sabato 29 dicembre 2012

Hello Flawless Oxygen Wow!; Benefit.

Pro: finish luminoso e naturalissimo, ottima idratazione e coprenza ottimale.
Contro: INCI e prezzo, direi.
Prezzo: circa 32 euro; comprato in sconto.
Dove: Sephora.

In questi ultimi quattro mesi non ho usato altro che il fondo minerale Neve, e continuo tutt'ora ad usarlo: mi piace molto e trovo che sì, ci sia qualche netto miglioramento nella pelle. La grana è più fine e mi sembra più luminosa, insomma lo finirò e di certo lo ricomprerò; ho finito o buttato (quasi) tutti i miei fondi siliconici, mi rimangono un paio di bb cream europee (in particolare voglio finire questa); ma volevo qualcosa di nuovo per la serata di Capodanno, e questo fondo Benefit lo avevo puntato da parecchio.
Poi avevo anche uno sconticino del 20% da Sephora, quindi... :D*

mercoledì 26 dicembre 2012

Di ricamo, maglia, cioccolata e Storia Greca...

Queste "vacanze" di Natale le ho dedicate a tre cose: cibo, fai-da-te e Storia Greca.
Male per il primo, bene per il secondo, e... necessario, diciamo? per la terza cosa.


Seriamente, non si vede dal mio Instagram quanti progetti sto iniziando? Al momento ho in lavorazione uno scaldacollo, ho finito un maglione e ne ho iniziato un altro, di mohair arcobaleno, morbidissimo. La cosa fantastica è che lavoro col ferro 15 e la lana sottile, sicché in pochi minuti faccio molto lavoro e sarà finito in fretta :D
Inoltre sto andando avanti con il ricamo per mia cugina, di cui ho fotografato un dettaglio -assieme alle mie forbicine preferite.
Tutto questo lo faccio mentre guardo Downton Abbey, che ho recuperato per intero nel giro di pochi giorni -e che, ça va sans dire, adoro. Amo Bates e Carson, soprattutto. Molto, molto inglesi ;)
In questi giorni, a queste attività, ho aggiungo il mangiare cioccolato in modo compulsivo e sinistro. Ho semplicemente deciso di "dargliela su": sono abbastanza "brava" il resto dell'anno, ma durante le vacanze, quando sono a riposo forzato, e debbo preparare degli esami, proprio non riesco a stare lontana dalla dispensa. Suggerimenti? Non vorrei tornare a lezione lievitata.

venerdì 21 dicembre 2012

Labello Fruity Shine Strawberry

Pro: a me il colore piace moltissimo: lucido lucido, a effetto quasi "bagnato". Poi il profumo è buonissimo.
Contro: dura poco sulle labbre e, se le avete secche, non fa molto.
Prezzo: circa tre euro.
Dove: grande distribuzione.

Di solito non parlo di questo tipo di prodotto, ma l'effetto finale mi è piaciuto talmente tanto che ho deciso di farlo, questa volta.

Dovete sapere che, da liceale, collezionavo Labello. Era una mania che mi aveva passato la mia compagna di banco, Ludovica: avevamo un Limoni proprio sotto il liceo e, ogni tanto, appena finite le lezioni, andavamo a vedere se erano uscite nuove colorazioni. Ce n'era uno, più lipgloss che Labello in realtà, rosso e lucido, per cui io impazzivo. Non nego che, se lo ritrovassi, lo comprerei seduta stante!
Quindi questo mi ha riportato alla mente vecchi ricordi. Tanto più che i nostri preferiti erano, ovviamente, quelli profumati alla frutta: lei preferiva quello al Dragonfruit (mai capito cosa sia, mai), io quelli alla fragola o ciliegia.

Il profumo di questo è abbastanza sintetico in realtà, ma molto piacevole, e poco persistente, sicché se non vi piace non è un gran danno poiché passa in fretta.

La texture sulle labbra è piacevolissima. Scorre morbida, leggera e affatto unta. Il sollievo sulle labbra secche è pressoché immediato.
Ma la cosa che preferisco è il colore. Su alcune recensioni leggevo che è "rosso semaforo"... ma dove? -.-' cioè, sinceramente, è un rosso appena accennato, delicato, bon ton e modulabile.
A guardare l'intero stick si notato brillantini minuscoli, appena visibili, che infatti "scompaiono" una volta sulle labbra: l'effetto finale è lucidissimo, quasi bagnato, perfetto per i trucchi leggeri da giorno, ma anche per sdrammatizzare gli smokey più pesanti.
Ad essere onesta, a livello di idratazione preferisco altri prodotti: se le vostre labbra necessitano di vera "riparazione", e non solo blanda protezione, allora non fa per voi: è più gloss che balsamo labbra, sinceramente, ma a me personalmente va bene. Anche perché, come tutti i prodotti ibridi, la durata non è molto buona: dopo un'oretta va riapplicato, quindi l'idratazione è pressoché continua.
Non mi pesa riapplicarlo, per diversi motivi: mi piacciono effetto e profumo, e prezzo -bassissimo- e applicazione (non essendo particolarmente pigmentato, si applica benissimo anche senza specchio) sono molto amichevoli.

Mi piace molto, e debbo dire che ormai è quasi una settimana che mi gira nelle tasche. Sono certa che lo finirò; non so se lo ricomprerò: ho voglia di provare anche quello alla ciliegia!

P.S.: come sfondo per le foto, vi beccate Storia Greca, che è poi il motivo della mia assenza dal blog. Odio Storia Greca. E' inutilmente difficile. Però la sto usando come scusa per guardarmi a nastro questo. So che non si direbbe ma è uno dei miei film preferiti, e non solo per lui.

domenica 16 dicembre 2012

Mini haul Nivea

Ma voi lo sapevate che nella stazione di Bologna c'è un delizioso pop-up store (ossia è "a tempo") Nivea? Io no! Me l'ha detto mia madre un paio di giorni fa e ieri, visto che andavo a prendere il mio ragazzo in stazione, ne ho approfittato per fare un po' di shopping.

Ho comprato una maschera esfoliante, l'ottimo thermo gel detergente, un sapone al cetriolo e the verde, un Labello colorato alla fragola -ma da quanto tempo non ne compravo uno?! Almeno dalla prima liceo...!- e una minitaglia di schiuma da barba che -giuro :D- non è per me ma per il ragazzo di cui sopra. Mi hanno dato in omaggio una palla natalizia, una minitaglia della famosa crema blu e dei fazzoletti.

