.
Dove: Sephora.

Questo è un gloss
semplicemente adorabile.
Cercavo qualcosa di iperfemminile, qualcosa di diverso dai miei soliti rossi o corallo... e l'ho trovato! :D

Il profumo, innanzitutto, mi ha subito conquistata. E' dolce e zuccherino, sa anche un po' di melone, mi piace molto.
La texture non è affatto appiccicosa una volta sulle labbra, e soprattutto non tende a scivolare fuori dai contorni delle labbra -io ci faccio sempre caso! Coi gloss mi capita spesso ed è molto sgradevole.
Il colore è la cosa che più mi ha colpita e mi auguro che dalle fotografie si noti quanto sia particolare. Lo descrivere come un rosa chiarissimo, lattiginoso, con mille piccoli brillantini. Alla fine il risultato è decisamente discreto. Magari dalla mia descrizione sembra volgare e/o vistoso, ma vi assicuro che non lo è. E' davvero lucidissimo; come dicevano in una pubblicità di qualche anno fa "a specchio".
La durata è media, diciamo sulle due ore.
Sarebbe stato assolutamente perfetto se fosse stato un po' idratante... ma invece niente. Un vero peccato. Non fraintendetemi: non secca affatto le labbra, se per caso le doveste avere un po' screpolate non succede nulla, ma i gloss che idratano almeno un poco hanno un posto speciale nel mio cuore.
Riassumendo: è un colore grazioso, con una durata media, un profumo assolutamente fantastico e soprattutto è perfetto sia da solo che su altri prodotti. In particolare, sui rossetti beige è molto chic.
Credo proprio che acquisterò altre tonalità!

P.S.: chiedo venia per lo swatch assolutamente atroce. Oggi la luce non mi aiuta. Si vede persino il campanile della chiesa vicino a casa mia riflesso!
P.P.S.: ricordate quell'atroce ombretto Kiko? L'ho graziosamente regalato ad una mia carissima amica che, essendo bionda con gli occhi verde chiaro, saprà farne migliore uso di me.

martedì 17 gennaio 2012

Giveaway su De Ornatu Mulierum.


Volevo segnalarvi un delizioso giveaway organizzato dalla nostra (posso chiamarti così? Sì? ^^) Hermosa sul suo blog De Ornatu Mulierum.

Lucidalabbra, gloss e... una bellissima borsa Furla!
Dita incrociate!

domenica 15 gennaio 2012

Nuovi fondotinta Hello Flawless Oxygen Wow ; Benefit.

Bene bene bene... cosa abbiamo qui? Uno dei fondotinta che ho maggiormente apprezzato recentemente, declinato nella versione liquida... e giusto in tempo per la primavera!
Sono sempre attenta ai lanci Benefit (meno che per i blush: sono fedelissima al mio CORALista!) e questo mi incuriosisce davvero tanto. 
Immagino che il costo sarà quello tipico di Benefit, ossia una trentina abbondante d'euro. Il lancio è previsto per marzo. E sì, pur di procurarmelo passerò sopra persino alle commesse di Sephora ;) 
Voi lo comprerete? 

Pores Be Pure Skin Clarifying Mud Mask - Formula 10.0.6

Pro: fatemi pensare... è rosa?
Contro: tutti. L'odore, la consistenza, i risultati che non ci sono. Ah, ho detto che brucia da morire?
Prezzo: 9,90 euro per 100 ml.
Dove Sephora.

Sono una ragazza piuttosto naif. Se una cosa si presenta in un packaging rosa e carino e poi non funziona... io ci rimango male, ecco.
Perché ve lo dico subito: non funziona. Punto. Non c'è una cosa positiva in questa maschera.
Partiamo dal principio. Al tatto è di consistenza normale, ma con un odore atroce. Sento un po' di fragola -come dicono dicono sulla confezione-, ma tutto il resto... bleah, disgustoso. Inizio a stenderla e brucia. E non dico un leggerlo bruciore del genere "se brucia allora funziona". No, un bruciore vero, peraltro anche persistente. Per amore della scienza mi decido a continuare e attendo, paziente e fumetto in mano, un quarto d'ora. Questa è di quelle maschere che diventano "sottili", mentre a me piacciono quelle vecchio stile, che diventano praticamente cemento sul viso.
Trascorsi quindici minuti rimuovo con acqua calda. L'immediata sensazione non è male: considerando che molte maschere purificanti lasciano la pelle un po' secca e che "tira", con questa la pelle è abbastanza morbida.
Il punto è che non fa nient'altro. Rispetta la pelle, d'accordo, ma d'altronde resta esattamente uguale a prima. Se avete punti neri o pori dilatati, saranno ancora lì ad attendervi.
Credo che gli darò un altro paio di occasioni visto che non ho notato reazioni di sorta, ma per adesso il giudizio è decisamente negativo. C'è anche da dire che visto il prezzo piuttosto contenuto posso anche provare qualcos'altro di questa linea. Non posso, non voglio, credere che con una confezione così semplice e carina le cose non funzionino...

sabato 14 gennaio 2012

The Best Beauty Product?




