lunedì 11 luglio 2011



Lo ammetto candidamente: io sono una secchiona.
Sono una di quelle odiose persone che sputano sopra ai 28 e che quando ne prendono uno si sentono mortificate e iniziano a lamentarsi. Inoltre la sera prima di un esame vago disperata gemendo frasi sconnesse del tipo "non so niente, cazzo, non so niente".
Sì, in certi momenti mi odio da sola; ma per lo studio sono davvero competitiva.
Oggi ho preso il primo 28 della mia vita. Ed ero preparata da 30, porco mondo.
Potete anche non leggere il resto, che tanto è un inutile sfogo, eh :3

Allora. Io studio storia. Prenderò Storia Medievale, in futuro; vorrei diventare una medievista e soprattutto io AMO alla follia quello che faccio.
Oggi, 11/07/2011, esame di Storia Medievale, ultimo della sessione estiva del mio primo anno. Insomma, amo la materia, mi piace, mi viene bene... ci tengo, ecco.
Ho passato tre settimane chiusa in casa a studiare improbabili libri con titoli ancora più improbabili (cioè, ribadisco che io amo tutto questo, eh! Ma le risate che si fanno le mie amiche quando vedono cosa studio, sono impagabili!:D) come "I Mille Anni del Medioevo"; "Maometto e Carlo Magno" oltre ad una tale quantità d'appunto che preferisco misurare in chilogrammi che in pagine.
Studio, riscrivo appunti e riassunti, ripeto a voce alta -alla sera tardi, camminare in tondo per il salotto parlando da sola della diversa concezione di stato che avevano gli Ostrogoti ed i Franchi. A proposito, vi interessa?- e stresso chiunque io conosca chiedendo istericamente di essere interrogata.
Ah, aggiungiamo a tutto questo una bella congiuntivite con conseguente proibizione di usare occhiali/lenti e quindi un indicibile mal di testa! Ma ho fatto finta di nulla, ho continuato a studiare.
Posso dire con onestà che ero assurdamente preparata. Non solo preparata: curo molto anche l'esposizione; secondo me è importantissima.
Ed adesso veniamo alla mia amabile docente :D
Anni circa 70, e così strutturata: primo livello pelle; secondo livello botox; terzo livello bronzen + ombretto azzurro carico; quarto livello capelli biondi "friabili" (avete presente quelli che posso prendere fuoco spontaneamente da un momento all'altro? Consistenza tipo zucchero filato, ecco). Completamente arteriosclerotica. Il genere di donna che un momento di urla contro perché hai osato spostare una sedia nella biblioteca di medievistica e due ore dopo ti chiama "cara" in quanto si è completamente scordata di chi tu sia (realmente accaduto... a me!). Ah, piccola "leggenda metropolitana" di cui si hanno le prove: tende ad essere molto più gentile con l'utenza maschile che femminile. Ma vabbè, di questo fottesega.
Due domande. Mi ha fatto due domande sulle quali sono stata, senza finta modestia, davvero davvero preparata. Cattività avignonese e decadenza morale di Roma del X secolo, se vi interessa (dubito). Solo due domande, porca vacca.
Un fottuto ventotto.
Che mi rovina la media.
Ma che ho accettato perché di avere un terzo esame a settembre proprio non ne ho voglia.
S**t.

(oh, scusate lo sfogo, ma sono davvero abbattuta...)

15 commenti:

  1. Non faccio alcun commento sul voto perché la mia filosofia universitaria è l'esato opposto: punto al minimo, il resto è grasso che cola.
    Non che mi abbia fatto schifo su sette esami portarmi a casa tre 30 di cui uno con la lode, ma a me quello che interessa è il pezzo di carta che attesta il mio essere 'dottoressa', che si arrivi con una media alta o bassa non importa, l'importante è arrivarci XD

    Leggere il tuo blog e dei tuoi esami di storia mi mette nostalgia addosso. Ricordo il mio esame di medioevale e il libro 'Cavalieri e Cavalleria' o 'Carlo Magno, il padre dell'Europa'... il bello di studiare storia, libri dai titoli assurdi ma che ti danno un'aria d'importanza.

