martedì 13 novembre 2012

Clinique Chubby Stick in Two Ton Tomato

Pro: texture morbida, burrosa e piacevole. Colore lucido e buona durata.
Contro: il prezzo non è basso, in effetti.
Prezzo: 19 euro.
Dove:  profumeria.

Ho finalmente dato Civiltà Indigene. E' stato, diciamo, un parto. E visto che è stato un esame sudatissimo, ho pensato bene di farmi un piccolo regalino, dopo. Sbavavo, letteralmente, su queste Chubby Stick da tempo immemorabile e ho trovato un'occasione adatta per regalarmelo.

Adesso, capisco perché più o meno ogni brand cosmetico, da Kiko a L'Oréal stia sfornando facs simili di questi matitoni: questo Clinique è qualcosa di sublime.
E' un ibrido tra un morbido balsamo labbra, una tinta, una matita ed un gloss.
Innanzitutto, la precisione dell'applicazione: la punta -che per la cronaca mi è scivolata sul lavello esattamente due giorni dopo aver fatto le foto del post- disegna perfettamente il contorno delle labbra, e neanche mi devo preoccupare del temperarla perché la mina è a rotazione.
Il colore è modulabile, da una lieve traccia di colore ad un bel rosso-salute, non volgare, portabilissimo anche di giorno. Il finish è abbastanza lucido, non quando un lucidalabbra, ma quanto un balsamo, almeno.
La cosa che preferisco è che resta morbido, ed il colore non migra verso il contorno labbra.
Su di me ha una durata di circa tre ore. Ovviamente il finish lucido dopo un po' scompare, ma come dicevo le labbra restano morbide ed idratate.

Il mio colore è il n. 11, Two Ton Tomato, complimenti per il nome davvero brutto, ma credo che sia già entrato nella mia personale top 5 dei rossi per labbra :D ed in generale, questo strano matitone è nei miei prodotti labbra preferiti di tutti i tempi. Ecco, l'ho detto.

Volevo aggiungere che non posso non pensare a Rouge Coco Shine, rossetti che vogliono essere lucidi ed idratanti, a 30/32 euro di prezzo. E non ci riescono. Questo invece sì, a soli 19 euro. Che d'accordo, non sono pochi, ma avete circa 2/3 prodotti in uno solo.

Nessun commento:

Posta un commento

Back to top