giovedì 23 agosto 2012

Kiko Scrub & Peel salviette esfolianti.

Pro: grattano. Accidenti, come grattano! E hanno uno dei profumi più addictive che io abbia mai sentito...
Contro: sono un po' dubbiosa sulla reale efficacia, in realtà. Poi se avete la pelle delicata grattano fin troppo!
Prezzo: 5,90 per venti salviette.
Dove: store Kiko oppure online qui.

Disclaimer: la foto l'ho scattata con instagram sperando che i pretenziosi filtri hipster nascondessero il fatto che la confezione è stata molto maltrattata. Ovviamente non ci sono riuscita.


Queste le ho comprate secoli fa. Lo stesso giorno in cui compravo qualcosa per il giveaway -a proposito: arrivata a 500 ne apro un altro. Il mio compleanno non è neanche lontanissimo... me lo fate come regalo? :D-, sicché sono passati secoli.

Ve lo dico subito: per me uno scrub tradizionale, liquido, da utilizzare bagnato, resterà sempre impagabile, in quanto ad efficacia e "comfort". Però se siamo in viaggio e non vogliamo portarci dietro i bottigliazzi, questo pacchetto di salviettine è parecchio utile.

Sapete che di solito mi dilungo poco sul packaging, ma qui debbo fare un'ode a chi ha progettato l'apertura. GeGno. Perché il pacchetto si chiude bene e anche a un paio di mesi dall'acquisto le mie salviette sono ancora imbevute ed utilizzabili.
Sono appunto molto imbevute, non secche, con micro granuli in rilievo che come dicevo grattano, ma tanto. Anzi, fate attenzione: io le prime volte ci sono andata troppo spavalda, ritrovandovi la faccia ridotta ad un simil-peperone! Un vantaggio però è che l'azione può essere più "mirata": mentre con lo scrub tradizionale si fa un po' fatica ad evitare le zone sensibili, qui invece possiamo dirigere la nostra salvietta dove vogliamo.
Una cosa che ho particolarmente apprezzato è che i micro granuli rimuovono le tracce di trucco molto efficacemente, e vi stupireste di quante ne ho trovate quando pensavo di essermi struccata per bene :(
Dopo aver utilizzato la salvietta, si sciacqua il viso e il risultato è una pelle molto liscia e morbida.
Menzione d'onore al profumo. Mentre scrivo ho una salvietta ormai secca di fianco e me la sniffo.
Ok, ho un problema.

Comunque, detta così sembrano fantastiche, ed è proprio così: sembrano.
Ad esempio, se avete qualche punto nero, vi resterà perché la pulizia è molto superficiale. Secondo me -ma potrebbe essere la sciocchezza più grande del mondo- è perché è una pulizia "a secco": d'accordo che il viso prima va inumidito, però, ad esempio, non mi da quella bella sensazione di pelle che respira che ho con, diciamo, questo (che a proposito debbo ricomprare!). Insomma, credo che si senta la mancanza dell'ausilio del calore!
Poi, se avete una di quelle pelli delicate e irritabili, non è il prodotto che fa per voi... io le uso adesso che ci sono quaranta gradi e un'umidità del 66% (bella Bologna, eh?), ma in inverno credo che non mi sarebbe possibile fare altrettanto. E anche adesso, come vi ho detto, se insisto troppo la pelle mi diventa tutta rossa >-<
Non mi dispiace usarle, affatto, ma non le ricomprerò, ecco tutto. Voi le conoscete, o avete intenzione di acquistarle?

P.S.: nonostante il pretenziosissimo filtro Earlybird, si vede che la confezione è ROSA! E metallizzata! Millemila punti in più! Età mentale tre anni!

P.P.S.: qualcuna ha provato le maschere, di Kiko? Come sono? Sto per recensirvene una Mudd. che è la fine del mondo.

2 commenti:

Back to top