Il posto è molto carino, c'è davvero di tutto e insomma, se passate per la stazione fateci un salto prima che chiuda. Io sono già innamorata del Labello alla fragola!


venerdì 14 dicembre 2012

Christmas wishlist

In realtà ho chiesto esplicitamente ai miei genitori e parenti di regalarmi unicamente libri utili all'università. Non voglio scadere in discorsi inutilmente banali, ma per questo Natale, in questo clima particolarmente "ristretto" -oltre che decisamente ghiacciato, almeno qui da me-, ho deciso di pensare alle priorità e di chiedere qualcosa di veramente utile. Mi auguro con tutto il cuore che mi arrivi una copia de l'Historia Francorum di Gregorio di Tours. 
MA. Questa è una wishlist di cose che vorrei, in generale, sciocchezze e cose "superflue" comprese.




mercoledì 12 dicembre 2012

Queen Helene Cocoa Butter Belly Cream

Pro: è corposa, ricchissima, nutre intensamente la pelle.
Contro: è reperibile solo online, ma non credo che ormai sia più un problema per nessuna!
Prezzo: 8,10 euro + spese di spedizione.
Dove: qui, in esclusiva sul sito BB Cream Italia.

Com'è che si dice? La miglior cura è la prevenzione? Ecco, ci siamo proprio: io ho 22 anni, dubito fortemente di avere figli nel breve periodo e non ho smagliature, ma la sto utilizzando ugualmente, e mi trovo divinamente.
E' molto corposa, ricca, senza profumo. Anche se ne usate una quantità molto piccola sul corpo lascia qualche striatura bianca che ci mette un paio di minuti ad assorbire.
Io di solito sono molto insofferente alle creme corpo che non assorbono all'istante. Ma mi ero già ricreduta per il burro solido che continuo ad usare su gambe e braccia, e così ho dato un'occasione anche a questa crema e l'ho utilizzata moltissimo in questo periodo di freddo intenso.
Vale la pena attendere quei pochi minuti per l'assorbimento, ragazze, ve lo garantisco: l'ho messa su pancia, fianchi, seno e gambe e la pelle è risultata morbidissima, elastica anche la mattina dopo, usando una quantità di crema infinitesimale.

Dicevo prima che non ha nessun tipo di profumo: all'inizio come cosa non mi piaceva, personalmente preferisco i prodotti corpo profumati, ma adesso mi ci sono abituata non ci faccio più caso. Insomma, se siete tra quelle che prediligono prodotti senza profumo, vi troverete bene.

Ho già anticipato che non posso dire se funziona o meno contro le smagliature, ma sinceramente non mi importa: è una crema corpo ottima, che lascia la pelle nutrita, e non mi stupirei se in effetti funzionasse anche contro i segni post-parto -o anche legati ad un dimagrimento troppo veloce, chissà. Oppure spero che l'uso costante ne prevenga la comparsa, come dicevo in apertura. In ogni caso è sempre bello avere la pelle morbidissima :D

Inoltre confermo ancora una volta l'ottimo rapporto qualità prezzo di Queen Helene: il tubetto è in realtà molto grande e vista la quantità irrisoria di crema che viene utilizzata ogni volta, mi durerà almeno sei mesi, direi. Costa 8,10 euro per 227 gr di prodotto e viene venduto in esclusiva -come tutto il marchio Queen Helene, del resto- sul sito BB Cream Italia

lunedì 10 dicembre 2012

Piccoli acquisti

C'è una cosa che adoro delle beauty blogger straniere, e specialmente inglesi: lo storage. Fanno cose meravigliose con pochissimo spazio a disposizione, le invidio molto. Hanno fantasia, gusto, e una grazia inimmaginabile. Al momento io ho tutto "stivato" dentro la mia vecchia valigia MUFE, ma quando voglio rifarmi un po' gli occhi do un'occhiata a Pinterest e rimango basita.
Sto cercando un mobile adatto al nuovo stile di camera mia -rifatta questa estate- dove poter mettere tanti bei divisori Ikea, ma nel frattempo questo è l'acquisto odierno: non è carinissima? E poi insomma... c'è scritto che la più bella sono io :3

Spero di riuscire un giorno a fare uno storage bello come quello delle blogger d'oltremanica. 





(poi ho anche comprato, da Bianca, un paio di bastoncini di zucchero. Inutile dire che non sono sopravvissuti più di cinque minuti!).

domenica 9 dicembre 2012

Essence Class of 2013 Limited Edition Blush in 01 Alpha Better Gamma


Pro: un blush corallo pigmentato ma delicato, modulabile, e con un packaging assai grazioso e particolare.
Contro: è una LE Essence, ma non è nulla di così imperdibile o irreplicabile, intendiamoci.
Prezzo: circa tre euro.
Dove: Coin, OVS.

Continuo a recensire le LE Essence, e continuo con i blush, dopo quello della LE Home Sweet Home. Avendo comprato due blush, direi che sono a posto fino al giorno della mia laurea :D

Anche in questo caso: guardate la trama!
Se il blush Home Sweet Home rimandava ai maglioni invernali, questo alle stoffe tartan che -debbo dirvelo?- io adoro. Ho una sorta di collezione di minigonne in tartan :3 Il colore è corallo, per me già più tipico rispetto al rosa del blush precedente.
So che alcune di voi stanno pensando a quei bei brillantini rossi che si intravedono... lo so, sono la prima cosa che ho adocchiato anche io, ma mi dispiace dirvi che se ne andranno al primo passaggio del pennello :P nel momento in cui scrivo ho usato questo blush quattro volte, e di quei bei brillantini rossi ne è rimasta solo qualche traccia agli angoli. Il colore è il 01Alpha Better Gamma, l'unico presente.

Anche con questo sono partita un po' prevenuta, pensando che fosse poco scrivente e pigmentato, quindi con il pennello ci sono andata giù pesante.
Come con l'altro, mi sbagliavo, quindi mi sono ritrovata le gote ben più colorate del necessario.
La prima differenza che ho notato è che la texture è meno polverosa, più sottile, e lo preferisco. Aderisce meglio alla pelle, ed è leggermente più shimmer. Io lo vedo più naturale, ma probabilmente perché è il colore che è più adatto a me.

