mercoledì 26 dicembre 2012

Di ricamo, maglia, cioccolata e Storia Greca...

Queste "vacanze" di Natale le ho dedicate a tre cose: cibo, fai-da-te e Storia Greca.
Male per il primo, bene per il secondo, e... necessario, diciamo? per la terza cosa.


Seriamente, non si vede dal mio Instagram quanti progetti sto iniziando? Al momento ho in lavorazione uno scaldacollo, ho finito un maglione e ne ho iniziato un altro, di mohair arcobaleno, morbidissimo. La cosa fantastica è che lavoro col ferro 15 e la lana sottile, sicché in pochi minuti faccio molto lavoro e sarà finito in fretta :D
Inoltre sto andando avanti con il ricamo per mia cugina, di cui ho fotografato un dettaglio -assieme alle mie forbicine preferite.
Tutto questo lo faccio mentre guardo Downton Abbey, che ho recuperato per intero nel giro di pochi giorni -e che, ça va sans dire, adoro. Amo Bates e Carson, soprattutto. Molto, molto inglesi ;)
In questi giorni, a queste attività, ho aggiungo il mangiare cioccolato in modo compulsivo e sinistro. Ho semplicemente deciso di "dargliela su": sono abbastanza "brava" il resto dell'anno, ma durante le vacanze, quando sono a riposo forzato, e debbo preparare degli esami, proprio non riesco a stare lontana dalla dispensa. Suggerimenti? Non vorrei tornare a lezione lievitata.

La terza cosa, quella ancora più dolorosa che il mangiare cioccolato in modo selvaggio, compulsivo e poco da signorina, è la Storia Greca -anche se se la giocano, in effetti.
oh, non conoscete i motivi che rendono 300 un film degno
di essere guardato...?
Io amo Storia, spero che la cosa, nel corso di questi  (quasi) due anni, si sia capita; ma Storia Greca... non me ne vogliano le mie lettrici antichiste o classiciste -esistete? :D- ma quando sono arrivata all'ellenismo ho avuto la netta impressione di trovarmi in una soap opera -ed io ODIO le soap!
Per entrare nello spirito dell'esame ho iniziato a guardare a loop 300 e a studiare con la colonna sonora in sottofondo, ma non sta funzionando molto... continuo a confondere un Tolomeo con quell'altro, e tutte le Berenici mi sembrano uguali, e mi sento poco agguerrita e molto abbacchiata.
Inoltre abbiamo una professoressa brava ma, diciamo, "peculiare", che ha suggerito di fare a gennaio lezioni supplementari dove ogni studente è un personaggio, con tanto di costumi (!).
Ah, le gioie della facoltà di storia! :D 

Per Natale ho ricevuto regali fantastici e utili, esattamente come speravo. Mia cugina si è astenuta dal regalarmi assurdi peluches -magari ha capito che ho 22 anni, eh!-, e gli altri parenti mi hanno regalato vestiti di Brandy, borse e libri sul medioevo scritti dal mio eterno amore Umberto Eco. 

Spero che col nuovo anno troverò la voglia di postare più spesso cose più personali, come l'anno scorso. La verità è che non mi accade nulla di nulla: forse dovrei ricamare meno e uscire di più.
Forse.

Nessun commento:

Posta un commento

Back to top