Volete una pelle che sembri seta? Ciglia lunghe e drammatiche? Labbra piene e voluttuose? Un corpo da sogno?
Tutto questo è possibile! Grazie a Photoshop :D

venerdì 13 gennaio 2012

Un haul sfortunato...

"Poffarbacco, che sfortuna".
D'accordo, nella mia mente non ci sono proprio queste parole, ma insomma... potete bene immaginare.
Partiamo dall'inizio: ieri do un esame (un integrato, una cosa orribile per la quale anche se ho preso 30L, non me lo verbalizzano fino a, diciamo, maggio, e già questa cos mi fa piuttosto arrabbiare, ma andiamo avanti), e decido di concedermi un piccolo premio da Kiko. 
La prima cosa che scelgo è la nuovissima BB. Perché ormai mi sono affezionata alla tipologia e so che se ne trovo una che funziona bene poi sono a posto; ed anche perché, diciamocelo, nessuno mi toglierà mai dalla testa che in realtà BB stia per "beauty blogger" (tanto per farvi vedere che no, non sono per nulla egocentrica). Primo problema: cinque tonalità. Bene, meglio, anzi. Ma tutte bianche che si trasformano a contatto con la pelle. Dopo molta indecisione prendo la seconda tonalità, molto naturale.
Poi mi dirigo agli ombretti.
Ah! Saldi! Meraviglia. Ne scelgo un paio in realtà piuttosto simili, sui toni del pesca e dell'oro. 
Poi smalti: ne scelgo uno color vinaccia, perché sapete che amo variare
Mentre mi dirigo diligente alle casse pesco anche una confezione in saldo (tre euro, molto conveniente) di ciglia finte a ciuffetti. 
Alla cassa la commessa mi chiede se c'è anche lo smalto. Le dico di sì, fa lo scontrino, esco felice e torno a casa.
Ed iniziano i problemi. 
Al momento di fare la foto, apro il sacchetto e vedo che: 1) non c'è lo smalto. Ma almeno non è stato conteggiato nello scontrino. Solito pensiero amorevole dedicato alle commesse Kiko.
2) uno degli ombretti, invece di essere dorato, è di un atroce fucsia perlato. Non avete idea della rabbia mi è salita. Perché io l'ho preso dalla fila dietro al tester che avevo visto, e si suppone che in quella fila ci sia quel colore. No. Un rosa che neanche so descrivere. Anche se in questo preciso momento ho pensato che al massimo come fard non è proprio brutto. 
A questo punto non mi rimane che sperare nella BB...

martedì 10 gennaio 2012

Smalto Colour&Go in #67 Make It Golden, Essence.

Vi ricordate? E' tra i prodotti Essence che ho vinto con il giveaway di Lucia; prodotti che ho particolarmente apprezzato perché si tratta di colori che io non compro mai ma che invece mi hanno piacevolmente sorpresa. Come questi splendidi glitter dorati!

Ero un po' titubante, lo ammetto. Ho sempre paura che sia i glitter che i metallizzati facciano effetto "vecchia" ma ho scoperto che non è affatto così.
Ho usato questo smalto sia solo, con una passata o due, che sopra ad altri smalti, ad esempio rosso o viola, molto festivo, in effetti.
Mi è piaciuto molto il fatto che i glitter siano di dimensioni diverse e che non ci siano solo glitter in mezzo a smalto trasparente, ma vi sono anche pagliuzze dorate.

Gli smalti glitterati di Essence sono stati paragonati -specialmente quello con i glitter azzurri e blu- agli smalti, decisamente meno economici, di Deborah Lippmann che non ho però mai provato. Ma dicono che siano ottimi, specialmente in quanto a durata. 
Questo se la cava discretamente e si sbecca difficilmente, resistendo bene un paio di giorni. Quando si sbecca, però, non si tratta di sbeccature superficiali ma è come se si "sollevasse" una sorta di "pellicina" un po' gommosa. Ma non è un problema, dato che raramente tengo lo smalto per più di un paio di giorni di fila e questo, per quanto carinissimo, non mi azzardo a portarlo ad esempio a lezione. O forse, chissà... :)

domenica 8 gennaio 2012

Oil free foundation, Cargo


Pro: finalmente un fondotinta che non mi secca la pelle! E poi è abbastanza naturale.
Contro: reperibilità e prezzo.
Prezzo: 29 euro circa.
Dove: Sephora.