Però la durata è senza dubbio minore: dopo due ore se n'era già andato.
Non so se consigliarvelo o meno: io continuerò ad usarlo e lo finirò, perché per l'uso che io faccio del blush (ossia: lo metto se me lo trovo sotto gli occhi e se me ne ricordo) va più che bene ed è um'alternativa poratcha del CORALista che amo molto, ma che costa anche molto :P Non vi disperate se non lo trovate, perché, disegno tartan a parte, è un blush corallo come se ne trovato a centinaia in giro, ecco tutto.

lunedì 3 dicembre 2012

Essence Home Sweet Home Limited Edition Blush in 01 Knit for Chicks.

Pro: un grazioso blush rosa, pigmentato, dalla buona durata e dal prezzo più che abbordabile.
Contro: Limited. Edition. Detto tutto.
Prezzo: circa tre euro.
Dove: Coin, OVS.

Questa collezione "Home Sweet Home" è interessantissima, e io la sto adorando.
Partivo da aspettative un po' basse, perché avevo preso ombretto e questo blush così, giusto perché li avevo trovati e perché la trama è deliziosa.
Invece, se l'ombretto la settimana scorsa mi aveva già conquistata, oggi mi sono definitivamente innamorata del blush.

sabato 1 dicembre 2012

Essence Home Sweet Home Limited Edition Eyeshadow in 01 Happy Couching

Pro: è un marrone caldo, dalla durata eccellente. Un ottimo passepartout per l'autunno.
Contro: Limited Edition. E ho detto tutto.
Prezzo: circa tre euro.
Dove: Coin, OVS.

Sono una traditrice.
Presa dall'entusiasmo per la Naked 2 non ho comprato ombretti per più di un mese.
Poi trovando davanti uno stand Essence in pieno riassortimento, LE comprese, ho comprato questo ombretto della Limited Edition Home Sweet Home.

Non trovate che la trama sia deliziosa? A me piacciono molto i cosmetici con delle trame particolari... soprattutto se richiamano in modo della maglia e dei fai-da-te, un'altra delle mie passioni.
Il colore è lo 01 Happy Couching, attività che non disdegno, e mi piace molto. Inizialmente l'ho preso così, quasi unicamente perché se trovi una LE Essence qualcosa devi comprare e perché "un marrone in più non fa mai male", ma una volta messo me ne sono totalmente innamorata.
Come colore sembra un normale marrone, invece, una volta messo sulla palpebra -l'ho usato nella piega dell'occhio, sopra quello che credo sia il mio ombretto preferito in assoluto- e mi è sembrato leggermente... rossastro? Possibile?
Inoltre ha dei minuscoli brillantini che però risultano assolutamente invisibili sulla palpebra. Vi dirò, a me sembra addirittura quasi mat una volta steso (quasi).
I dubbi riguardanti gli ombretti Essence sono sempre gli stessi: scrivenza, pigmentazione e durata. Che è un po' quello che può differenziare un ombretto UD da uno di fascia bassa, ma questa volta, forse perché partivo con aspettative altrettanto basse, sono rimasta piacevolmente sorpresa.
La pigmentazione è buona, la scrivenza meno... e la durata? Ottima, ottima, ottima. Lo scrivo tre volte come le migliori bimbeminkia perché sono rimasta basita.
L'ho messo alle due di pomeriggio e quando mi sono struccata a mezzanotte era ancora lì, solo leggermente sbiadito.
Per il momento l'ho usato come dicevo solo nella piega dell'occhio, ma vorrei usarlo anche su tutta la palpebra mobile visto che è così durevole.

L'unico contro è che probabilmente, mentre scrivo questa recensione, nello stand potrebbe essere già finito.
Se mai è arrivato.
Sì, insomma, è una Limited Edition, ecco.

giovedì 29 novembre 2012

Queen Helene Placenta hot Oil Treatment

Pro: lucida e districa i capelli. Se li avete particolarmente secchi li nutre, ma senza appesantire. Inoltre ha un prezzo decisamente accessibile.
Contro: è disponibile solo online, ma dubito che questo sia più un problema per nessuna.
Prezzo: 2,50 euro per un tubetto da 30 ml.
Dove: in esclusiva qui, su BB Cream Italia.

Placenta.
Sì, placenta.
Non vi dico la mia faccia quando ho letto. Ero letteralmente terrorizzata. Ma mi sono detta che ho provato prodotti ben più strani (leggasi: il fondotinta spray) e quindi, ligia al dovere, l'ho testato, e questo è il risultato.

Prima di usarlo va riscaldato in acqua tiepida. Io me lo sono portato direttamente sotto la doccia... è uguale, vero? :D tanto tengo l'acqua ad un livello di calore inumano.
Non l'ho usato dalla radice alla punta dei capelli perché avevo paura che ungesse e appesantisse i capelli, ma solo alla fine. Ho quindi usato solo un terzo del tubetto.
Mi aspettavo fosse decisamente oleoso, invece ha prodotto una leggera schiuma quando l'ho frizionato sulle punte, e la cosa mi è piaciuta. Inoltre il profumo è leggero e gradevole.

La prima cosa che ho notato è che si risciacqua benissimo e non lascia affatto i capelli unti e pesanti come temevo. Li ho asciugati e messi in piega (dove "messi in piega" significa "asciugati tenendo giù la testa per avere un minimo di volume") come al solito e ne ho subito notato la morbidezza.
Adesso, io non ho i capelli particolarmente rovinati perché li tratto bene: mai piastra né tinte chimiche, ma lavaggi frequenti -questo sì; e le mie punte dopo questo trattamento mi hanno decisamente ringraziata.
Nulla di miracoloso, intendiamoci bene, ma a me ha lasciato le punte molto morbide e, cosa per importantissima, non mi ha appesantito i capelli. Visto che questa prima volta è andata così bene, prossima proverò ad usare il trattamento anche sulla cute.
Inoltre i capelli sono lucidissimi, come se avessi fatto un henné.