    Magari non ti farà piacere perché puntavi più in alto, comunque complimenti per l'esame. Considerando anche che la leggenda metropolitana sulle preferenze maschili della docente...

    RispondiElimina
  2. Non so se possa esserti di consolazione, e sicuramente non mi crederai, ma è molto peggio e molto più bruciante un 29. Credimi, a me l'hanno dato ed è il voto in assoluto che ancora mi da fastidio ricordare. Ciò detto, pure il 28 è fastidiosetto assai ma hai fatto bene ad accettare: da quello che scrivi, sicuramente compenserai con una lode la prossima volta!!!

    RispondiElimina
  3. ciao, io sono una che sopra il 25 non buttava via niente, e posso dire di aver fatto bene, mi sono laureata con un dignitoso 105, ma nel mondo del lavoro nessuno si è sognato di chiedermelo, quando aprivano il cv, andavano dritti alla pagina "esperienze lavorative" non gliene fregava niente a nessuno del voto della laurea, come quello delle superiori, tanto sbattimento e tanto tempo perso, avrei accettato anche i 18 se avessi saputo...

    RispondiElimina
  4. oddio, io ho avuto un 29 ed ero felicissima, come dei tanti 27,28...e i 30...sono tutti ottimi voti, una media del 27 ti può portare anche al 110, non stiamo a fare un dramma per un numero, la vita è fatta di ben altro!

    RispondiElimina
  5. Sì, a storia abbiamo dei libri davvero assurdi. Per non parlare dei nomi!
    Sì, alla fine ho fatto un bilancio e ho pensato che comunque 28 è un buon voto… ancora di più con una così che non ha mai scucito un 30 ad una ragazza. Sorrideva quasi alla fine dell'esame O__o

    La cosa che mi ha fatta incazzare un po' è che sembrava non ascoltare quello che dicevo (ma vabbè, questo è comune a molti -troppi- professori). Io le dicevo una data e lei, due secondi dopo: "sì, ma quando?" "nel 1378!" "ah, ma lei me lo deve dire, sa?!"
    Non commento perché insomma, ha tipo 71 anni…

    @Hermosa:
    Il 29 non è un voto, è una presa per i fondelli! Un po' come quando al liceo mi hanno dato un 2 + (giuro, in fisica. Dove 2 era il mio voto standard). E' un voto odiosissimo, quello che di solito ti danno per altri motivi -tipo: mi stai ampiamente sulle palle. Oppure quello che ti danno le assistenti "simpatiche" ecco.
    Più che altro ho accettato perché ho pensato che darlo a settembre, con altri due esami… alla fine rischiavo di calarlo!

    @D.:
    Il fatto che nel mondo del lavoro non gliene importi me lo dicono tutti, ma io ci tengo per me… al liceo me ne sono altamente fregata dei voti (a parte in latino, lettere e storia) e ho costantemente avuto debiti. Ma qui… è diverso, non so come spiegarlo. E' la mia piccola "rivalsa" se così possiamo dire. Il fatto è che è da tutta la vita che sogno di studiare storia ed andare bene con neanche troppo sforzo… beh, mi piace, è innegabile.
    Sugli "standard dei voti", dipende molto anche dalla facoltà per me. Ho detto del mio 28 ad una mia amica di medicina e lei mi ha detto che ad alcuni esami per un 28 si ucciderebbero. Mentre nella mia facoltà, a parte ovviamente i soliti casi di professori famosi per la ferocia o altro, diciamo che la media è piuttosto altica, ecco.