La prima cosa che mi ha colpita in questo fondotinta è stata sicuramente il packaging. Il Lingerie de Peau sarà anche il fondotinta perfetto ma da portare in giro non è proprio il massimo. Questo ha invece una particolarissima confezione a bustina che consente nello stesso tempo di verificare quanto ne rimane e di usarlo fino all'ultima goccia, cosa affatto malvagia.
Attente però ad aprirlo: ne esce sempre troppo.

mercoledì 4 gennaio 2012

Totally random #6



Buongiorno befanelle belle! Come detesto cordialmente natale, senza calza il sei di gennaio mi metto a piangere, pestare i piedini per terra e fare i capricci. E quindi la mia adoratissima nonna mi fa ogni anno la calza con caramelle, cioccolatini e carbone! E sì, la vorrò anche l'anno prossimo che avrò ben ventidue anni. Il lato dolente è che inizio a mangiare cioccolata e sto diventando una palla rotolante, il che non è esattamente bello.
A parte questo, volevo mostrarvi un paio di piccoli acquisti (non cosmetici!) che ho fatto nei giorni scorsi più un bellissimo regalo di natale in ritardo -non resistito al dvd di Via Col Vento. La mia amica B. sa benissimo che io ed il Disney Store abbiamo un rapporto di amore/odio, nel senso che vorrei comprare tutto lì dentro. Oppure vorrei viverci direttamente. In più delle Mozartkulgen, cioccolatini con marzapane e pistacchi, direttamente da Salisburgo. 



martedì 3 gennaio 2012

Benefit Hello Flawless! Fondotinta/cipria con SPF 15


Pro: opacizza, copre e dona un incarnato di seta...
Contro: ... sempre che vogliate passare sopra a cose come INCI, prezzo astronomico ed anche commesse di Sephora.
Prezzo: 32 euro.
Dove: Sephora oppure online.

-Ciao! Posso esserti d'aiuto?
-No.
-Posso darti alcuni consigli di trucco?
-No.
-Conosci i prodotti Benefit?
-Sì.
-Davvero?
-In questo momento ho indosso il Creaseless in R.S.VP., ho illuminato l'arcata con l'Eye Bright e ho il mio blush preferito, il Coralista... il fondotinta... ah, no, il mio preferito, il Non Fiction, credo fosse il numero 2, Benefit ha smesso di produrlo nel 2008, se non vado errata. Come mascara trovo il BADgal un tantino poco allungante, quindi non lo compro più. Gli illuminanti non mi interessano, grazie.
-...
Già, amo essere stronza con le commesse di Sephora. Non ci posso fare niente. Quando le vedo, truccate tutte uguali (notizia flash: il rossetto rosso NON sta bene a tutte) con degli accessori per capelli che mi ricordano la spugna che ho nella doccia, divento cattiva. Ancora più cattiva, cioè. E voi vorreste darmi consigli di trucco? Ma anche no, grazie*

lunedì 2 gennaio 2012

I Love Extreme - Mascara Volumizzante, Essence

Pro: allunga davvero bene e volumizza discretamente.
Contro: non separa bene, tende a macchiare e a frantumarsi.
Prezzo: 3,45 euro.
Dove: Coin, OVS.

Buongiorno splendide! Volevo postare questo mascara il 10/01 ma poi ho pensato che non è esattamente di buon auspicio postare una review (semi) negativa il primo dell'anno, che è anche il compleblog (termine orripilante appena coniato).

domenica 1 gennaio 2012

Totally Random #5



Come diavolo avevo fatto a vivere ventuno anni senza vedere Via Col Vento? Un paio di sera fa l'hanno dato su Sky e… rivelazione! Cioè, Rhett nuovo idolo! Rhett FTW! Rhett eroe di tutti noi! Avete capito insomma. Rossella mi lascia tiepidina, ma in compenso Mammy… e odio per Melania, più che altro perché è scialba in modo atroce. Comunque, Via Col Vento entra di diritto tra i miei film preferiti.
(Clarck Gable non è esattamente bello, ma devo ammettere che è dannatamente affascinante lì...).

Back to top