L'INCI non è dei più puliti, anzi è parecchio bruttino, ma se ne usa talmente poco...: Water, Propylene Glycol, PPG-12-PEG65 Lanolin Oil, Placental Enzymes, Panthenol, Polyquaternium-10, Cetrimonium Chloride, Polysorbate 20, Disodium EDTA, Diazolidinyl Urea, Caramel, Fragrance

Insomma, nonostante il mio iniziale scetticismo -sai com'è... "placenta!" :D- l'esperienza è stata proprio felice, ed in generale sto trovando i prodotti Queen Helene molto buoni, soprattutto sotto l'aspetto rapporto qualità/prezzo.
L'unica pecca che posso trovare è che sono disponibili solo online, ma per me non è affatto un problema.

Questo post contiene prodotti inviatimi a scopo valutativo dall'azienda produttrice.

martedì 27 novembre 2012

L'Occitane En Provence Creme Mains Peaux Seches

qui ho fatto la foto con instagram perché coi filtri hipster
non si vede che la confezione è tutta
ammaccata :D
Pro: ha un ottimo profumo, un packaging grazioso ed idrata un po'.
Contro: un po' ma non abbastanza. Inoltre a prezzo pieno non è poi tanto conveniente.
Prezzo: io l'ho comprata in sconto a sette euro; credo che a prezzo pieno sia sui 10.
Dove: da Coin, che al momento ha delle deliziose confezioni de L'Occitane.

Questo acquisto è stato fatto ormai un mese fa, o anche di più, e non ne ho parlato fino ad ora semplicemente perché è uno di quegli odiosissimi prodotti senza infamia e senza lode: sì, ha dei difatti, però non me la sento di stroncarlo, però nel frattempo non è che mi soddisfi al 100%... insomma, fare queste recensioni è sempre un dramma, per me.

Innanzitutto, quando l'ho comprata pensavo fosse una minitaglia. Il tubetto è così piccolo... subito dopo averla comprata l'ho infilata in borsa e quello è il suo posto: mi viene molto utile quando sono fuori tutto il giorno. Ovviamente dentro non c'è molto prodotto, ma ne basta giusto una noce per entrambe le mani.
il profumo mi fa impazzire. E' buono, delicato, peccato svanisca dopo pochi minuti.
Apprezzo anche il fatto che si assorba nel giro di dieci minuti netti, sinceramente è la cosa che apprezzo maggiormente.

Anche perché come idratazione non è che ci siamo tanto, eh :( non fraintendetemi: idrata. Però, per esempio, se la uso di mattina al pomeriggio sento già la pelle tirare, soprattutto in mezzo alle dita, quindi mi sento di sconsigliarla a chi ha la pelle secca, come me.

Ovviamente finirò il tubetto perché come dicevo mi piace il profumo, da usare fuori casa va benissimo, ma visto che la mia pelle necessita di qualcosa in più, la mia caccia alla crema mani perfetta continua.

venerdì 23 novembre 2012

Haul Essence

Non potete capire la gioia che ho provato quando entrando da Coin per puro caso -giuro, volevo le decorazioni per albero di Natale a forma di gufo obeso. Sono bellissime- ho visto la commessa che riassortiva lo stand Essence.
Da qui le mie due logiche conclusioni: 1) lo stand viene assortito il venerdì alle 15 -più o meno-; ma è da verificare e 2) c'erano ben DUE Limited Edition con tutti i pezzi; la Home Sweet Home e la Class of 2013.
Tutti. I. Pezzi.
No, dico.


Alla fine ho comprato un rossetto -che, indovinate? E' rosso! Ma dai! :D-, un lip tint che mi sembra molto promettente, uno smalto -rosso, anche lui-, due blush, un ombretto e la pochette che credo sia la cosa che mi piace di più. Ho anche ricomprato il top coat Studio, uno dei miei preferiti.
Tutto questo per 23 euro, che mi sembra davvero poco. 
Sono curiosissima di testare il lip tint ed il blush sui toni del pesca. Ovviamente recensirò il tutto :D

Buon venerdì sera!

Laura.

martedì 20 novembre 2012

Queen Helene Cocoa Butter


Pro: è un burro corpo profumato, idratante, che lascia la pelle morbida e nutrita.
Contro: è reperibile solo online, ma non credo sia più un problema per nessuno.
Prezzo: 8,15 euro + spese di spedizione.
Dove: qui, su BB Cream Italia.

Anche se in questi giorni sto mangiando come un cinghialotto e il mio girovita si sta pericolosamente allargando, resisto stoica ai richiami del burro, che ho bandito dalla mia vita circa un anno fa.
Una delle cose positive del mondo della cosmesi è che i prodotti hanno texture e profumo molto buoni, ma che non fanno mettere su nemmeno un etto. E così mi consolo.

Partiamo dal packaging. Di solito non mi soffermo su questo aspetto per non dire ovvietà, ma su questo vorrei spendere due parole. E' un barattolo -barattolone, in realtà. E' enorme!-, che significa due cose: mi piace, perché i barattoli in ogni declinazione (lip balm, balsami, eccetera) hanno sempre il loro inspiegabile fascino; però non è molto pratico da portare dietro magari in viaggio. In ogni caso si chiude perfettamente.
Il burro all'interno è solidissimo. Si fa un po' di fatica ad usarlo, almeno le prime volte, e non sapevo come usarlo, all'inizio. Scaldandolo un po' con le dita, magari "graffiando" la superficie si preleva bene, e soprattutto nella giusta quantità.
Il profumo è divino. Esattamente quello dei classici burrocacao per labbra che usavo quando avevo dodici anni. Magari alcune potranno trovarlo un po' forte, ma in ogni caso svanisce dopo poco tempo, lasciando una vaga traccia lievemente profumata, quasi impercettibile.
L'ho usato in particolare su gambe e braccia, dove ho la pelle molto secca. Debbo dire che ci mette un po' ad assorbirsi del tutto, ma in compenso lascia la pelle morbidissima per tutto il giorno.
Sulle zone critiche e screpolate -per me gomiti e ginocchia- è quasi miracoloso. La mia pelle secca si è riparata dopo qualche applicazione.

Vanta anche proprietà contro le smagliature. Su questo non posso pronunciarmi perché le smagliature sono tra quei pochi difetti che mi mancano; ma se cercate un burro corpo ricco, profumato ed idratante, vi consiglio di puntare su questo che tra l'altro ha anche un ottimo rapporto qualità/prezzo: attualmente il prezzo è di 8,15 euro per 170 gr di prodotto.