    RispondiElimina
  6. certamente, io ho fatto lettere, anche da me i voti erano abbastanza alti, intorno al 27 però, quello che ti suggerisco è solo di non perdere tempo a rifiutare esami, una volta finita l'università il fatto di avere una laura con ottimi voti è una ,magra consolazione, ti resterà nel cassetto e basta, devi piùttosto laurearti infretta perché più sei giovane e più possibilità hai di continuare in quello che vuoi fare...ora che studi il tuo mondo è tutto lì, ma una volta finito capirai che era solo un passaggio, a maggior ragione che fai storia e non medicina o ingegneria...che bene o male aprono delle porte ben precise...

    RispondiElimina
  7. Sul rifiutare voti ti do perfettamente ragione: stavo pensando di rifiutare questo poi ho pensato "no, ok, e se a settembre prendo meno?" (tutto questo in una frazione di secondo).

    Gli sbocchi lavorativi con storia sono... uhm, variegati? XD No, dai, non parliamone che sennò mi deprimo. Ho pensato che ingegneria mi sarei ammazzata piuttosto che farla (davvero, faccio fatica a fare 2+2) e che fare conti del tipo "se fai questo trovi lavoro se fai quest'altro no" è inutile perché a meno che tu non faccia fisica (e non è il mio caso XD) lavoro lo trovi difficilmente in ogni caso; quindi se devo essere disoccupata, almeno voglio esserlo in una cosa che amo.

    Comunque i voti alti mi servono anche per l'erasmus: lì la media conta; ed io vorrei disperatamente andare in Francia a vedermi un po' di archivi di stato.

    RispondiElimina
  8. Bisogna anche saper perdere e incassare con stile. Nella vita c'è ben altro, fissarsi con un esame e lamentarsi per un voto mi sa un pochino di immaturità.

    RispondiElimina
  9. Dipende, Marika. Come dicevo, delle mie amiche di medicina mi hanno detto che loro per un 28 farebbero praticamente qualsiasi cosa, mentre per me a lettere la norma è il 30. Poi io ci tengo molto, è quasi una insana "ossessione", più che altro perché amo molto quello che studio e i voti alti mi gratificano.
    Comunque ho capito che è un po' stupido, e che prima o poi la mia media si sarebbe interrotta.

    RispondiElimina
  10. Ah, aggiungo che comunque con un insegnanti non mi sono mai lamentata, e mai mi lamenterò, di un voto. Al massimo o dico che ridò l'esame oppure ingoio, sto zitta e mi sfogo poi. Ma non ho mai discusso per certe cose, semplicemente non mi pare il caso.

    RispondiElimina
  11. purtroppo ha ragione D. : una volta laureata, a meno che non siano facoltà tipo medicina, economia, ingegneria ecc, il voto di laurea non te lo guarda nessuno, e sopra il 100 va bene tutto.
    Anch'io ho un amico laureato in storia, che adesso lavora come webmaster per un portale di eventi :D
    Purtroppo è una laurea che non offre molti sbocchi "specifici", a meno che tu ovviamente non ambisca a prendere il posto della tua amabile docente (capelli zuccherosi inclusi eh!) :P

    RispondiElimina
  12. Quando è stato il momento di iscriversi all'università ho pensato che tanto adesso lavoro non lo trovo comunque quindi, se devo essere disoccupata, tanto vale esserlo in una cosa che amo alla follia.

    E sì, conto di far le scarpe ai miei vecchi prof. Spietata proprio XD seriamente, mi piacerebbe una carriera universitaria anche se so che è difficile.

    RispondiElimina
  13. Hello, I check your blogs regularly. Your writing style is awesome,
    keep up the good work!

    Have a look at my page - The Interlace

    RispondiElimina
  14. I was suggested this web site by means of my cousin. I am no longer sure whether or not
    this post is written by means of him as no one else realize such special about
    my problem. You're wonderful! Thanks!

    Check out my site; download 7zip

    RispondiElimina
  15. I every time used to read piece of writing in news papers but now as
    I am a user of net so from now I am using net for articles,
    thanks to web.

    my web site; Minecraft Crack

    RispondiElimina

Back to top