sabato 31 marzo 2012

Totally Random #10



Forse ho capito da dove deriva la mia "depressione" (metto tra virgolette perché è una parola molto, troppo abusata e non posso parlare di depressione vera e propria... diciamo momento molto blu, ecco): sto rifacendo camera mia e sono ancora alla fase di smantellamento.
Per quanto io sia conscia che i cambiamenti non possano fare che bene, staccare dai muri con rabbia tutte le cose che vi avevo appeso nel corso degli anni, per vedere l'intonaco rompersi, cadere ed infine tutti i muri vuoti... insomma, adesso mi sembra di stare in una camera molto nuda. Per non parlare poi dei libri impilati per terra, delle migliaia di carte, biglietti, lettere buttate... ma basta, bisogna cambiare ogni tanto, no? Io mi affeziono molto -troppo- alle cose, terrei praticamente tutto... sono una che si lascia molto condizionare dall'ambiente in cui vive -per dirvene una, non riesco a studiare nelle stanze in disordine. 

Tra l'altro nel mio mettere a soqquadro camera mia ho rinvenuto, sparsi un po' ovunque, biglietti cinematografici risalenti anche a secoli fa -di alcuni non si legge neppure il film. Ho pensato di riunirli per tenerli tutti assieme; li ho messi in un vecchia scatoletta di Paul & Joe.


Inoltre mi conosco troppo bene e so che probabilmente mi bloccherò a metà smantellamento senza trovare la voglia/coraggio di andare avanti e mi toccherà vivere in una sorta di cantiere semipermamente.
Comunque, ecco un paio di foto a cui mi ispirerò per quando verrà il momento di rifarla. 
Vi piace come stile?



Ieri sera io e la mia migliore amica ci siamo infiltrate al party di Armani per l'apertura in Galleria Cavour! Non vi dico le facce. Cioè; se hai settant'anni, perché ti ostini a metterti guantini tagliati di pizzo e un fiocco in testa stile uovo di Pasqua? E poi, l'abbronzatura feroce di certe gran dame dell'alta società... mi sono sentita un po' sperduta, io con la mia modesta gonnellina di tartan e la cartella di pelle e le ballerine rasoterra. Sperduta, ma anche semplice e modesta, nel senso migliore del termine. Alcune mie coetanee presenti sembravano pronte per il gran ballo, mah. Comunque ci siamo divertite a malignare su tutto e tutti; e ovviamente abbiamo sbavato sopra alle borse e alle scarpe. 

Ho visto, alla Cineteca di Bologna, Accattone di Pier Paolo Pasolini. Vi è mai capitato di non riuscire a farvi un'immagine precisa di un film neanche dopo giorni? Ecco, a me è successo proprio questo. Non so se mi è piaciuto -ma direi di sì visto che continuo a pensarci e rifletterci sopra- ma posso dire che non mi è dispiaciuto. Anzi, più ci peno più mi è piaciuto, ma come è facilmente intuibile ho le idee piuttosto confuse. Lo avete visto? Nel dubbio, io amo molto Pasolini; di suo ho visto Teorema e Il Decameron e ho letto diversi libri. 

Links sparsi:
Friendship bracelets by the Purl Bee
Surprise balls by cakies (queste LE AMO. Ne sto facendo una per una mia amica e mi sto divertendo un mondo, ve lo giuro! E dentro ci metto uno dei braccialetti di cui sopra).
Paminamozartienne, il mio tumblr preferito di sempre.

3 commenti:

  1. L'idea delle surprise balls è favolosa *-* Non ho ben capito come fare a incartarla in grazia del cielo. Già che ne hai una work in progress, perché non fai qualche foto tutorial? :3

    RispondiElimina
  2. Quella scatolina è adorabile!!

    RispondiElimina
  3. @Federica: è difficile, infatti! Quando sarò riuscita ad incartarla come si deve, lo farò!

    @Uti: vero?! C'erano dentro burrocaco + cartine opacizzanti, tutto di Alice.

    RispondiElimina

Back to top