Questo post contiene prodotti inviatimi a scopo valutativo dall'azienda produttrice.

lunedì 19 novembre 2012

Romantica o audace? Crea il tuo stile con la collezione Make Up Be Chic 2012

Sono una ragazza ritardataria. Cose come i regali alle amiche mi gettano nel più profondo panico. Vuoi la pigrizia, vuoi la mancanza di idee, ma ogni Natale mi riduco agli ultimi due giorni per mettere assieme qualcosa di carino, e alla fine acquisto l'immancabile libro.  
Sapete che già in passato ho collaborato con Be Chic, rimanendo sempre soddisfatta della qualità e del design dei prodotti, femminili e sbarazzini al tempo stesso.
La nuova linea di Make Up mi ha lasciata assolutamente di sorpresa. Non solo i cosmetici sono molto validi, ma le confezioni... al momento tutto ciò che riesco a pensare è "rosa! rosa! rosa!", quindi lascerò che siano le foto a parlare per me :) 
Vi anticipo solo che ne sono rimasta incantata, e direi che quest'anno non avrò nessun problema riguardo i regali per le amiche :D
 
 
 
 
La linea ha tutto il necessario per creare look adatti ad ogni occasione e ad ogni momento della giornata. Ho creato un look da giorno, che ho sfoggiato in questi giorni a lezione; e semplicemente aggiungendo un po' di colore su occhi, labbra e guance l'ho modificato in un look più audace, da sera.
 
Partiamo dall'inizio, ossia dal primer viso chiamato "La più bella del reame". A parte il nome favoloso -in ogni senso!-, mi è piaciuto fin dalla prima volta che l'ho provato. Ne basta poco per lasciare il viso morbidissimo, liscio, senza discromie o imperfezioni di sorta. 
Sopra ho applicato qualche goccia del cheek stain, sui pomelli delle guance, per un delizioso effetto Biancaneve.
 
 
Sugli occhi ho applicato un po' del blush multiuso rosa, per guance e labbra -ma anche sulle palpebre è ottimo. Si nota appena, è delicatissimo, e contiene piccoli brillantini dorati che illuminano lo sguardo. 
Ho dato una generosa passata del Mascara Bon Ton, uno dei miei prodotti preferiti di questa linea. E' ultra preciso perché la parte finale dello scovolino è assottigliata, in modo da catturare anche le ciglia più esterne e sottili ma senza macchiare la palpebra. 
Sulle labbra ho steso un velo del Gloss Labbra Doppio Uso. Stendendone una piccola quantità e distribuendola bene l'effetto è leggero, quasi invisibile ma nello stesso tempo raffinato. Inoltre ha un irresistibile profumo di zucchero, e la texture è morbida, nutriente, e affatto appiccicosa.
 
 
Per un look più intenso, alla sera, ho sfumato con un pennello a lingua di gatto la matita nera sul bordo delle ciglia superiori ed inferiori, ed ho mescolato gli ombretti, bagnandoli leggermente, nella piega della palpebra. Per rendere ancora più drammatico l'effetto, ho dato un'altra passata di mascara.
Vi dicevo prima che con una piccola quantità di gloss si ottiene un risultato naturale… aggiungendone di più il colore si intensifica, è iper-pigmentato e lucidissimo, di un rosa carico e quasi fluo a cui non sono abituata e che mi ha piacevolmente stupita.
 
 
 
Ho testato questi prodotti per quasi una settimana e mi hanno costantemente sorpresa. Non solo la qualità indubbiamente molto alta, ma c'era qualcos'altro che non riuscivo bene a capire. Poi ieri, quando in università ho usato un solo prodotto, il blush multiuso, per ritoccare guance, labbra e persino occhi, ho capito che è proprio questo che mi piace tanto: la versatilità. 
Non solo il blush in crema, ma anche il cheek stain, ad esempio: l'ho usato anche sulle labbra; oppure addirittura il gloss può benissimo essere usato sulle guance. Bastano davvero pochi prodotti per creare look diversissimi, semplicemente aggiungendo poco prodotto o cambiandone l'uso, e si adatta agli stili più diversi.
Ed oltre a questa versatilità, si può dire che sono prodotti che tendono parecchio a facilitarmi il "lavoro": accennavo prima al mascara e al suo particolarissimo scovolino, sottile, con la punta ancor più sottile, per una definizione assolutamente impeccabile e a prova di errore.
Primer e cheek satin a parte, gli altri prodotti sono presentati in graziose pochette, curate sotto ogni dettaglio: dall'ecopelle rosa alla medaglietta argentata con il logo di Be Chic. Per una volta, preferisco la pochette argentata a quella rosa. In ogni caso, sono entrambe comode e pratiche; al momento le utilizzo per portare in borsa i miei prodotti preferiti. 

Per lasciarvi ispirare, creare il vostro look da Style Lover ed entrare nello spirito multisfaccettato di questa collezione, vi lascio il link della Collezione completa, di Youtube e Pinterest.

Articolo sponsorizzato

mercoledì 14 novembre 2012

Lovely Modcloth

Debbo studiare. Perché debbo laurearmi in giugno/luglio. Perché debbo laurearmi per forza in giugno/luglio? Semplice: perché alla mia laurea voglio avere un vestito di Modcloth.
Se pensate che non sia un motivo sufficiente, guardate qui sotto ;)

Bandirò il nero dalla mia laurea. Mi sono fissata con gli abiti rossi. Voglio assolutamente un abito rosso, e non so il perché. Se potessi, vorrei una coroncina di margherite al posto dell'alloro, ma credo porti sfiga o qualcosa del genere.
Per la festa -la gente si laurea per poi fare delle feste pazzesche... giusto? Giusto?!- voglio quel vestito dorato -d'orato. E gli orecchini di Topolino.
E poi ho inserito nel collage altre cosucce che mi ispirano, compreso qualcosa di make up, ovviamente.
Ma da qui a luglio ne parlerò ancora, oh sì!



martedì 13 novembre 2012

Clinique Chubby Stick in Two Ton Tomato

Pro: texture morbida, burrosa e piacevole. Colore lucido e buona durata.
Contro: il prezzo non è basso, in effetti.
Prezzo: 19 euro.
Dove:  profumeria.

Ho finalmente dato Civiltà Indigene. E' stato, diciamo, un parto. E visto che è stato un esame sudatissimo, ho pensato bene di farmi un piccolo regalino, dopo. Sbavavo, letteralmente, su queste Chubby Stick da tempo immemorabile e ho trovato un'occasione adatta per regalarmelo.

Adesso, capisco perché più o meno ogni brand cosmetico, da Kiko a L'Oréal stia sfornando facs simili di questi matitoni: questo Clinique è qualcosa di sublime.
E' un ibrido tra un morbido balsamo labbra, una tinta, una matita ed un gloss.
Innanzitutto, la precisione dell'applicazione: la punta -che per la cronaca mi è scivolata sul lavello esattamente due giorni dopo aver fatto le foto del post- disegna perfettamente il contorno delle labbra, e neanche mi devo preoccupare del temperarla perché la mina è a rotazione.
Il colore è modulabile, da una lieve traccia di colore ad un bel rosso-salute, non volgare, portabilissimo anche di giorno. Il finish è abbastanza lucido, non quando un lucidalabbra, ma quanto un balsamo, almeno.
La cosa che preferisco è che resta morbido, ed il colore non migra verso il contorno labbra.
Su di me ha una durata di circa tre ore. Ovviamente il finish lucido dopo un po' scompare, ma come dicevo le labbra restano morbide ed idratate.

Il mio colore è il n. 11, Two Ton Tomato, complimenti per il nome davvero brutto, ma credo che sia già entrato nella mia personale top 5 dei rossi per labbra :D ed in generale, questo strano matitone è nei miei prodotti labbra preferiti di tutti i tempi. Ecco, l'ho detto.

Volevo aggiungere che non posso non pensare a Rouge Coco Shine, rossetti che vogliono essere lucidi ed idratanti, a 30/32 euro di prezzo. E non ci riescono. Questo invece sì, a soli 19 euro. Che d'accordo, non sono pochi, ma avete circa 2/3 prodotti in uno solo.

venerdì 9 novembre 2012

Mint Julep Mask, Queen Helene

Pro: se avete la pelle lucida o seriamente grassa, farà miracoli. Altrimenti è una bella maschera rilassante, delicata e rispettosa delle pelli sensibili. Tra l'altro ha un ottimo rapporto qualità/prezzo.
Contro: la reperibilità solamente online, direi.
Prezzo: 10 euro + spese di spedizione per la confezione da 226 gr.
Dove: qui su BB Cream Italia.

Avere una madre con la pelle totalmente diversa dalla mia è utilissimo.

Prendiamo questa maschera, ad esempio: così famosa che le mie aspettative erano alle stelle. In una giornata grigia e passata chiusa in biblioteca quei 15-20 minuti di relax mi ci volevano proprio, e avevo letto meraviglie di questa maschera, molto amata dalle blogger statunitensi e asiatiche. 
La consistenza mi lascia davvero basita: è talmente densa da sembrare solida. E' di un bel verde menta, ha anche il profumo della menta (amo, amo, amo) ma da stendere è davvero difficile.
Con un po' di lavorazione ottengo un film sottile sulla pelle, che asciuga perfettamente in un quarto d'ora circa. E' una maschera molto classica sotto questo punto di vista: di quelle che si cementano sul viso, formano le crepe... e la cosa mi piace.
Si rimuove molto facilmente con acqua calda. 
La prima cosa che ho notato una volta rimossa la maschera è che la pelle è morbidissima, idratata, per nulla irritata; insomma la maschera non è affatto aggressiva. Pulisce la pelle sì, ma senza danneggiarla o seccarla, e personalmente apprezzo molto la cosa.
Però... però a parte questo non era successo niente. Un po' delusa, ho deciso di aspettare a scriverne; e l'ho provata una seconda volta.
Nel frattempo però ho chiesto a mia madre, con la pelle decisamente grassa, di provarla.
E lei ha gridato al miracolo. Ed in effetti ho notato anche io che la lucidità era diminuita e aveva seccato un paio di imperfezioni.
Con calma l'ho riprovata in un periodo di "crisi" (stress, esame, "quel" periodo...) per la mia pelle e debbo ammettere che ho notato un miglioramento nella zona mandibola, quella dove tipicamente mi spuntano un paio di brufoletti in quei giorni. 

Ho capito che su di me non ha fatto nulla perché, a conti fatti, sulla mia pelle c'è poco o nulla da fare: sensibile, leggermente mista, un paio di brufolini in quel periodo ma niente più. Non ho lucidità o imperfezioni da asciugare.
Vorrei però sottolineare ancora una volta come sia stata delicata sulla mia pelle che si secca anche solo a guardarla: credo che, ancora una volta, questo possa servire a chi ha la pelle realmente mista e/o grassa, perché la pulisce con delicatezza, senza aggredirla.

Inoltre ha un ottimo prezzo. Il tubetto da 226 gr costa solo 10 euro; io con la taglia da 56 gr. ci ho fatto quattro applicazioni e non sono neppure a metà; è un "investimento" poco rischioso, quindi.
L'INCI non è strettamente eco-bio ma non è neppure troppo sintetico: Acqua, Kaolin, bentonite, Glycerin, Zinc Oxide, Propylene Glycol, Sulfur, Chromium Oxide Greens Profumo, Phenoxyethanol, Methylparaben.


Questo post contiene prodotti inviatimi a scopo valutativo dall'azienda produttrice.

mercoledì 7 novembre 2012

Spugnetta ovale per fondotinta, BB Cream Italia

Pro: una morbida spugnetta in latex che consente un risultato perfetto e senza stacchi di colore.
Contro: assolutamente nessuno, io ne sono entusiasta.
Prezzo: 6,80 euro + spese di spedizione. 
Dove: qui su BB Cream Italia.

Ve lo dico molto brutalmente: io al mattino non amo perdere tempo con spugnette, pennelli e pennellini.  Sono molto basic: poco ombretto, al massimo un pennello per smokey eyes se voglio sfumare nella piega della palpebra; se uso una bb cream la applico con le dita, e per il fondo minerale uso il Deerbuki, ma nulla più.
Avevo sentito molto parlare dei famosi "ovetti", i Beauty Blender, ma non mi avevano mai interessato granché, anche se il fatto che si gonfino se bagnati aveva naturalmente scatenato la mia infantile curiosità.
Ho avuto l'occasione di provarne uno e debbo ammettere che adesso la mia routine mattutina sarà sì leggermente più lunga, ma anche più semplice, ed avrò risultati migliori.

Naturalmente la prima cosa che ho fatto è stato bagnarlo e strizzarlo per far uscire l'acqua, diverse volte, per vedere se è vero che si gonfia... e sì: diventa quasi il doppio del volume originario. La bambina che è in me ha molto apprezzato, sì. 
Inoltre si utilizza proprio inumidito: visto che non volevo comunque rinunciare al fondotinta minerale, ho aggiungo una goccia di crema idratante e l'ho mescolato e steso proprio con questo comodissimo ovetto.
La parte appuntita è perfetta per raggiungere le zone più ostiche, come le alette del naso; mentre con la parte arrotondata ho prima steso il fondotinta e poi l'ho "tamponato" leggermente dove mi sembrava che il risultato fosse troppo pesante. Infatti è creato apposta per alleggerire i fondotinta troppo coprenti, ed assicura un risultato naturale, leggero, ma anche satinato e perfetto. Con il fondotinta minerale mi sono trovata benissimo: se vi ricordate, mi lamentavo che il risultato era leggermente gessoso ed innaturale. 
Adesso invece è perfetto :) ad esempio, stamattina ho tamponato gli eccessi di prodotto da naso e fronte con la parte arrotondata. 
Oltretutto è molto comoda da infilare anche nella più piccola pochette, perché è ben protetta dalla sua confezione di plastica.

Per lavarla ho usato del semplice sapone di marsiglia ed è ritornata subito alla forma originale. Assolutamente consigliata! 

Questo post contiene prodotti inviatimi a scopo valutativo dall'azienda produttrice.

domenica 4 novembre 2012

Essence 2in1 Make up & Powder.

Pro: oh, dio, quali pro?
Contro: non scrive e, quando scrive, ha una bella texture polverosa che sembra gesso.
Prezzo: circa 5 euro.
Dove: Coin, OVS.

Da quanto tempo non scrivevo una recensione così negativa! E con quanto dispiacere, poi. Sì, perché io questa cipria/fondotinta l'ho inseguita e cercata, ma -lo immaginavo- è il classico prodotto che nell'espositore finisce subito.
La tipologia è la stessa dell'Hello Flawless! di Benefit, per intenderci: una cipria piuttosto coprente che, inumidendo la spugnetta, diventa un fondotinta, sempre coprente. La differenza è una sola: quello Benefit costa 32 euro, quello Essence ne costa 5, e sinceramente non ne vale neanche uno.
Innanzitutto, le colorazioni. Le ho provate tutte sulla mano, e per quanto io possa essere di carnagione chiara, erano tutte troppo bianche, per me. Proprio bianche, dal vaghissimo sottotono rosato.
La scrivenza poi è pessima. Proprio non si "tira su", la spugnetta di lattice rimane quasi intonsa.
Quando si riesce a prelevare qualcosa, sul viso il risultato è disastroso. L'ho provato per la prima volta all'università: avevo bisogno di ritoccare il naso, ed è risultato terrificante. Bianco gesso, polveroso, sinceramente una maschera.
Essence sembra impazzita: il lusso di uno specchio nella confezione...?
Non mi sono arresa ed il mattino dopo ho voluto provare ad usarlo come fondotinta, inumidendo la spugnetta. D'accordo, il prodotto si preleva. Però è come se sul volto scomparisse. Il risultato è sicuramente naturale... perché quasi non c'è! E' come se il prodotto non restasse attaccato alla pelle, una cosa piuttosto strana che non mi spiego. A voi è mai capitata, questa cosa?
Della durata, a questo punto, me ne sono sinceramente fregata. Voglio dire, non c'era nessuna durata da controllare e tenere sott'occhio, no?

ho detto "no" alla naturalità e "sì" all'effetto gesso! :D
Ricapitolando, per me è disastroso. Non è valido né come cipria né come fondotinta. Essence fa dei buonissimi fondi, a buonissimo mercato, come il Soft Touch -anche nella versione Pure Skin-, e quelli sono fondotinta che consiglio, se si vuole restare in fascia bassa.

giovedì 1 novembre 2012

Katy Perry Lashes by Eylure

Pro: belle, bellissime. Ottima colla, ottima tenuta... le adoro, si capisce? :D
Contro: il prezzo per me è altino e non credo siano così facili da trovare.
Prezzo: circa 9 euro a paio.
Dove: OVS. Oppure online! Su Asos.com
Altro: I modelli in totale sono 4. Io ho preso "Sweetie Pie" e "Cool Kitty". Ma medito l'acquisto anche di "Oh Honey!"

Giuditta, se sei in ascolto: grazie, grazie, grazie.
Grazie.
Mi ha segnalato sulla pagina fb queste ciglia finte, un paio di settimane fa, visto che da H&M non avevo più trovato le mie favorite. A onor del vero già le avevo viste su Asos ma non so perché non mi avevano convinta del tutto. Però ho deciso di andare comunque da OVS a dare un'occhiata.
Nello stand c'erano tutti e quattro i modelli; io ne ho scelto uno naturale ("Sweetie Pie") ed uno più vistoso, da sera ("Cool Kitty"). Gli altri due modelli sono "Oh, Honey!" per un effetto naturale ma che comunque si nota e "Oh, My!": ciglia finte doppie. Decisamente, non fa per me.
Sono molto soddisfatta dei modelli che ho scelto, tanto che quello più vistoso l'ho usato anche nel mio primo video, giusto per darmi un po' più di sicurezza :D

mercoledì 31 ottobre 2012

Prodotti Queen Helene, da BB Cream Italia

Sono stata viziata dallo shop online bb cream Italia, che mi ha gentilmente inviato questi prodotti da testare.
Debbo dire che in un martedì freddo, piovoso e grigio un bel pacchetto nella posta mi ci voleva proprio e quel burro corpo sembra fatto apposta per il bagno di stasera :D e non vedo l'ora di provare, sempre stasera -ho assolutamente bisogno di coccolarmi un po'. Sono uno straccio-, la famosa maschera Mint Julep. Pare sia un toccasana per la pelle mista, e anche già il profumo -menta, come dice il nome- mi fa impazzire. Completano il tutto una crema corpo, specifica per prevenire le smagliature, il famoso "ovetto" per la stesura ottimale del fondotinta ed un trattamento per capelli alla... placenta! Non avete idea di quanto io sia curiosa di testare quest'ultimo! 
I prodotti inviatimi sono tutti -a parte la spugnetta- del brand Queen Helene, dedicato alla cura della pelle e del corpo, molto famoso negli States ed ora in vendita su bb cream Italia.
Inizio stasera a testare i prodotti e ovviamente nei prossimi giorni vi farò sapere.



Mille baci, 

Laura.

lunedì 29 ottobre 2012

Essence Cherry Blossom Girl Shimmering Body Powder

Pro: una polvere illuminante con un buon profumo delicato, in una confezione graziosa, ad un buon prezzo. Nulla più.
Contro: un po' troppo "chiassosa", portabile solamente di sera e sul corpo, poco modulabile, durata limitata nel tempo.
Prezzo: circa quattro euro.
Dove: Coin, OVS.

Sono una poraccia. Poratcha. Insomma, avete capito. Uno dei miei sogni proibiti sono I Meteoriti di Guerlain. Ma, diciamocelo: sapete che le comprerei (quasi) esclusivamente per il packaging, perché la cocotte Ottocentesca e clamorosamente kitsch che vive in me impazzisce per scatole e scatoline, meglio se in metallo, e per i piumini.
Quando ho visto questa scatolina, con polvere illuminante, della LE Cherry Blossom Girl di Essence, non ho potuto non prenderla. Tanto più che era l'ultima.

Ovviamente il packaging Essence è meno opulento di quello di Guerlain, ma è molto grazioso -è rosa!
E packaging a parte, la polvere illuminante è... uh, carina? Intendiamoci: sono sicura al 99,9%, anche senza provarla, che i Meteoriti Guerlain sono migliori, ma comunque questo è un buon prodotto.
La polvere è sottile, luminosa, ovviamente estremamente shimmer. Il piumino nella confezione è morbido, soffice, anche se voglio provare a distribuire il prodotto con un pennello da cipria, per un effetto meno "meno". Perché la polvere è visibile, anche troppo, per i miei gusti. Forse la differenza con gli illuminanti come le Perle è questa: non è modulabile, affatto. E', almeno per me, impensabile usarla di giorno.
Il profumo è molto delicato, e svanisce in fretta, sicché non è un problema.
Anche l'effetto illuminante, in realtà, svanisce in fretta, nel giro di qualche ora. A fine serata trovato solo qualche minuscolo brillantino qua e là.

Questo era il mio secondo, ed ultimo, acquisto della LE Cherry Blossom Girl. Avrei tanto voluto trovare il matitone labbra o il blush, che ha un colore bellissimo, o anche le ciglia finte di carta: sempre della serie "vorrei le Paperself, ma 15 euro per ciglia di carta anche NO".

sabato 27 ottobre 2012

Così, senza motivo...

... ho fatto il mio primo video.
Che non è che sia il massimo, eh. Anzi, per carità. Cioè, l'unica cosa bella sono le ciglia finta che indosso, che forse neanche si capisce che sono ciglia finte. Per il resto: io in video vengo male, ho una voce che non saprei sinceramente come descrivere ed è tutto buio. Molto buio. Ma forse va bene, perché così non si vede molto.
Perché l'ho fatto? Perché dopo quasi due anni di blog mi sembrava (quasi) obbligatorio.
L'argomento? I miei pennelli preferiti. Perché scriverne è difficile, parlarne è meglio.


In ogni caso: giuro di non fare mai mai mai video di outfit e cose varie, mai vlog et cetera. E che comunque sarò sempre più attiva qui sul blog che su yt.

Enjoy!

venerdì 26 ottobre 2012

Essence Cherry Blossom Girl Eyeliner occhi 2-in-1

Pro: liquido, nerissimo, con un bel finish lucido. Insomma, un eyeliner Essence.
Contro: è una LE quindi la reperibilità è scarsa, ma gli eyeliner Essence sono sempre buoni.
Prezzo: circa 4 euro.
Dove: Coin, OVS.
Altro: della Cherry Blossom Girl ho comprato anche la polvere profumata illuminante. Non l'ho ancora provata ma solo la scatolina la adoro, letteralmente. Si capisce che sto cercando di resistere all'acquisto delle Perle Guerlain? :)




Credo che Essence dovrebbe iniziare a passarmi un vitalizio, un mensile o qualcosa del genere. Ho fatto comprare gli eyeliner Essence a, diciamo, mezza facoltà di Storia! -e non solo. A Chiara ho regalato quello in gel (più pennello), idem ho fatto con Maria, ed oggi ho fatto acquistare questo ad Eugenia. Che poi l'ho convinta anche a provare le famose gocce per lo smalto, ma non c'entra.
Questo perché sono convinta al 100% che quando si ha bisogno di un eyeliner nulla sia come Essence. Li produce di tutti i tipi, adatti a tutte le preferenze. Io se debbo essere sincera non ne ho di particolari: me la cavo col pennellino, con il gel e con quello in penna. Come dico sempre, è questione di pratica e basta.
Comunque, questo della linea Cherry Blossom Girl non si smentisce: è ottimo.
Ha due punte, una sottile ed una più spessa, per un tratto più retrò. Personalmente preferisco quella sottile, ma le uso entrambe senza problemi.
E' decisamente scrivente, anzi bisogna stare attente a non macchiarsi. Io la prima volta mi sono inavvertitamente macchiata la mano e, nonostante doccia, lavaggi e crema idratante, dopo ventiquattro ore c'era ancora la macchia. Se ne deduce che la durata è ottima :D su di me resiste interi giorni, senza neanche sbiadire. Inoltre ha un bel finish, leggermente lucido sugli occhi, che a me piace sempre tanto.
Queste sono però cose comuni a tutti gli eyeliner Essence, non solo a questo che fa parte di una LE.
Adesso, io l'ho comprato sull'onda dell'entusiasmo: se hai la fortuna di trovarti davanti una LE, devi per forza comprare almeno un pezzo, tanto più che i prezzi Essence consentono questi acquisti totalmente inutili -che poi, inutili... un eyeliner in più serve sempre.
Tutto questo per dirvi che sì è un ottimo eyeliner ma che non dovete dispiacervi se non avete trovato la Cherry Blossom Girl perché sono certa che Essence ne produca uno uguale -magari più corto... questo è davvero lungo. A me piace, perché è molto maneggevole- anche nella linea permanente.
Per adesso lo uso e mi piace moltissimo, spero solo che le puntine di feltro non si spelacchino, perché è una cosa che capita spesso.
Back to top